Segnalibro – Shou bookmark

Nome artefatto: SHOU STAINLESS STEEL BOOKMARK
Tipologia di appartenenza: SEGNALIBRO
Produttore: S. Jewlry per DESIGN DISTRIBUTION
Designer: Stefany Egozy (Stefany Jewlry studio, Israele)
Luogo di produzione: Israele
Dimensioni: L 4,5 cm x W 4,5 cm x H 0,5
Prezzo al pubblico/gratuità (se reperibile): 22,95 dollari americani

Individuare a quale categoria appartiene l’artefatto

b) Da utilizzare durante
la lettura

This slideshow requires JavaScript.

2)Descrivere l’artefatto nel momento del suo utilizzo/applicazione, evidenziando in particolare l’aspetto più strettamente legato alla lettura (500 parole max)

L’oggetto si spilla alla pagina, ovvero la pagina viene inserita tra la “cornice” e la parte centrale decorata dell’oggetto (separate da un taglio parziale), premendo sulla parte centrale per sfasarla dal piano della “cornice”. Una parte di questa sporge dal libro chiuso, in modo che una volta che si vuole riprendere a leggere è semplice ritrovare il segno. Quando si legge il libro, bisogna toglierlo se copre l’area da leggere. Per estrarlo basta fare toglierlo con delicatezza dalla pagina, superiormente.

3) indicare tre aggettivi che caratterizzano l’artefatto

mistico, prezioso, eterno.

4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche dell’artefatto.

Qualità morfologiche

Rispondere in maniera discorsiva (max 500 parole) toccando i punti di seguito elencati, se rilevanti.

Indicare 2 tag che identifichino le qualità morfologiche dell’artefatto.

a) L’artefatto è composto da un unico pezzo o da più componenti? Se si Quali?

L’artefatto è composto da un solo componente

b) Fa riferimento ad una geometria primitiva? Se si quale?

Fa riferimento alla geometria primitiva del quadrato; le decorazioni all’interno sono floreali.

c) Comprende parti mobili (sportelli, cerniere, ecc..) o è un oggetto statico?

E’ un oggetto statico ma flessibile.

d) Con quale tecnica produttiva sono realizzati i componenti dell’artefatto?

Lavorazione manuale

g) L’artefatto è riciclabile/riutilizzabile?

E’ riciclabile.

Qualità espressivo/sensoriali

(rispondere in maniera discorsiva, max 500 parole, toccando i punti di seguito elencati, se rilevanti)

Indicare 2 tag che identifichino le qualità espressivo/sensoriali dell’artefatto.

a) L’artefatto è composto da un unico materiale o da più materiali? Elencali.

L’artefatto è interamente fatto di acciaio inox

b) Ci sono componenti/parti progettate per entrare in contatto con l’utente?

E’ pensato per interagire con la mano, e in particolare con i polpastrelli.

c) Descrivi con 3 aggettivi le sensazioni veicolate dalla scelta del colore dell’artefatto

Naturale, brillante, durevole

d) Descrivi con 3 aggettivi le sensazioni veicolate dalla scelta del materiale dell’artefatto

Brillantezza, genuinità, preziosità

Qualità funzionali

(rispondere in maniera discorsiva, max 500 parole, toccando i punti di seguito elencati, se rilevanti)

Indicare 2 tag che identifichino le qualità funzionali dell’artefatto.

a) L’artefatto è finalizzato al raggiungimento di un risultato (funzione primaria)?Quale?

E’ finalizzato al mantenere il segno dopo la fine della lettura.

b) L’artefatto svolge più funzioni? Quale è la funzione principale, quali le secondarie/accessorie?

Due funzioni coesistono come principali: decorazione\simbolo, segnalibro

Un’importante funzione secondaria e quella di tenere uniti fogli sparsi.

c) La comprensione della destinazione d’uso è chiara? (ergonomia cognitiva)

Da uno a dieci direi 5. E’ vero che ricorda un capolettera in stile miniato medievale, e ha anche il taglio per inserirvi la pagina da pinzare.

Se l’oggetto viene decontestualizzato, tuttavia, potrebbe sembrare una decorazione, un gioiello qualunque.

d) L’utilizzo è facile e confortevole? (ergonomia formale)

Si, nonostante il materiale lo renda spigoloso e duro al tocco.

e) In che modo l’artefatto entra in relazione con la lettura o il supporto (libro, rivista..)? Lo coadiuva, lo influenza, lo condiziona, lo limita, lo ostacola… etc. ?

L’artefatto ricorda quale pagina è stata letta per ultima l’ultima volta che si ha letto. Non è di utilità particolare ai fini della lettura in sè. Viene utilizzato nella fase conclusiva della lettura, cioè la sua interruzione. Se l’oggetto assolve in modo soddisfacente la sua funzione la lettura ne trae vantaggio soprattutto in termini di tempo, poichè in questo modo si può riprendere la lettura molto più in fretta.

Essendo forte la componente artistica in quest’oggetto, si può affermare che può dilettare la lettura, la cura e la collezione dei propri libri.

f) Viene usato in maniera individuale, in gruppo, o necessita di un numero di persone definito per poter essere utilizzato?

Si usa individualmente, a meno che non ci si alterni nella lettura con altri.

g) Si usa da solo o insieme ad altri artefatti (oggetti complementari?)

Si usa insieme al libro, o a fogli.

h) Può essere sostituito da altri oggetti che svolgono funzione analoga, simile (sostitutivi propri e impropri)?

Può essere sostituito dalla memoria umana (ricordarsi il numero dell’ultima pagina); può essere sostituito da qualsiasi foglio, cartolina; può essere sostituito da altri tipi di segnalibri.

i) E’ un artefatto che può essere autoprodotto o personalizzato?

Un buon artigiano o appassionato di incisione e lavorazione di metalli potrebbe riprodurlo.

j) Ha usi impropri?

Attaccarlo al frigorifero con una calamita, gli si può attaccare un anello e usarlo come portachiavi, i bambini giocando possono appoggiarlo su un foglio e ricalcarne le linee.

k) Esistono quante e quali varianti (funzionali: bambini/anziani, culturali: oriente/occidente) di questo artefatto? In cosa differiscono tra loro?

Questa serie di oggetti varia in base al materiale (placcato d’oro 24k, acciaio) e in base al simbolo di cui hanno la forma. Vi sono simboli provenienti da molte culture e paesi: questo sembra un capolettera di una miniatura medievale, altri ritraggono simboli orientali e altri simboli dei popoli delle steppe asiatiche (nell’antichità orafi di pregio).

l) L’artefatto richiede una competenza specifica per essere usato? Quale?

La mobilità degli arti.

m) Viene utilizzato in un contesto specifico? Quale?

E’ molto appropriato in una casa estrosa e ricca di collezioni, nonchè attaccato alle pagine di un libro new-age.

n) Si utilizza in pubblico o in privato?

In privato senza nessun problema. Se si è in un contesto pubblico viene utilizzato solo per i libri privati  che ci si porta con sè.  (Se si legge un libro della biblioteca in biblioteca non si utilizza quest’oggetto perchè non ci sono lunghe pause nella lettura e perchè si rischia di perderlo, in quanto non è usa-e-getta).

o) Quanto tempo richiede il suo utilizzo?

Un secondo, massimo due.

p) Quali sono gli aspetti positivi di questo artefatto? E quelli negativi?

E’ un oggetto raffinato e originale. Per contro segna le pagine. La sua finezza potrebbe essere apprezzata da una persona precisa, ma non il fatto che incastrando una pagina tra quelle lamelle (oltretutto di acciaio) si potrebbe non solo segnare, ma perfino strappare il libro. Un altro aspetto negativo è che costa troppo.

q) Come questo artefatto potrebbe essere migliorato, reso più fruibile, più piacevole, più efficace, anche per un bacino di utenza più esteso (persone diversamente abili, di differenti nazionalità/etnie/religioni, etc…?)

Maggior varietà di simboli, processi industriali per offrire l’oggetto a un prezzo inferiore.

r) E’ un artefatto che implica un coinvolgimento mentale?

L’unico coinvolgimento mentale è l’apprezzamento o la sintonia con le idee o comunque con ciò che rappresenta il simbolo.

s) L’artefatto è finalizzato alla modifica del supporto/contesto? In modo reversibile o irreversibile?

L’artefatto è finalizzato al diletto temporaneo della vista.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s