Snoop – Sgabello – Gruppo11

Nome artefatto: Snoop
Tipologia di appartenenza: sgabello
Produttore: B-Line
Designer: Karim Rashid
Anno e luogo di produzione (se reperibile): 2011
Dimensioni: 710x470x400 mm
Costo di produzione (se reperibile): –
Prezzo al pubblico/gratuità (se reperibile): 178 $

Individuare a quale categoria appartiene l’artefatto

a) Contenere / conservare
prima o dopo la lettura

c) Artefatto complementare alla lettura

1)Almeno 3 immagini

This slideshow requires JavaScript.


2)Descrivere l’artefatto nel momento del suo utilizzo/applicazione, , evidenziando in particolare l’aspetto più strettamente legato alla lettura (500 parole max)

L’artefatto è pensato per utenti bambini e diventa occasione di lettura e svago: esso può essere utilizzato come seduta e allo stesso tempo conservare nelle tasche laterali i libri appena letti o che si intende riprendere in mano dopo una breve pausa.

Fornisce una base d’appoggio abbastanza ampia che lo rende anche panca o tavolino ed è impilabile, il che permette di guadagnare spazio, ma anche di trasformarlo in libreria o in una qualche costruzione giocosa per i bambini.

3) indicare tre aggettivi che caratterizzano l’artefatto

Colorato – Giocoso- Multifunzionale

4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche dell’artefatto.

Qualità morfologiche

Rispondere in maniera discorsiva (max 500 parole) toccando i punti di seguito elencati, se rilevanti.

a) L’artefatto è composto da un unico pezzo o da più componenti? Se si Quali?

L’artefatto è composto da un’unica componente.

b) Fa riferimento ad una geometria primitiva? Se si quale?

Sono individuabili geometrie primitive come cilindri ed ellissi.

c) Comprende parti mobili (sportelli, cerniere, ecc..) o è un oggetto statico?

È un oggetto statico.

d) Con quale tecnica produttiva sono realizzati i componenti dell’artefatto?

L’artefatto è realizzato mediante stampaggio rotazionale.

e) Se composto da più parti, con quale tecnica sono assemblate le componenti principali dell’artefatto?

L’oggetto è costituito da un’unica componente.

f) L’artefatto è disassemblabile in fase di dismissione dello stesso?

L’oggetto non richiede un disassemblaggio.

g) L’artefatto è riciclabile/riutilizzabile?

L’artefatto è in polietilene riciclabile.

Qualità espressivo/sensoriali

(rispondere in maniera discorsiva, max 500 parole, toccando i punti di seguito elencati, se rilevanti)

a) L’artefatto è composto da un unico materiale o da più materiali? Elencali.

L’artefatto è composto interamente in polietilene.

b) Ci sono componenti/parti progettate per entrare in contatto con l’utente?

Snoop è una seduta fatta per essere utilizzata dai bambini e presenta per questo superfici lisce, senza spigoli.

c) Descrivi con 3 aggettivi le sensazioni veicolate dalla scelta del colore dell’artefatto

Gioia – Spensieratezza – Ironia

d) Descrivi con 3 aggettivi le sensazioni veicolate dalla scelta del materiale dell’artefatto

Sicurezza – Stabilità – Comodità

Qualità funzionali

(rispondere in maniera discorsiva, max 500 parole, toccando i punti di seguito elencati, se rilevanti)

a) L’artefatto è finalizzato al raggiungimento di un risultato (funzione primaria)?Quale?

L’artefatto consente la seduta durante la lettura e non.

b) L’artefatto svolge più funzioni? Quale è la funzione principale, quali le secondarie/accessorie?

Lo sgabello può essere utilizzato anche come porta libri, panca, tavolino, se impilato libreria portaoggetti.

c) La comprensione della destinazione d’uso è chiara? (ergonomia cognitiva)

Le sue funzioni principali sono abbastanza chiare, sta poi nella creatività del bambino usarlo in tutte le sue possibili declinazioni.

d) L’utilizzo è facile e confortevole? (ergonomia formale)

La seduta è abbastanza confortevole, ma forse non adatta a lunghe soste, dove è preferibile una seduta imbottita.

e) In che modo l’artefatto entra in relazione con la lettura o il supporto (libro, rivista..)? Lo coadiuva, lo influenza, lo condiziona, lo limita, lo ostacola… etc. ? (dettagliare 200 battute)

L’artefatto consente al bambino di sedersi a leggere e di riporre un libro finita la lettura nell’apposito vano e prelevarne un’altra.

Se impilato lo sgabello crea anche una piccola libreria.

f) Viene usato in maniera individuale, in gruppo, o necessita di un numero di persone definito per poter essere utilizzato?

Non necessita di un numero definito di persone, può essere utilizzato sia singolarmente che, come spesso capita ai bambini mentre giocano, in gruppo.

g) Si usa da solo o insieme ad altri artefatti (oggetti complementari?)

Sì possono utilizzare più sgabelli Snoop per costruire nuovi oggetti e lo sgabello nasce all’interno di una collezione che prevede una seduta con schienale , Whoopi.

Insieme i due oggetti formano nelle loro varianti l’arredamento di una stanza per i giochi.

h) Può essere sostituito da altri oggetti che svolgono funzione analoga, simile (sostitutivi propri e impropri)?

Esistono molti altri tipi di sgabelli, librerie, ceste portaoggetti.

i) E’ un artefatto che può essere autoprodotto o personalizzato?

Pur avendo una forma apparentemente semplice la realizzazione fai da te di un oggetto del genere, dove le gambe sono cave per contenere i libri e allo stesso tempo unite al piano senza giunti garantendo un certo grado di sicurezza, potrebbe essere difficile.

Si potrebbe pensare ad una variante dove ad un semplice sgabello vengono applicate due buste laterali, ma si perderebbe quel senso di unità formale che dà lo sgabello Snoop.

L’artefatto per come è configurato permette di essere interpretato in modo personale dal bambino in diverse varianti (sgabello, tavolo, panca, libreria, portaoggetti…).

j) Ha usi impropri?

È pensato per limitare gli usi impropri e pericolosi che ne potrebbe fare il bambino.

k) Esistono quante e quali varianti (funzionali: bambini/anziani, culturali: oriente/occidente) di questo artefatto? In cosa differiscono tra loro?

Non esistono varianti di questo oggetto, nasce per essere utilizzato unicamente dai bambini.

l)L’artefatto richiede una competenza specifica per essere usato? Quale?

Lo sgabello, proprio perché destinato ad un utente bambino, non richiede particolari competenze.

m)Viene utilizzato in un contesto specifico? Quale?

Si potrebbe pensare di collocarlo in contesto domestico così come in un ambiente pubblico, come scuole, ma anche parchi, dato che è pensato per stare anche all’aperto senza subire danni.

n) Si utilizza in pubblico o in privato?

Può essere utilizzato sia in privato che in pubblico.

o) Quanto tempo richiede il suo utilizzo?

Generalmente si può pensare ad un uso non prolungato e discontinuo, data la tendenza dei bambini a stancarsi presto della stessa attività e la sua natura di sgabello, che quindi implica una sosta breve

Nella sua modalità di tavolino o libreria potrebbe richiedere invece un uso più prolungato.

p) Quali sono gli aspetti positivi di questo artefatto? E quelli negativi?

L’artefatto è pensato per consentire lo svago del bambino in sicurezza e per stimolarne la creatività.

Lo spazio adibito a contenitore di libri è forse un po’ troppo piccolo, permette di conservare pochi libri alla volta.

q) Come questo artefatto potrebbe essere migliorato, reso più fruibile, più piacevole, più efficace, anche per un bacino di utenza più esteso (persone diversamente abili, di differenti nazionalità/etnie/religioni, etc…?)

Si potrebbe pensare di riprogettare il vano porta libri in modo che possa contenere anche oggetti di diverse dimensioni, trasformando lo gabello in una vera e propria postazione di gioco, magari munita di rotelle così che il bambino lo possa spostare autonomamente dove vuole.

r) E’ un artefatto che implica un coinvolgimento mentale?

L’azione di seduta avviene senza coinvolgimento mentale, diversamente dal pensare a quale configurazione dare a più sgabelli messi insieme.

s) L’artefatto è finalizzato alla modifica del supporto/contesto? In modo reversibile o irreversibile?

Il supporto alla lettura non viene modificato in alcun modo.  

Creato da : Gruppo11-Cartabianca

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s