Ditale sfogliacarte

Nome artefatto: Ditale Laufer
Tipologia di appartenenza: Ditale sfogliacarte
Produttore: Lebez
Dimensioni: diametro 17 mm
Prezzo al pubblico: 0,40 € circa al pezzo, venduto in scatole da 10 pezzi

Individuare a quale categoria appartiene l’artefatto
b) Da utilizzare durante la lettura

2)Descrivere l’artefatto nel momento del suo utilizzo/applicazione, evidenziando in particolare l’aspetto più strettamente legato alla lettura (500 parole max)
Si infila il ditale al dito che si usa per sfogliare le pagine. Grazie al grip presente sull’oggetto, si ha sufficiente presa sulla pagina per poterla sfogliare agevolmente.

3) indicare tre aggettivi che caratterizzano l’artefatto
Soffocante – Aggressivo – Perdibile – Prensile

4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche dell’artefatto.

Qualità morfologiche

Il ditale sfogliacarte è composto di un unico pezzo avente una forma simile ad un tronco di cono cavo, che calza perfettamente il dito: la superficie esterna presenta un grip [non disposto in maniera uniforme] che gli permette di svolgere al meglio il suo scopo e una cavità di non meglio precisata funzione [forse per non “soffocare” del tutto il dito]
Essendo realizzato completamente in caucciù naturale [probabilmente per semplice stampaggio] può essere riciclato.

Qualità espressivo/sensoriali

L’oggetto è fatto interamente di caucciù ed è appositamente progettato per essere in continuo contatto con la pelle dell’utente.
Non l’ho provato, ma a vederlo così mi da l’idea di un qualcosa di viscido che dopo un po’ che ce l’hai su ti comincia a sudare il dito e ti toglie l’aria al polpastrello.
Il grip esterno, forse troppo accentuato, fa pensare alla pelle di un dinosauro, soprattutto per la scelta del colore [in realtà probabilmente scelto per una questione di contrasto e di facile individuazione]

Qualità funzionali

Il ditale è finalizzato alla semplificazione dell’azione “sfogliare le pagine”.
Il dito asciutto spesso non riesce a far presa sulla singola pagina; le soluzioni sono quindi leccarsi il dito, utilizzare un bagnadita oppure calzare quest’oggetto, che, avendo pressoché la stessa forma del ditale da cucito, risulta di immediata comprensione.
Piuttosto avrei qualche dubbio sulla sua comodità d’utilizzo: toglie aria al polpastrello ed essendo di caucciù [con un accentuato grip] rischia di essere troppo aggressivo sulla pagina.
Naturalmente è utilizzato da una singola persona, ma non per forza si tratta di un oggetto personale: in un contesto in cui agiscono molti attori potrebbe essere messo a disposizione della collettività.
Non dispone di un contenitore se non la scatola con cui è stato venduto: essa contiene altri 9 ditali, quindi è improbabile che la si porti in giro per riporvelo dopo l’utilizzo; in questo modo il ditale viene presumibilmente abbandonato in borsa o in un posto in cui si può averlo a portata di mano, ma il rischio di perderlo è alto, date le sue ridotte dimensioni.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s