Leggio per vasca da bagno

Nome artefatto: Aquala
Tipologia di appartenenza: Leggio
Produttore: Umbra
Designer: Luciano Lorenzatti
Dimensioni: 71 x 22 x 4 cm
Costo di produzione (se reperibile):
Prezzo al pubblico/gratuità (se reperibile): 64 euro
Individuare a quale categoria appartiene l’artefatto
b) Da utilizzare durante
la lettura

This slideshow requires JavaScript.


2)Descrivere l’artefatto nel momento del suo utilizzo/applicazione, , evidenziando in particolare l’aspetto più strettamente legato alla lettura (500 parole max)
L’artefatto viene utilizzato nel momento in cui si voglia leggere qualcosa direttamente nella vasca da bagno senza la fatica di tenere il libro o rivista lontano dall’acqua evitando così il rischio di bagnarlo; il leggio viene appoggiato ai bordi della vasca e possiamo farlo scorrere per la lunghezza di essa appoggiando la rivista all’interno. Inoltre l’artefatto potrà anche essere utilizzato allo stesso tempo come piccolo contenitore per altri oggetti come sapone, bicchieri ecc…
3) indicare tre aggettivi che caratterizzano l’artefatto
rilassante, ingegnoso, polivalente
4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche dell’artefatto.
Qualità morfologiche
Rispondere in maniera discorsiva (max 500 parole) toccando i punti di seguito elencati, se rilevanti.
Indicare 2 tag che identifichino le qualità morfologiche dell’artefatto.
a) L’artefatto è composto da un unico pezzo o da più componenti? Se si Quali?
L’artefatto è composto da due parti di materiali differenti, quella centrale, nella quale vengono contenuti gli oggetti, è in bambù e le parti laterali, che fungono da supporto, sono in acciaio.
b) Fa riferimento ad una geometria primitiva? Se si quale?
L’artefatto non fa riferimento a geometrie primitive.
c) Comprende parti mobili (sportelli, cerniere, ecc..) o è un oggetto statico?
Le due parti laterali in acciaio sono mobili e smontabili e la parte centrale del blocco in bamboo è regolabile.
d) Con quale tecnica produttiva sono realizzati i componenti dell’artefatto?
Le parti metalliche di Aquala sono stampate mentre la parte centrale deriva da varie lavorazioni del bambù.
e) Se composto da più parti, con quale tecnica sono assemblate le componenti principali dell’artefatto?
Le componenti principali dell’artefatto sono incastrate tra di loro, infatti le maniglie laterali metalliche aderiscono tramite dei fori nella placca di bambù.
f) L’artefatto è disassemblabile in fase di dismissione dello stesso?
L’artefatto è certamente disassemblabile in fase di dismissione.
g) L’artefatto è riciclabile/riutilizzabile?
Gran parte dell’artefatto dovrebbe essere riutilizzabile.

Qualità espressivo/sensoriali
(rispondere in maniera discorsiva, max 500 parole, toccando i punti di seguito elencati, se rilevanti)
Indicare 2 tag che identifichino le qualità espressivo/sensoriali dell’artefatto.
a) L’artefatto è composto da un unico materiale o da più materiali? Elencali.
L’artefatto è composto da una parte in bambù e una in acciaio.
b) Ci sono componenti/parti progettate per entrare in contatto con l’utente?
Non ci sono particolari componenti specificatamente progettate per entrare in contatto con l’utente.
c) Descrivi con 3 aggettivi le sensazioni veicolate dalla scelta del colore dell’artefatto
Elegante, discreto, semplice
d) Descrivi con 3 aggettivi le sensazioni veicolate dalla scelta del materiale dell’artefatto
Sinuoso, robusto, particolare
Qualità funzionali
(rispondere in maniera discorsiva, max 500 parole, toccando i punti di seguito elencati, se rilevanti)
Indicare 2 tag che identifichino le qualità funzionali dell’artefatto.
a) L’artefatto è finalizzato al raggiungimento di un risultato (funzione primaria)?Quale?
La funzione dell’artefatto è la possibilità di leggere all’interno della vasca da bagno riducendo il rischio di bagnare il libro/la rivista e riducendo gli sforzi.
b) L’artefatto svolge più funzioni? Quale è la funzione principale, quali le secondarie/accessorie?
Oltre a svolgere la funzione di leggio l’artefatto può essere usato per appoggiare altri oggetti senza che essi si bagnino; ad esempio può tenere sollevati prodotti per il corpo, o magari un bicchiere e un piatto per mangiare qualcosa ecc…
c) La comprensione della destinazione d’uso è chiara? (ergonomia cognitiva)
La comprensione della destinazione d’uso è chiara infatti l’artefatto è destinato ad aderire alla vasca da bagno.
d) L’utilizzo è facile e confortevole? (ergonomia formale)
L’utilizzo dell’artefatto è immediato.
e) In che modo l’artefatto entra in relazione con la lettura o il supporto (libro, rivista..)? Lo coadiuva, lo influenza, lo condiziona, lo limita, lo ostacola… etc. ? (dettagliare 200 battute)
Il senso stesso dell’artefatto è dedicato alla lettura cercando di facilitarla in situazioni non estremamente congeniali ad essa, come fare il bagno.
f) Viene usato in maniera individuale, in gruppo, o necessita di un numero di persone definito per poter essere utilizzato?
Viene usato in maniera individuale.
g) Si usa da solo o insieme ad altri artefatti (oggetti complementari?)
Si usa appunto insieme a libri ma può essere utilizzato anche con altri artefatti.
h) Può essere sostituito da altri oggetti che svolgono funzione analoga, simile (sostitutivi propri e impropri)?
Potrebbe essere sostituito con degli oggetti impropri che permettano di tenere sollevato un libro dal livello dell’acqua senza sforzi fisici.
i) E’ un artefatto che può essere autoprodotto o personalizzato?
Parlando appunto di oggetti impropri che potrebbero svolgere una funzione analoga potremmo dire che potrebbero essere autoprodotti e personalizzati.
j) Ha usi impropri?
Ha usi impropri come ho spiegato in precedenza.
k) Esistono quante e quali varianti (funzionali: bambini/anziani, culturali: oriente/occidente) di questo artefatto? In cosa differiscono tra loro?
Questo artefatto possiamo dire che è unico e particolare nel suo genere.
l) L’artefatto richiede una competenza specifica per essere usato? Quale?
L’artefatto non richiede nessuna competenza specifica.
m) Viene utilizzato in un contesto specifico? Quale?
Viene utilizzato solamente quando vogliamo fare un bagno nella vasca e contemporaneamente leggere.
n) Si utilizza in pubblico o in privato?
Si utilizza in privato.
o) Quanto tempo richiede il suo utilizzo?
Il tempo di utilizzo del prodotto è a discrezione dell’utente, non ci sono limitazioni.
p) Quali sono gli aspetti positivi di questo artefatto? E quelli negativi?
Gli aspetti positivi di questo artefatto sono la possibilità di leggere nella vasca da bagno con il minimo sforzo mentre gli aspetti negativi sono l’ingombro, soprattutto in fase di doccia.
q) Come questo artefatto potrebbe essere migliorato, reso più fruibile, più piacevole, più efficace, anche per un bacino di utenza più esteso (persone diversamente abili, di differenti nazionalità/etnie/religioni, etc…?)
Rendendolo più leggero e più facile da spostare in fase di doccia potrebbe essere più comodo.
r) E’ un artefatto che implica un coinvolgimento mentale?
Esso non implica un coinvolgimento mentale.
s) L’artefatto è finalizzato alla modifica del supporto/contesto? In modo reversibile o irreversibile?
Il leggio non è finalizzato alla modifica del supporto.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s