Chiesa durante un matrimonio.

Nome contesto: Chiesa.

Tipologia: Edificio pubblico, luogo di culto.

Declinazione specifica: Chiesa durante un matrimonio.

Individuare a quale categoria appartiene il contesto:

CATEGORIA b) contesti neutri

1) Almeno 3 immagini

This slideshow requires JavaScript.

2) Descrivere il contesto nelle sue variabili ambientali (spaziali, dimensionali, di luce), di organizzazione

La chiesa in cui si celebra un matrimonio è di norma molto ampia, illuminata di giorno dalla luce solare che filtra dalle finestre spesso colorate, l’altare è la parte in cui si celebra la cerimonia, dall’altro lato sono disposti i fedeli. L’aria ha di norma il sapore dell’incenso

3) indicare tre aggettivi che caratterizzano il contesto

Raccolto – Emozionante – Profumato

4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche del contesto.

  1. Dove è localizzato?

L’interno di una chiesa.

  1. E’ un luogo fisso o mobile?

Luogo fisso.

  1. E’ pubblico o privato/domestico?

Luogo pubblico.

  1. All’aperto o al chiuso/interno?

Al chiuso. All’interno della chiesa (raramente all’aperto)

  1. E’ accessibile in modo libero o codificato?

E’ codificato in quanto vi si accede dietro invito, capita spesso che persone estranee siano presenti.

  1. E’ uno luogo specializzato funzionalmente in termini univoci (mono funzione-uso) o dagli usi multipli (funzioni-uso primarie e secondarie) o non specificati (funzioni-uso accessorie, potenziali o improprie)?

E’ specializzato solamente in un’unica funzione, che ne comporta altre (tra queste la lettura).

  1. Quali sono i tempi di accessibilità dello spazio/contesto?

I tempi di accessibilità allo spazio sono brevi.

  1. E’ uno spazio strutturato/codificato o non strutturato/informale?

E’ uno spazio doppiamente codificato, dal punto di vista del suo essere un luogo di culto e da quello che vi si celebra un matrimonio.

  1. E’ attrezzato o equipaggiato rispetto alla sua eventuale funzione/i? Con che elementi (naturali o) dotazioni e dispositivi?

E’ equipaggiato rispetto alla sua funzione con banchi ovvero sedute multiple e da oggetti di culto.

  1. Lo spazio viene fruito individualmente o in più persone? Quante?

Lo spazio viene fruito da più persone, un numero indefinito intorno a quello degli invitati.

  1. Quali sono i ruoli dei vari attori all’interno dello spazio (codificati, non codificati)? Che azioni svolgono?

Vi sono due gruppi di attori, quelli impegnati nella cerimonia e coloro che vi assistono, fra i due gruppi avviene una trasmissione  di messaggi spesso svolta tramite lettura.

  1. Quali azioni relative al libro/lettura vi si possono svolgere (trasportare, leggere, comprare)?

Gran parte della celebrazione viene svolta leggendo da libri. I partecipanti possono seguire la cerimonia leggendo da libretti.

  1. Qual è azione principale relativa al libro/lettura che vi si svolge (o per la quale è pensato, progettato, strutturato…)?

 

  1. Quali altre azioni (non relative al libro/lettura) vi si possono svolgere?

Non vi si può svolgere molte altre azioni rispetto al seguire la cerimonia o celebrarla.

  1. Come si muovono/comportano le persone all’interno dello spazio? (liberamente, secondo procedure/percorsi/azioni/obiettivi.. etc)

Le persone di entrambi i gruppi di personaggi si comportano secondo la procedura dello svolgimento del rito.

  1. Quali sono le modalità temporali di utilizzo dello spazio (durata, momento della giornata etc)?

Lo spazio viene utilizzato il tempo necessario al matrimonio.

  1. Gli attori possono modificare lo spazio? Come? Con che ruoli? Temporaneamente? Permanentemente? Attraverso quali azioni, dotazioni etc?

Gli attori non possono modificare lo spazio, anche se di norma questo viene spesso preventivamente addobbato e quindi trasformato per l’occasione.

  1. Quali sono gli aspetti positivi (relativi al libro/lettura e non) di questo contesto? E quelli negativi?

Gli aspetti positivi del contesto stanno nella sua suggestività, nella sua quiete e nel suo essere, spesso, un luogo fresco; quelli negativi è che le letture presenti ufficialmente sono limitate.

  1. Come questo contesto potrebbero essere migliorato, reso più idoneo, più funzionale, più efficace ad usi relativi al libro/lettura?

Questo contesto potrebbe essere migliorato se nel contesto i comportamenti fossero meno schematicamente predefiniti e vi siano più letture a disposizione (quindi a scelta).

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s