SEGNALETICA LIBRERIE/BIBLIOTECHE – Loren Corey Eiseley Public Library signage

Nome artefatto: Loren Corey Eiseley Public Library signage

Tipologia di appartenenza: Segnaletica in librerie/biblioteche

Produttore: Sampson Construction

luogo di produzione: Lincoln, Nebraska, USA

Individuare a quale categoria appartiene l’artefatto

    c) Artefatto complementare alla lettura

This slideshow requires JavaScript.

2)Descrivere l’artefatto nel momento del suo utilizzo/applicazione, evidenziando in particolare l’aspetto più strettamente legato alla lettura (500 parole max)

L’ambiente interno della Loren Corey Eiseley Public Library è strutturato come un ampio salone rettangolare che prende luce da lunghe finestre a nastro sui lati lunghi, nella parte alta delle pareti. Nella parte centrale dell’edificio, il soffitto è molto alto, e consente l’alloggio a tre immense sculture che potremmo chiamare pupazzi, sculture che fungono da segnali per raggiungere tre differenti aree della Biblioteca. Il primo dall’ingresso è un enorme globo terracqueo per indicare l’Internet Point; più avanti, un razzo con un buffo personaggio guidano l’utente verso lo spazio dedicato ai giovanissimi, la Youth Collection; in fondo, una mano che sorregge una lente di ingrandimento segnala la presenza del Reference Desk. In realtà, non è quasi necessario che i pupazzi siano completati da scritte, altrettanto gommose e colorate, chiarificatrici: le raffigurazioni sono sufficientemente intuitive e significative.
Guidato dai pupazzi e dalla segnaletica grafica per terra e a pannelli sugli scaffali, l’utente è guidato nel vasto spazio della Library, per trovare il libro o il supporto multimediale che gli abbisogna.

3) Indicare tre aggettivi che caratterizzano l’artefatto

Fuoriscala, visibile, divertente

4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche dell’artefatto.

QUALITÀ MORFOLOGICHE

Rispondere in maniera discorsiva (max 500 parole) toccando i punti di seguito elencati, se rilevanti.

Indicare 2 tag che identifichino le qualità morfologiche dell’artefatto.  ENORME, CARICATURA

a)     L’artefatto è composto da un unico pezzo o da più componenti? Se si Quali?

Le tre gigantografie 3D appese nella Lincoln City Library sono ciascuna pezzi unici non disassemblabili.

b)     Fa riferimento ad una geometria primitiva? Se si quale?

Non si tratta di geometrie primitive, ma le gigantografie sono piuttosto caricature o raffigurazioni di oggetti esistenti: il “pupazzo” del Reference Desk è una mano con una lente di ingrandimento di forma circolare; la Youth Collection è raffigurata come un razzo spaziale con una forma riconducibile ad un cono; la zona Internet è un grosso globo terrestre, di forma sferica.

c)     Comprende parti mobili (sportelli, cerniere, ecc..) o è un oggetto statico?

Ogni gigantografia è un oggetto senza parti mobili.

d)    Con quale tecnica produttiva sono realizzati i componenti dell’artefatto?

Si  tratta di sculture in polistirolo verniciato, per essere leggere. Partendo da un grande blocco il polistirolo viene tagliato a filo caldo e levigato, poi colorato. Trattandosi di grandi sculture è possibile che siano state commissionate già di quella forma

e)     Se composto da più parti, con quale tecnica sono assemblate le componenti principali dell’artefatto?

Probabilmente, i pezzi sono composti da parti assemblate insieme per incollaggio.

f)      L’artefatto è disassemblabile in fase di dismissione dello stesso?

Non sono disassemblabili senza rompere l’oggetto di partenza

g)     L’artefatto è riciclabile/riutilizzabile?

È tranquillamente smontabile dai ganci al soffitto e appeso altrove, ma ciò snaturerebbe il contesto in cui è inserito e toglierebbe significato all’artefatto stesso.

 

QUALITÀ ESPRESSIVO/SENSORIALI

(rispondere in maniera discorsiva, max 500 parole, toccando i punti di seguito elencati, se rilevanti)

Indicare 2 tag che identifichino le qualità espressivo/sensoriali dell’artefatto. ATTRACTIVE, GIOCO

 a)     L’artefatto è composto da un unico materiale o da più materiali? Elencali.

Composto da più pezzi di polistirolo uniti e verniciati

b)     Ci sono componenti/parti progettate per entrare in contatto con l’utente?

Sono progettati per essere guardati dall’utente. Rimangono piuttosto distanti dall’utente perché sono appesi in alto, al soffitto, per essere sempre visibili. Non c’è altro tipo di contatto sensoriale con l’utente.

c)     Descrivi con 3 aggettivi le sensazioni veicolate dalla scelta del colore dell’artefatto

I colori sono brillanti opachi e piatti che ricordano i fumetti, ispirano divertimento e attirano l’attenzione, invogliando alla frequentazione della Biblioteca, soprattutto per invogliare i più piccoli. à fumettistico, invitante, ludico.

d)    Descrivi con 3 aggettivi le sensazioni veicolate dalla scelta del materiale dell’artefatto

Il materiale non resta visibile, piuttosto è colorato, verniciato, per simulare qualcosa di diverso in un tentativo di ricreare una nuova realtà  in stile fumetto

 

QUALITÀ FUNZIONALI

(rispondere in maniera discorsiva, max 500 parole, toccando i punti di seguito elencati, se rilevanti)

Indicare 2 tag che identifichino le qualità funzionali dell’artefatto.  REPERIBILITÀ, ARREDO

a)     L’artefatto è finalizzato al raggiungimento di un risultato (funzione primaria)?Quale?

Il primo scopo delle 3 “sculture” nella Library è rendere immediatamente reperibili e visibili le aree a cui fanno riferimento.

b)     L’artefatto svolge più funzioni? Quale è la funzione principale, quali le secondarie/accessorie?

Indubbiamente, il caratteristico aspetto colorato, divertente e fumettistico collabora a rendere allegro ed invitante l’ambiente della Biblioteca (funzione accessoria).

c)     La comprensione della destinazione d’uso è chiara? (ergonomia cognitiva)

La destinazione d’uso è chiara: è facilmente intuibile, infatti, che siano dei segnali fuoriscala per gli ambienti della Lincoln City Library.

d)    L’utilizzo è facile e confortevole? (ergonomia formale)

L’utilizzo è semplice poiché l’utente si limita solo a guardarlo.

e)     In che modo l’artefatto entra in relazione con la lettura o il supporto (libro, rivista..)? Lo coadiuva,  lo influenza, lo condiziona, lo limita,  lo ostacola… etc. ? (dettagliare 200 battute)

Gli artefatti coadiuvano la ricerca e la reperibilità dei libri e dei contenuti multimediali di cui si vuole usufruire.

f)      Viene usato in maniera individuale, in gruppo, o necessita di un numero di persone definito per poter essere utilizzato?

Si usa sia individualmente sia in gruppo.

g)     Si usa da solo o insieme ad altri artefatti (oggetti complementari?)

Gli oggetti complementari sono costituiti dalla cartellonistica e i pannelli con cui sono allestiti gli scaffali della Biblioteca, e dai segnali orizzontali che colorano la pavimentazione: ci sono infatti delle strisce colorate che collegano l’ingresso con le varie aree della Library, e che fungono da sentieri-guide. L’utente, in questo modo, è guidato da segnali fissi ma disposti a 360° intorno a sé: per terra, ad altezza sguardo, in alto sul soffitto.

h)    Può essere sostituito da altri oggetti che svolgono funzione analoga, simile (sostitutivi propri e impropri)?

Potrebbero essere sostituiti tranquillamente con più semplici cartelli scritti e pannelli appesi al loro posto.

i)      E’ un artefatto che può essere autoprodotto o personalizzato?

Date le dimensioni, è molto difficile ma comunque possibile auto produrre grossi pupazzi simili, o di altre forme col medesimo scopo.

j)      Ha usi impropri?

Se venisse tolto dalla posizione in cui è esposto, ciascuno di questi grossi “pupazzi” ha un evidente aspetto ludico, per cui è facile che un uso improprio possa essere usarlo come pallone, come giocattolo, ecc…

k)     Esistono quante e quali varianti (funzionali: bambini/anziani, culturali: oriente/occidente) di questo artefatto? In cosa differiscono tra loro?

Per ottenere la stessa visibilità esistono migliaia di varianti bidimensionali più semplici; questi sono particolarmente indicati per i bambini (non è un caso che uno dei tre segnali 3D sia dedicato alla Youth Collection e che abbia la forma di un’astronave).

l)      L’artefatto richiede una competenza specifica per essere usato? Quale?

No, nessuna competenza specifica richiesta.

m)   Viene utilizzato in un contesto specifico? Quale?

Viene usato nello specifico contesto della Loren Corey Eiseley Public Library.

n)    Si utilizza in pubblico o in privato?

La Library in questione è ad accesso pubblico, quindi l’utilizzo è da considerarsi pubblico.

o)     Quanto tempo richiede il suo utilizzo?

Non è specificabile: sono esposti sempre, quindi sempre visibili.

p)    Quali sono gli aspetti positivi di questo artefatto? E quelli negativi?

Positivi:
– attirano l’attenzione à visibilità della sezione indicata;
– attirano l’attenzione à invogliano a visitare la Biblioteca e tutti i suoi spazi;
– l’aspetto giocoso e i colori brillanti arredano piacevolmente un ambiente solitamente considerato austero e noioso come può essere una biblioteca.
Negativi:
– essendo posizionati in alto, non è possibile toccarli e “giocare” (anche se, in realtà, la cosa è voluta, perché non è questa la prima funzione che svolgono);
– è difficile spostarli da quella posizione anche soltanto per pulirli.

q)     Come questo artefatto potrebbe essere migliorato, reso più fruibile, più piacevole, più efficace, anche per un bacino di utenza più esteso (persone diversamente abili, di differenti nazionalità/etnie/religioni, etc…?)

Si potrebbe produrre altri pupazzoni dalle medesime funzioni per tutti gli altri ambienti della Biblioteca.

r)     E’ un artefatto che implica un coinvolgimento mentale?

Sì, il coinvolgimento avviene a livello emotivo per l’aspetto ludico e decorativo di questi artefatti.

s)     L’artefatto è finalizzato alla modifica del supporto/contesto? In modo reversibile o irreversibile?

Non modifica il supporto di lettura, ma modifica il contesto in maniera irreversibile (perché è complicato e macchinoso smontarli dalla posizione in cui si trovano), caratterizzandolo profondamente.

 

http://www.sampson-construction.com/content/eiseley-and-walt-library –> costruttore

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s