Piazzale del Teatro Strehler (Teatro d’Europa)

Nome contesto: TEATRO

Tipologia: TEATRO STREHLER (TEATRO D’EUROPA)

Declinazione specifica: PIAZZALE D’INGRESSO

Individuare a quale categoria appartiene il contesto:

b) contesti neutri

1) Almeno 3 immagini

This slideshow requires JavaScript.

2) Descrivere il contesto nelle sue variabili ambientali (spaziali, dimensionali, di luce), di organizzazione   (500 parole max)

Al teatro vi si accede attraverso un piazzale con una breve scalinata. Lo spazio è aperto, e la luce solare illumina bene la facciata dove sono esposti dei drappi pubblicitari. Un albero isolato crea un ambiente ove sostare all’ombra, seduti sul muretto. È presente pure una rampa di accesso per disabili. Il colore dominante è il rosso dei mattoni del teatro,  mentre per il pavimento viene utilizzata una pietra grigio chiaro.

3) Indicare tre aggettivi che caratterizzano il contesto

aperto, luminoso, geometrico

4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche del contesto.

a.  Dove è localizzato?

Largo Paolo Grassi, nel centro di Milano (zona 1), quartiere Brera.

b.  E’ un luogo fisso o mobile?

È un luogo fisso.

c.  E’ pubblico o privato/domestico?

È un luogo pubblico.

d.  All’aperto o al chiuso/interno?

È uno spazio aperto.

e.  E’ accessibile in modo libero o codificato? (dettagliare 200 battute)

È accessibile attraverso la scalinata o attraverso la rampa (per disabili). È uno spazio aperto e pubblico, ma è visibilmente appartenente al complesso del teatro.

f.  E’ uno luogo specializzato funzionalmente in termini univoci (mono funzione-uso) o dagli usi multipli (funzioni-uso primarie e secondarie) o non specificati (funzioni-uso accessorie, potenziali o improprie)? (dettagliare 200 battute)

È un luogo nel quale si può attendere in coda per lo spettacolo, può essere un ritrovo o una semplice piazza dove sostare, seduti sulle scale o sul muretto, all’ombra di un albero.

g.  Quali sono i tempi di accessibilità dello spazio/contesto? (dettagliare 200 battute)

I tempi di accessibilità dello spazio variano a seconda del tipo di fruizione, da una coda per la biglietteria ad una sosta di 5 minuti per un panino o una sigaretta.

h.  E’ uno spazio strutturato/codificato o non strutturato/informale? (dettagliare 200 battute)

È uno spazio abbastanza informale, tuttavia è separato dalla piazza. L’accesso segue una determinata traiettoria, ed è separato da quello per i disabili.

i.  E’ attrezzato o equipaggiato rispetto alla sua eventuale funzione/i? Con che elementi (naturali o) dotazioni e dispositivi? (dettagliare 200 battute)

Il posto è equipaggiato con una rampa d’accesso per i disabili e dei corrimano per agevolare la salita/discesa delle scale.

j.  Lo spazio viene fruito individualmente o in più persone? Quante? (dettagliare 200 battute)

lo spazio viene fruito abitualmente da gruppi ristretti di persone, fino alla coda per la biglietteria con un numero di persone da considerarsi coincidente con i posti a sedere all’interno del teatro.

k.  Quali sono i ruoli dei vari attori all’interno dello spazio (codificati, non codificati)? Che azioni svolgono? (dettagliare 200 battute)

Il piazzale lascia relativa libertà di azione agli utenti (nei limiti del rispetto, della sicurezza e della legalità di un luogo che è parte integrante di un luogo culturale).

l.  Quali azioni relative al libro/lettura vi si possono svolgere (trasportare, leggere, comprare)? (dettagliare 200 battute)

Questo spazio, ben illuminato di giorno, isolato dalla strada, con più zone dove sedersi e sostare, rende la lettura piacevole

m.  Qual è azione principale relativa al libro/lettura che vi si svolge (o per la quale è pensato, progettato, strutturato…)?

leggere, discutere, scrivere

n.  Quali altre azioni (non relative al libro/lettura) vi si possono svolgere? (dettagliare 200 battute)

mangiare,fumare, aspettare, incontrarsi

o.  Come si muovono/comportano le persone all’interno dello spazio? (liberamente, secondo procedure/percorsi/azioni/obiettivi.. etc) (dettagliare 200 battute)

Le persone si muovono con libertà, seguendo però dei percorsi: vi sono zone di sosta e zone di transito

p.  Quali sono le modalità temporali di utilizzo dello spazio (durata, momento della giornata etc)? (dettagliare 200 battute)

Il posto è utilizzabile per tutta la giornata e la sera, a tempo indeterminato.

q.  Gli attori possono modificare lo spazio? Come? Con che ruoli? Temporaneamente? Permanentemente? Attraverso quali azioni, dotazioni etc? (dettagliare 200 battute)

Gli attori con la loro presenza modificano lo spazio creando zone di sosta (es. gruppi di persone sedute in cerchio o sulla scalinata) e zone di transito (corridoi vuoti tra le persone in sosta, file per la biglietteria)

r.  Quali sono gli aspetti positivi (relativi al libro/lettura e non) di questo contesto? E quelli negativi?

Lo spazio è isolato dal caotico centro cittadino, un’oasi dove chiunque può trovare un momento di pace. Tuttavia, vi è una relazione tra il numero di persone che effettivamente utilizzano questo spazio e la quantità di zone di sosta (spazi specializzati e non).

s.  Come questo contesto potrebbero essere migliorato, reso più idoneo, più funzionale, più efficace ad usi relativi al libro/lettura?

Questo contesto potrebbe essere migliorato con panchine e strutture che determinino degli spazi di sosta più accoglienti, rendendo il piazzale più “aperto” a persone che non sono utenti del teatro (anche in modo da invogliarle o trasmetter loro un’informazione o un messaggio)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s