SMALL GHOST BUSTER – comodino

Scheda ARTEFATTI

Nome artefatto: Small Ghost Buster
Tipologia di appartenenza: comodino
Produttore: Kartell
Designer: Philippe Starck, Eugenì Quitllet
Anno e luogo di produzione: 2009 – Noviglio (stabilimenti Kartell), Italia
Dimensioni: larghezza 40 cm, altezza 57 cm, profondità 37 cm
Costo di produzione (se reperibile): –
Prezzo al pubblico/gratuità: 220 € circa

Individuare a quale categoria appartiene l’artefatto

a) Contenere / conservare
prima o dopo la lettura

1)Almeno 3 immagini

This slideshow requires JavaScript.

2)Descrivere l’artefatto nel momento del suo utilizzo/applicazione, , evidenziando in particolare l’aspetto più strettamente legato alla lettura (500 parole max)

Little Ghost Buster”, progettato da Philippe Starck e Eugeni Quitllet per Kartell, è uno sviluppo della gamma Ghost di mobili, rivolto a una serie di “moderni comò”.

L’artefatto è composto da un unico pezzo, costituito da un piccolo cubo in PMMA sorretto da quattro gambe. Le forme classiche e semplici sono rivisitate in chiave moderna (operazione esaltata dall’utilizzo del materiale polimerico trasparente): le gambe sottili slanciano il corpo cubico superiore, facendolo sembrare sospeso, gli spessori sono ridotti e la contrapposizione tra linee rigide all’esterno e raccordi più fluidi all’interno conferisce all’oggetto un aspetto informale, pur nella sua semplicità ed eleganza.

L’artefatto è composto da un unico materiale (plastica polimerica PMMA, utilizzata nelle varianti trasparente e opaca) che conferisce all’oggetto un senso di impalpabilità, dal momento che l’utente non entra in contatto con il comodino, se non per appoggiare degli oggetti (contatto indiretto). Il rapporto che si crea con questo prodotto è visivo, per questo le caratteristiche dei colori e del materiale sono valorizzate ed esaltate.

Il prodotto è disponibile nelle versioni trasparente (cristallo, giallo, viola, rosso, fumé) e opaco (bianco, nero). Le versioni trasparenti (in particolare quella cristallo), esaltano maggiormente le qualità espressivo-sensoriali dell’oggetto, giocando con i riflessi e le prospettive che l’alternanza di spigoli e curvature creano sull’intera superficie.

L’artefatto entra in relazione con il supporto libro, in quanto serve a contenerlo. Il comodino è in genere posto accanto ad una seduta o ad un letto poiché i libri che contiene devono essere accessibili facilmente dall’utente (caratteristica che lo differenzia rispetto ad altri supporti quali mensole, librerie); coadiuva la lettura (in genere a letto), dal momento che funge da supporto per l’oggetto di tale azione. Inoltre, a differenza dei supporti precedentemente citati, possiede una capacità minore di essi e serve a contenere un numero limitato di libri o riviste, quelli che generalmente vengono consultati a letto (o in luoghi in prossimità dell’artefatto). Un’altra caratteristica che lo contraddistingue rispetto a una libreria o a una mensola, nell’ambito della lettura, è che è spostabile e può essere posto nel luogo che si ritiene più adatto, a seconda dell’occasione (versatile). Continue reading

Advertisements

LightWedge 2.0

Scheda ARTEFATTI
Nome artefatto: LightWedge 2.0
Tipologia di appartenenza: Luci
Produttore: LightWedge
Designer: LightWedge
Anno e luogo di produzione (se reperibile): 2010, Newton (MA)
Dimensioni: 6,5”x8,8”. Peso: 7,8 once.
Costo di produzione (se reperibile):
Prezzo al pubblico/gratuità (se reperibile): $ 30-50
Individuare a quale categoria appartiene l’artefatto

b) Da utilizzare durante
la lettura
1)Almeno 3 immagini

This slideshow requires JavaScript.

Continue reading

Foglio-Lente di Fresnel

Nome artefatto: Foglio-Lente di Fresnel
Tipologia di appartenenza: Lente di ingrandimento
Produttore: Datalogic
Dimensioni: A4

Individuare a quale categoria appartiene l’artefatto
b) Da utilizzare durante la lettura

This slideshow requires JavaScript.

2) )Descrivere l’artefatto nel momento del suo utilizzo/applicazione, , evidenziando in particolare l’aspetto più strettamente legato alla lettura (500 parole max)
Quest’oggetto va semplicemente appoggiato sul supporto che si vuole leggere o tenuto alla distanza desiderata, tra gli occhi e il supporto.

3) indicare tre aggettivi che caratterizzano l’artefatto
Facilmente trasportabile – Resistente – Bidimensionale

4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche dell’artefatto.

Qualità morfologiche

L’artefatto è composto da un unico componente monomaterico, di forma rettangolare, con gli angoli smussati [in dimensione A4]. Probabilmente viene prodotto semplicemente tagliando il pezzo singolo da un foglio molto più grande su cui è stata applicata la lavorazione della lente Fresnel.
L’oggetto ha un ciclo di vita potenzialmente infinito. Non presenta il problema della fragilità comune alle normali lenti di ingrandimento: è resistente e riutilizzabile.

Qualità espressivo/sensoriali

L’artefatto è composto da un unico materiale plastico, trasparente, presumibilmente PC o PMMA.
La scelta del materiale [dettata da uno scopo puramente funzionale] e la sua lavorazione per la realizzazione della lente di Fresnel lo rende ruvido sulla superficie superiore e fastidioso se grattato [come le lenticolari]

Qualità funzionali

L’artefatto ha lo scopo di facilitare la lettura, ingrandendo il supporto su cui è appoggiato.
La sua funzione è chiaramente comprensibile, in quanto si può facilmente notare che tutto ciò che si guarda attraverso il foglio risulta ingrandito: può essere quindi utilizzato anche per ingrandire qualunque particolare, non necessariamente scritto.
La sua realizzazione in materiale plastico gli permette di essere resistente e flessibile: lo si appoggia sul supporto per la lettura ed eventualmente si può “regolare” deformandolo leggermente. Proprio per il materiale in cui è prodotto che gli conferisce queste caratteristiche può essere adatto anche ai bambini.
E’ un oggetto che non può essere autoprodotto né personalizzato, e può essere sostituito da normali lenti di ingrandimento. Come queste si utilizza quindi generalmente in contesti domestici o in ufficio.

Bed Reader

Nome artefatto: Bed Reader
Tipologia di appartenenza: Leggio
Produttore: RobertPWL s.a.s
Anno e luogo di produzione: 2010, Verona
Dimensioni: Ingombri massimi: chiuso 38x32x10; aperto 38x62x8
Prezzo al pubblico: 120 €

Individuare a quale categoria appartiene l’artefatto
c) Artefatto complementare alla

This slideshow requires JavaScript.

2) )Descrivere l’artefatto nel momento del suo utilizzo/applicazione, , evidenziando in particolare l’aspetto più strettamente legato alla lettura (500 parole max)
L’apparecchio è agganciato al muro, in posizione chiusa: per aprirlo si tira il pomello che blocca il braccio e, tenendo il piano in plexiglass, lo si porta verso la posizione desiderata; dopodiché si lascia il pomello e si assicura il piano stringendo la manopola. A questo punto si può appoggiare il libro aperto sul piano di plexiglass e si può leggere senza sottoporre gli arti ad una tensione continua. Il piano di plexiglass è provvisto di una scanalatura utile a prendere il libro per cambiare le pagine.
Alla fine dell’utilizzo si richiude l’apparecchio seguendo un procedimento inverso a quello di apertura.

3) indicare tre aggettivi che caratterizzano l’artefatto
Sospeso – Pericolante – Comodo

4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche dell’artefatto.

Qualità morfologiche

L’artefatto è composto complessivamente da 7 componenti:
– braccio snodato + base di ancoraggio;
– piano in plexiglass;
– manopola di regolazione;
– pomello di sblocco.
Il sistema presenta due cerniere: una bloccata dal pomello in ottone che consente l’estensione del braccio, l’altra che consente la sistemazione del piano. Questo, tramite delle viti, viene fissato al braccio, che a sua volta viene assicurato alla parete tramite gli elementi di fissaggio più consoni a seconda del tipo di parete in questione.
In fase di dismissione è quindi possibile smontarlo e dividere il piano dal braccio.

Qualità espressivo/sensoriali

L’artefatto presenta una struttura in acciaio [con un piccolo pomello in ottone], mentre il sostegno per il libro è in plexiglass completamente trasparente.
Complessivamente le scelte di colore e materiali sono dovute ad esigenze puramente estetiche e funzionali.

Qualità funzionali

Il Bed Reader ha lo scopo di rendere più confortevole la lettura, evitando all’utente il costante utilizzo delle braccia per sostenere il libro.
E’ possibile infatti appoggiare sul piano trasparente il supporto aperto, ma l’aspetto negativo che ne consegue è che ogni due facciate lette bisogna riprendere in mano il libro per cambiare pagina [potrebbe essere quindi migliorato introducendo un meccanismo che eviti questo scomodo movimento ripetuto]. Ciò implica anche che possa essere utilizzato solo da una persona alla volta, in quanto è facile che due persone necessitino di cambiare pagina in momenti diversi, a seconda della velocità di lettura.
Nonostante questo il suo utilizzo è di immediata comprensione [non come il montaggio, che necessita di un manuale di istruzioni] e si può estendere anche ad usi secondari: potrebbe essere utile ad esempio per appoggiare il telecomando. Questo però dovrebbe essere provvisto di un grip che gli impedisca di scivolare, in quanto il piano in plexiglass rimane sempre inclinato: se così non fosse si potrebbe utilizzare anche per appoggiare altri oggetti o cibo.
Il Bed Reader è stato progettato appositamente per il contesto “camera da letto” e si propone di rendere più comoda la lettura quando sdraiati. Perciò non ci sono altri oggetti che possano sostituirlo [se non eventualmente un megaschermo sul soffitto], ma solo “modi” di leggere [proni, supini, sul fianco ecc.]

 

EVIDENZIATORE – M205 DUO, Pelikan

Nome artefatto: M205 DUO
Tipologia di appartenenza: EVIDENZIATORE
Produttore: PELIKAN
Red Dot Award Winnner nel 2011
Dimensioni: 12,2 cm
Prezzo al pubblico: € 75 La confezione che comprende la stilografica ed una boccetta di inchiostro Pelikan giallo evidenziatore da 30ml

Individuare a quale categoria appartiene l’artefatto

a) da utilizzare

prima o dopo la lettura

 

b) Da utilizzare durante

la lettura

This slideshow requires JavaScript.

Continue reading

Oggetto luminoso – Byobu

Scheda ARTEFATTI

Nome artefatto: Byobu
Tipologia di appartenenza: oggetto luminoso
Produttore: sconosciuto
Designer: Toshihiko Suzuki
Anno e luogo di produzione (se reperibile): 2002, Giappone
Dimensioni: versione da tavolo 30,5 x 21 cm; versione da terra 40,5 x 21 cm
Costo di produzione (se reperibile): non reperito
Prezzo al pubblico/gratuità (se reperibile): non definito

Individuare a quale categoria appartiene l’artefatto

b) Da utilizzare durante
la lettura

1)Almeno 3 immagini

This slideshow requires JavaScript.

Continue reading