Artefatto a scelta – Lampada – LPO1 Lampada Poltrona

Nome artefatto: LPO1 Lampada Poltrona
Tipologia di appartenenza: lampada

Produttore: Azucena

Designer: Luigi Caccia Dominioni (Italia)
Anno e luogo di produzione (se reperibile):
1979. Milano, Italia
Dimensioni: fascia 10 x 60 cm; diametro riflettore 9 cm
Costo di produzione (se reperibile): costo di produzione non reperibile
Prezzo al pubblico/gratuità (se reperibile): prezzo al pubblico non reperibile

Individuare a quale categoria appartiene l’artefatto

b) Da utilizzare durante la lettura

1) Almeno 3 immagini

This slideshow requires JavaScript.

2) Descrivere l’artefatto nel momento del suo utilizzo/applicazione, evidenziando in particolare l’aspetto più strettamente legato alla lettura (500 parole max)

LPO1 Lampada Poltrona è una lampada progettata per la lettura su poltrona o a letto. L’oggetto viene posizionato sullo schienale della poltrona o sulla testata del letto grazie alla fascia in pelle. L’utente utilizzerà l’oggetto per compiere delle attività, in particolare la lettura, mentre si trova seduto sulla poltrona o sdraiato a letto. Per accendere la luce l’utente dovrà premere l’interruttore posto sulla sommità della fascia posta sul lato anteriore della seduta, torcendosi leggermente su sé stesso, o compiendo solamente il movimento del braccio (comportamento meccanico/istintivo). Compiendo lo stesso movimento è possibile orientare il riflettore. Al termine dell’utilizzo l’utente spegne la lampada premendo nuovamente l’interruttore. (Portalampada E14, lampadina in dotazione a consumo ridotto 9 W – luminosità 45 W)

3) Indicare tre aggettivi che caratterizzano l’artefatto

ausiliario – posizionabile – classico

4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche dell’artefatto

Qualità morfologiche

(tags: essenziale – simmetria)

L’artefatto è composto da un riflettore realizzato con un processo di lavorazione di lamiera metallica (imbutitura, punzonatura, tranciatura); un braccio in metallo pressofuso; uno snodo in metallo composto da pezzi pressofusi e avvitati; un interruttore realizzato per stampaggio di materiale plastico composto da due parti (fissa e mobile)  incastrate (albero-foro) ; una fascia di pelle formata da due strati della stessa foggia fustellati, sovrapposti e cucita a mano sui bordi (fodera), e imbottita ad un’estremità in prossimità dell’interruttore. Il riflettore è saldato al braccio. Il braccio è avvitato allo snodo. L’interruttore e lo snodo sono assemblati alla fascia di pelle tramite un sistema di rivettatura sul quale sono saldati e avvitati, composto da due dischi realizzati in metallo pressofuso, della stessa foggia, posto uno sulla faccia anteriore della fascia e l’altro su quella posteriore comprimendo la fascia. La lampada è posta al centro della fascia; alle due estremità trovano spazio l’interruttore e un buco che permette la fuori uscita dei fili elettrici passanti all’interno della fascia. Formalmente l’oggetto fa riferimento a delle forme geometriche primitive: il riflettore è riconducibile a una semisfera, il braccio a un cilindro raccordato a un’estremità con delle forme più complesse, riconducibili a un insieme di cilindri raccordati sovrapposti, sul fondo, lo snodo a un cilindro, l’interruttore a due cilindri di diametro diverso sovrapposti lungo lo stesso asse, i dischi alla base della lampada e dell’interruttore sono dei cilindri di altezza molto piccola e grande diametro uguali tra di loro, la fascia a un rettangolo con angoli arrotondati. L’oggetto ha una ricorrenza di forme circolari e cilindriche ed è dotato di simmetria. L’oggetto non è completamente disassemblabile in fase di dismissione: riflettore e braccio non sono disassemblabili, il disassemblaggio della lampada e dell’interruttore dalla fascia di pelle comporta la rottura di quest’ultima a causa della rivettatura permanente. Una volta disassemblate, parti metalliche, plastiche e in pelle possono essere divise e riciclate separatamente: il metallo viene rifuso, la plastica integrata a plastica nuova, la pelle può essere rigenerata.

Qualità espressivo/sensoriali

(tags: classico – pregiato)

L’artefatto è composto da più materiali: riflettore, braccio, snodo e dischi alla base della lampada e dell’interruttore sono realizzati in ottone con variante lucida o cromata; la fascia è realizzata in pelle Azucena color tabacco, nero o bordeaux; l’interruttore è realizzato in materiale plastico bianco. Le parti progettate per entrare in contatto con l’utente sono l’interruttore, l’area della fascia imbottita attorno all’interruttore, l’attaccatura della lampada (per poterla orientare) e la fascia in pelle. I materiali utilizzati rimandano a un’idea di “borghese, caldo e formale”. I colori rimandano a un’idea di “maschile, adulto e distinto”.

Qualità funzionali

(tags: illuminare – applicabile)

L’oggetto è stato pensato per essere posizionato, grazie alla fascia di pelle, sullo schienale di una poltrona o sulla testata di un letto per fornire illuminazione diretta e locale, in particolare durante la lettura. Il prodotto presenta una forte ergonomia cognitiva sia prima dell’utilizzo, per comprendere come posizionare l’oggetto, sia durante l’utilizzo, per comprendere come accendere e spegnere la luce, e come orientare il riflettore: l’interruttore è ben visibile e si diversifica dal resto della lampada grazie alla scelta del materiale e del colore; la forma della parte del braccio in prossimità dello snodo suggerisce il concetto di direzionabilità e snodabilità del braccio. L’utilizzo risulta abbastanza facile e confortevole ma presenta delle criticità: premere l’interruttore da seduti o sdraiati potrebbe risultare un’azione scomoda perché l’interruttore non è visibile, a meno che l’utente non faccia una torsione su sé stesso; tuttavia dopo alcune ripetizioni del gesto la posizione dell’interruttore viene memorizzata e il gesto diventa istintivo e facile da effettuare col solo movimento del braccio; la stessa considerazione vale per l’orientamento del riflettore. Se lo schienale della poltrona non è di ampiezza adeguata, l’oggetto potrebbe entrare in conflitto spaziale con la schiena o la testa dell’utente, o potrebbe cadere dallo schienale. Viene utilizzato in ambiente privato, domestico, in particolare in soggiorno e in camera da letto. L’utilizzo è individuale, ma a trarne beneficio sono anche altre persone: il fascio di luce emesso illumina la porzione di spazio dedicata alla lettura senza disturbare altri. Il tempo richiesto dal suo utilizzo può variare da pochi minuti a ore. Si deve necessariamente utilizzare assieme a una poltrona o un letto; in alternativa si può impropriamente utilizzare anche su altri supporti: comodini, tavoli, mensole, etc. Alternative a questo oggetto sono le lampade da tavolo, che però hanno bisogno di un piano di supporto come un tavolo, una scrivania, un comodino; lampade da terra, muro e a sospensione, che però forniscono una quantità di luce più diffusa; lampade portatili come torce; candele e lanterne. Non può essere autoprodotto e personalizzato; non esistono varianti funzionali; l’artefatto non richiede nessuna competenza specifica per essere utilizzato e non implica coinvolgimento mentale; non modifica il contesto in cui è inserito, né il supporto di lettura. Gli aspetti positivi riguardano la sua adattabilità, mobilità nel contesto domestico, il fatto che si possa utilizzare senza bisogno di piano di supporto, il fatto che fornisca luce in modo locale e diretto. Gli aspetti negativi riguardano la difficoltà d’uso con schienali poco ampi o con letti senza testata. L’oggetto potrebbe essere migliorato aggiungendo la possibilità di essere appeso momentaneamente al muro, per permettere di essere utilizzato anche con i letti senza testata; cambiando materiale e colori potrebbe essere reso più economico, accessibile, giovane e ironico, pur mantenendo le forme essenziali e pulite dell’oggetto.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s