Twins – Comodino

Nome artefatto: Twins
Tipologia di appartenenza: Comodino
Produttore: Lago Design
Designer:
Daniele Lago


Anno e luogo di produzione (se reperibile): 2004, Italia
Dimensioni: (dimensioni complessive dei due componenti sovrapposti)Larghezza 60 x Spessore 45 x altezza 38,5 cm (dimensioni complessive del singolo modulo)Larghezza 60 x Spessore 45 x altezza 26 cm
Costo di produzione (se reperibile): /
Prezzo al pubblico/gratuità (se reperibile): 700 – 800 euro circa.

Individuare a quale categoria appartiene l’artefatto

a) Contenere / conservare
prima o dopo la lettura

b)

c)

1)

This slideshow requires JavaScript.

 

2)Descrivere l’artefatto nel momento del suo utilizzo/applicazione, , evidenziando in particolare l’aspetto più strettamente legato alla lettura (500 parole max)

Twins è concepito come mobile da utilizzare al fine di appoggiare oggetti che ruotano intorno all’oggetto principale della zona notte, ovvero il letto. Funge da base di appoggio per lampade da notte utili alla lettura e libri per chi gradisse leggere a letto. La riposizione del libro su di esso puo’ aversi sia appoggiandolo in orizzontale sulla superficie superiore dell’oggetto come avviene solitamente con i comodini o altri oggetti sostituivi, sia sfruttando la morfologia dei componenti ad L che possono essere disposti in modo da sfruttare le superfici verticali dell’oggetto contro le quali il libro trova un appoggio per restare in piedi, come in una libreria, asseconda la necessità di disporre libri in un ordine non casuale.Ognuno dei due moduli ad L corrisponde a un cassetto all’interno del quale riporre oggetti.

3)indicare tre aggettivi che caratterizzano l’artefatto

Versatile – personalizzabile – componibile

4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche dell’artefatto.

Qualità morfologiche

Rispondere in maniera discorsiva (max 500 parole) toccando i punti di seguito elencati, se rilevanti.

Indicare 2 tag che identifichino le qualità morfologiche dellartefatto.

ASIMMETRICO – CONTENITORE

a) L’artefatto è composto da un unico pezzo o da più componenti? Se si Quali?

La struttura esterna di ogni modulo a L è composta da 6 pannelli rettangolari montati su un pannello “schiena” a forma di L, descrivendo una cavità accessibile dal “fronte”. Ogni cassetto è composto da un pannello frontale ed un pannello “schiena” sempre a forma di L contro il quale sono montati 5 pannelli di legno che definiscono la volumetria generale del cassetto, lasciando una cavità accessibile dall’alto, inoltre è presente un pannello che divide asimmetricamente il cassetto in due scomparti. Sono presenti binari per lo scorrimento del cassetto.

b) Fa riferimento ad una geometria primitiva? Se si quale?

I due componenti ad L, posti uno sopra l’altro, costituiscono un parralelepipedo, mentre i componenti ad L, visti separatamente, sono la somma di due parallelepipedi.

c)Comprende parti mobili (sportelli, cerniere, ecc..) o è un oggetto statico?

Comprende parti mobili, possedendo due cassetti scorrevoli.

Vengono forniti per ogni cassetto 8 piedini da applicare al di sotto dei moduli a L.

d)Con quale tecnica produttiva sono realizzati i componenti dell’artefatto?

I pannelli sono costituiti sono in particolato di legno, successivamente laccati (facendo eccezione per il pannello sul retro della struttura).

e) Se composto da più parti, con quale tecnica sono assemblate le componenti principali dell’artefatto?

Sono assemblate a incastro, escluso i binari del cassetto che presentano avvitaggi.

I piedini vengono applicati dall’utente finale.

f) L’artefatto è disassemblabile in fase di dismissione dello stesso?

E’ disassemblabile.

g) L’artefatto è riciclabile/riutilizzabile? E’ un foglio di acciaio riciclabile all’infinito.

Il legno puo’ essere riciclabile per ottenere altro legno particolato, i piedini in gomma e le corsie in metallo pure una volta separate tra loro.

Qualità espressivo/sensoriali

(rispondere in maniera discorsiva, max 500 parole, toccando i punti di seguito elencati, se rilevanti)

Indicare 2 tag che identifichino le qualità espressivo/sensoriali dellartefatto.

ACCANTIVANTE – ESTROSO

a) L’artefatto è composto da un unico materiale o da più materiali? Principalmente, particolato in legno, successivamente laccato. I piedini sono in plastica, le corsie dei binari e le viti che le sostengono in metallo.

b) Ci sono componenti/parti progettate per entrare in contatto con l’utente?

Tutte le componenti, ad eccezione del retro e del lato inferiore del cassetto, sono pensate per la relazione con l’utente, basti pensare al fronte che funge da interfaccia per l’apertura del cassetto, alla superficie superiore che svolge la funzione di appoggio per gli oggetti utili all’utente e al contesto, e all’interno del comodino dove l’utente puo’ riporre oggetti che preferisce non esporre.

c)Descrivi con 3 aggettivi le sensazioni veicolate dalla scelta del colore dell’artefatto

eleganza – uniforme – accattivante

d) Descrivi con 3 aggettivi le sensazioni veicolate dalla scelta del materiale dell’artefatto

Elegante – tradizionale – caldo

Qualità funzionali

(rispondere in maniera discorsiva, max 500 parole, toccando i punti di seguito elencati, se rilevanti)

Indicare 2 tag che identifichino le qualità funzionali dellartefatto.

VERSATILE – PERSONALIZZABILE

a) L’artefatto è finalizzato al raggiungimento di un risultato (funzione primaria)?Quale?

Contenere al suo interno altri oggetti.

b) L’artefatto svolge più funzioni? Quale è la funzione principale, quali le secondarie/accessorie?

Quello di poter fungere da appoggio in maniera stabile e comoda per oggetti in prossimità del letto.

c)La comprensione della destinazione d’uso è chiara? (ergonomia cognitiva)

Malgrado la forma non consueta, date le dimensioni è piuttosto facile intuire che si tratti di un sidetable con cassetti, puo’ essere meno intuibile la possibilità di poter disporre i componenti a piacimento.

L’utilizzo è facile e confortevole? (ergonomia formale)

La possibilità di disporre i libri sia in verticale come in libreria, che in orizzontale come avviene solitamente sui comodini. Inolre la possibilità di disporre con una certa configurazione, di ben 3 piani  d’appoggio a livelli sfalsati su cui disporre oggetti riduce il rischio che gli oggetti interferiscano – urtino tra loro cadendo giu’ dal piano.

e) In che modo l’artefatto entra in relazione con la lettura o il supporto (libro, rivista..)? Lo coadiuva, lo influenza, lo condiziona, lo limita, lo ostacola… etc. ? (dettagliare 200 battute)

Consente di disporre i libri su di esso sia in orizzontale (in singolo o in pile) oppure in verticale quando la configurazione dei moduli scelta è quella idonea a tali.

f) Viene usato in maniera individuale, in gruppo, o necessita di un numero di persone definito per poter essere utilizzato?
Individuale, essendo la postazione del letto un aspetto intimo dell’ambiente domestico e anche in letti matrimoniali, ognuno dei due lati del letto corrisponde a una sola persona.

g) Si usa da solo o insieme ad altri artefatti (oggetti complementari?)

E’ frequente la presenza di libri sopra di un comodino piuttosto che una sveglia o un telefono, ma l’oggetto con cui si accosta piu’ frequentemente sono le lampade da notte.

h) Può essere sostituito da altri oggetti che svolgono funzione analoga, simile (sostitutivi propri e impropri)?

Come semplice appoggio puo’ essere sostituito da oggetti con piani d’appoggio, nella sua funzione di contenitore invece no.

  1. E’ un artefatto che può essere autoprodotto o personalizzato?

Utilizza tecnologie non estramamente complesse per la struttura, ma la laccatura della superficie è piuttosto improbabile da riprodurre a casa con buoni risultati.

j) Ha usi impropri?

Potrebbe essere utilizzato come scalino, o anche come tavolino (appoggiato contro un muro, ricordiamo che non ha finiture sul retro) nella zona giorno.

k) Esistono quante e quali varianti (funzionali: bambini/anziani, culturali: oriente/occidente) di questo artefatto? In cosa differiscono tra loro?

Esistono varianti di colore e di dimensione (ma in quel caso si parla di un comò, non piu’ di un comodino).

l) L’artefatto richiede una competenza specifica per essere usato? Quale?

Non la richiede.

m)Viene utilizzato in un contesto specifico? Quale?

Nella camera da letto.

n) Si utilizza in pubblico o in privato?

In luogo privato, a casa o nell’ambito del contract.

o) Quanto tempo richiede il suo utilizzo?

L’azione dal punto di vista dell’utente è istantanea (ovvero, l’atto di appoggiare sul comodino), mentre dal punto di vista dell’oggetto (ovvero la funzione di fare da appoggio) puo’ durare anche molto tempo.

p) Quali sono gli aspetti positivi di questo artefatto? E quelli negativi?

Positivi: Possibilità di configurazione del prodotto in base alla necessità, aspetto curioso e accattivante.

Negativi: E’ un oggetto costoso. Le configurazioni, una volta impostate, risultano relativamente poco agevoli da modificare.

q) Come questo artefatto potrebbe essere migliorato, reso più fruibile, più piacevole, più efficace, anche per un bacino di utenza più esteso (persone diversamente abili, di differenti nazionalità/etnie/religioni, etc…?)

Potrebbe essere interessante invece di fornire dei semplici piedini, delle rotelle, ovviamente dopo aver operato in modo da rendere il blocco a L superiore indipendente da quello inferiore in quanto a stabilità.

r) E’ un artefatto che implica un coinvolgimento mentale?

Non implica un particolare coinvolgimento mentale.

s) L’artefatto è finalizzato alla modifica del supporto/contesto? In modo reversibile o irreversibile?

Rende il contesto piu’ comodo allo scopo della riposizione nel raggio d’azione di un libro e altri piccoli oggetti, consente la disposizione di lampade da notte e di libri in maniera ordinata.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s