Seduta – Amaca Parking

Nome artefatto: Amaca Parking
Tipologia di appartenenza: Seduta per esterni
Produttore: Esterni
Designer: Pasquale Covucci
Anno e luogo di produzione (se reperibile): Milano, 2006
Dimensioni: diametro di 8 m, altezza massima 2,50 m
Costo di produzione (se reperibile):
Prezzo al pubblico/gratuità (se reperibile):

Individuare a quale categoria appartiene l’artefatto

c) Artefatto complementare alla lettura

1)Almeno 3 immagini

This slideshow requires JavaScript.

2)Descrivere l’artefatto nel momento del suo utilizzo/applicazione, evidenziando in particolare l’aspetto più strettamente legato alla lettura (500 parole max)

L’artefatto crea un ambiente di relax e distensione attorno all’utente che, sdraiato, dondolandosi ritrova un po’ di tempo per sé, da dedicare ad attività amene come chiacchierare, ascoltare musica, riposare, leggere un libro. L’oggetto non entra in contatto diretto con il supporto, ma facilita le condizioni adeguate per leggere, ed è, perciò contestuale alla lettura.

3) indicare tre aggettivi che caratterizzano l’artefatto

rilassante – genuino – mobile

4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche dell’artefatto.

Qualità morfologiche

Rispondere in maniera discorsiva (max 500 parole) toccando i punti di seguito elencati, se rilevanti.

Indicare 2 tag che identifichino le qualità morfologiche dell’artefatto.

a) L’artefatto è composto da un unico pezzo o da più componenti? Se si Quali?

Amaca Parking è composta d varie amache poste a raggiera. Modulo: 4 tubi lunghi 2,50 m, 4 tubi di lunghezza 1,70 m, 4 giunti, 4 ruote; 10 amache.

b) Fa riferimento ad una geometria primitiva? Se si quale?

Fa riferimento ad un cerchio.

c) Comprende parti mobili (sportelli, cerniere, ecc..) o è un oggetto statico?

È un oggetto dinamico, infatti le amache possono dondolare, inoltre è dotato di ruote per spostarlo/configurarlo più agevolmente.

d) Con quale tecnica produttiva sono realizzati i componenti dell’artefatto?

I tubi sono realizzati tramite estrusione, mentre le amache sono intessute e impermeabilizzate.

e) Se composto da più parti, con quale tecnica sono assemblate le componenti principali dell’artefatto?

Le componenti sono assemblate mediante giunti e incastri.

f) L’artefatto è disassemblabile in fase di dismissione dello stesso?

Sì, l’artefatto è completamente smontabile e divisibile in base al materiale.

g) L’artefatto è riciclabile/riutilizzabile?

Sì, l’artefatto è riutilizzabile moltissime volte e riciclabile quasi completamente.

Qualità espressivo/sensoriali

(rispondere in maniera discorsiva, max 500 parole, toccando i punti di seguito elencati, se rilevanti)

Indicare 2 tag che identifichino le qualità espressivo/sensoriali dell’artefatto.

a) L’artefatto è composto da un unico materiale o da più materiali? Elencali.

L’artefatto è composto da due materiali principali, metallo e tessuto.

b) Ci sono componenti/parti progettate per entrare in contatto con l’utente?

Sì, in particolare le amache dove l’utente si stende.

c) Descrivi con 3 aggettivi le sensazioni veicolate dalla scelta del colore dell’artefatto

divertente – accogliente – caldo

d) Descrivi con 3 aggettivi le sensazioni veicolate dalla scelta del materiale dell’artefatto

resistente – rassicurante – flessibile

Qualità funzionali

(rispondere in maniera discorsiva, max 500 parole, toccando i punti di seguito elencati, se rilevanti)

Indicare 2 tag che identifichino le qualità funzionali dell’artefatto.

socializzazione – comfort 

a) L’artefatto è finalizzato al raggiungimento di un risultato (funzione primaria)?Quale?

Sì, è finalizzato a creare un diverso modo di fruire uno spazio (per esempio un parcheggio, una piazza) stendendosi e rilassandosi.

b) L’artefatto svolge più funzioni? Quale è la funzione principale, quali le secondarie/accessorie?

La funzione primaria che svolge è quella di area relax, in secondo luogo facilita la socializzazione fra chi si sta riposando sulle amache grazie alla disposizione di queste a raggiera.

c) La comprensione della destinazione d’uso è chiara? (ergonomia cognitiva)

Sì, immediata.

d) L’utilizzo è facile e confortevole? (ergonomia formale)

Sì, l’utilizzo è estremamente confortevole.

e) In che modo l’artefatto entra in relazione con la lettura o il supporto (libro, rivista..)? Lo coadiuva, lo influenza, lo condiziona, lo limita, lo ostacola… etc. ? (dettagliare 200 battute)

L’artefatto entra in relazione con la lettura creando l’ambiente adatto ad essa. Sarà, però, preferibilmente una lettura di piacere dal momento che la posizione sdraiata e dondolante induce uno stato di rilassatezza sconsigliabile se si deve affrontare lo studio o letture impegnative.

f) Viene usato in maniera individuale, in gruppo, o necessita di un numero di persone definito per poter essere utilizzato?

Può essere usato indistintamente in una o più persone, una per amaca.

g) Si usa da solo o insieme ad altri artefatti (oggetti complementari?)

Si può usare assieme ad una coperta se fa freddo o ad oggetti per il relax e il tempo libero, come possono essere un libro, un lettore mp3, un giornale di enigmistica, etc.

h) Può essere sostituito da altri oggetti che svolgono funzione analoga, simile (sostitutivi propri e impropri)?

Sì, può essere sostituito con altre sedute o lettini da esterni, anche se in realtà offre una soluzione innovativa di fruizione degli spazi pubblici.

i) E’ un artefatto che può essere autoprodotto o personalizzato?

Sì, può essere autoprodotto, non è di difficile costruzione. Infine, il progettista l’ha pensato per essere personalizzato.

j) Ha usi impropri?

Potrebbe diventare una zona di appoggio per la borsa o lo zaino se si è di passaggio, oppure, per i più piccoli, un oggetto su cui arrampicarsi.

k) Esistono quante e quali varianti (funzionali: bambini/anziani, culturali: oriente/occidente) di questo artefatto? In cosa differiscono tra loro?

Non esistono varianti specifiche, potenzialmente tutti possono fruire di questo oggetto-contesto.

l) L’artefatto richiede una competenza specifica per essere usato? Quale?

Non è richiesta nessuna specifica competenza per utilizzarlo.

m) Viene utilizzato in un contesto specifico? Quale?

È adatto a spazi aperti e pubblici, come possono essere parchi, piazze, parcheggi, spiagge, cortili.

n) Si utilizza in pubblico o in privato?

Si utilizza in pubblico.

o) Quanto tempo richiede il suo utilizzo?

Richiede un tempo a piacere, tutto quello che una persona vuole concedersi per rilassarsi. Tuttavia, se ci sono molte persone ad attendere di provarlo/utilizzarlo, sarebbe buona norma non prendersi più di pochi minuti.

p) Quali sono gli aspetti positivi di questo artefatto? E quelli negativi?

Aspetti positivi

Amaca Parking è la reinvenzione della seduta da esterni utilizzando uno degli oggetti tradizionali e privati del relax, l’amaca, facendone un’oggetto pubblico e fruibile da chiunque. È comoda e ispira simpatia a chiunque la veda, inoltre diventa un elemento di piacevole stacco nel contesto urbano.

Aspetti negativi

Ci sta un numero limitato di persone in contemporanea e non è il contesto adatto per impegni formali o lo studio o le letture impegnative.

q) Come questo artefatto potrebbe essere migliorato, reso più fruibile, più piacevole, più efficace, anche per un bacino di utenza più esteso (persone diversamente abili, di differenti nazionalità/etnie/religioni, etc…?)

Potrebbe essere migliorato estendendo il numero delle sedute, magari pensando ad una disposizione sfalsata fra il primo cerchio di posti e il secondo.

r) E’ un artefatto che implica un coinvolgimento mentale?

No, coinvolge un po’ l’emotività, perché induce nell’utente che lo vede per la prima volta un senso di familiarità e leggera nostalgia, oltreché curiosità e queste emozioni spingono l’utente ad entrare subito in sintonia con l’oggetto.

s) L’artefatto è finalizzato alla modifica del supporto/contesto? In modo reversibile o irreversibile?

Sì, le amache possono essere personalizzate anche permanentemente.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s