Hamblin Glasses

Nome artefatto: Hamblin Glasses

Tipologia di appartenenza: Occhiali da lettura

Produttore: Nessuno

Designer: Sconosciuto

Anno e luogo di produzione (se reperibile): Londra 1932

Dimensioni: 14cm x 4cm

Costo di produzione (se reperibile): non reperibile

Prezzo al pubblico/gratuità (se reperibile): non reperibile

Individuare a quale categoria appartiene l’artefatto

c) Artefatto complementare alla lettura

This slideshow requires JavaScript.

2)Descrivere l’artefatto nel momento del suo
utilizzo/applicazione, , evidenziando in particolare l’aspetto più strettamente
legato alla lettura (500 parole max)

Gli “Hamblin Glasses” sono un particolare tipo di occhiali che permettono di leggere comodamente anche da sdraiati senza dover assumere una posizione scomoda con il collo; essi consistono principalmente in due lenti prismatiche che con l’ausilio di piccoli  pecchi proiettano l’immagine che si trova sotto di loro direttamente negli occhi.

3) indicare tre aggettivi che caratterizzano l’artefatto

originali – pratici – pesanti

4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche dell’artefatto.

Qualità morfologiche

Rispondere in maniera discorsiva (max 500 parole) toccando i punti di seguito elencati, se rilevanti.

Indicare 2 tag che identifichino le qualità morfologiche dell’artefatto.

semplice – vistoso

Gli “Hamblin Glasses” sono composti principalmente da una normale montatura  metallica da occhiali, della comune tipologia degli occhiali da vista, e da due particolari lenti prismatiche, appositamente progettate per convogliare la luce su due piccoli specchi che proiettano a loro volta l’immagine negli occhi; come ogni occhiale da vista anche gli “Hamblin Glasses” hanno due piccole cerniere in prossimità delle bacchette che permettono di richiuderli per riporli nella custodia; le viti che fanno da perno in queste cerniere costituiscono anche gli unici strumenti di assemblaggio del prodotto in analisi in quanto le lenti, in vetro,  sono montate ad incastro; in fase di dismissione le lenti sono separabili dalla montatura per facilitare le operazioni di riciclo dei materiali

Qualità espressivo/sensoriali

(rispondere in maniera discorsiva, max 500 parole, toccando i punti di seguito  lencati, se rilevanti)

Indicare 2 tag che identifichino le qualità espressivo/sensoriali dell’artefatto.

Freddo – duro

L’artefatto è composto da una montatura in
materiale metallico e due lenti in vetro, la montatura, come tutte le montature
oculistiche, entra in contatto col viso dell’utente e utilizza la parte
superiore delle orecchie per agganciarsi alla testa

Qualità funzionali 

(rispondere in maniera discorsiva, max 500 parole, toccando i punti di seguito elencati, se rilevanti)

 Indicare 2 tag che identifichino le qualità funzionali dell’artefatto.

Ingegnoso – semplice

L’artefatto è progettato per permettere all’utente di leggere un libro in posizione distesa senza sforzare i muscoli del collo per sollevare la testa e senza l’ausilio di cuscini; sebbene l’aspetto degli “Hamblin Glasses”  tradisca già al primo sguardo una destinazione d’uso particolre, questa non è immediatamente identificabile se non dopo averli indossati; questo particolare prodotto è di facile utilizzo in quanto si indossa come un qualsiasi paio di occhiali ; esso rende possibile la lettura in una condizione che generalmente comporta sforzo fisico; è un oggetto dall’utilizzo prettamente personale e non necessita di altri altre fatti (fatta esclusione ovviamente del supporto da leggere); non esistendo prodotti simili o che svolgano la stessa funzione, l’unico artefatto che può
aiutare l’utente nella lettura in posizione distesa in assenza degli “hamblin glasses” è il classico cuscino. A causa della particolare natura delle lenti e la difficoltà nel lavorare il metallo, non è possibile auto produrre gli “Hamblin Glasses”;l’artefatto non necessita di specifiche competenze per utilizzarli, ne di particolari predisposizioni fisiche anche grazie all’esistenza di due varianti di lunghezza delle bacchette Gli aspetti positivi degli “hamblin Glasses” sono quelli relativi alla posizione assumibile per la lettura, completamente sdraiata, diversamente impensabile in quanto non permetterebbe la lettura senza un’enorme sforzo muscolare; gli aspetti negativi invece riguardano soprattutto l’estetica dell’artefatto: non dovrebbe essere difficile rivisitare il prodotto, anche alla luce della sua progettazione di vecchia data.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s