TOILETTE-Toilette Domestica

Scheda CONTESTI

Nome contesto: TOILETTE

Tipologia: TOILETTE DOMESTICA

Declinazione specifica: TOILETTE DI UN APPARTAMENTO

Individuare a quale categoria appartiene il contesto:

CATEGORIA   b) contesti neutri  

This slideshow requires JavaScript.

2) Descrivere il contesto nelle sue variabili ambientali (spaziali, dimensionali, di luce), di organizzazione   (500 parole max)

Il bagno in questione è di dimensioni medie ed è ben strutturato spazialmente. La luce che entra dalla finestra è abbondante, e se non fosse necessaria è presente una lampada a soffitto. Il vaso sanitario è posto verso la finestra risultando così la zona più luminosa. Di fronte al vaso sanitario e al bidet è presente una vasca da bagno spaziosa che funge anche da doccia.

3) indicare tre aggettivi che caratterizzano il contesto

Pulito, Luminoso, Spazioso.

4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche del contesto.

  1. Dove è localizzato?

Il bagno in questione è localizzato in un appartamento.

  1. E’ un luogo fisso o mobile?

E’ un luogo fisso.

  1. E’ pubblico o privato/domestico?

E’ un luogo privato e domestico.

  1. All’aperto o al chiuso/interno?

E’ un bagno al chiuso.

  1. E’ accessibile in modo libero o codificato? (dettagliare 200 battute)

E’ accessibile in modo libero, se invitati all’interno dell’abitazione dal proprietario di casa.

  1. E’ uno luogo specializzato funzionalmente in termini univoci (mono funzione-uso) o dagli usi multipli (funzioni-uso primarie e secondarie) o non specificati (funzioni-uso accessorie, potenziali o improprie)? (dettagliare 200 battute)

E’ un luogo dagli usi multipli, ma tutti generalmente circoscritti a ciò che normalmente viene svolto in un bagno.

  1. Quali sono i tempi di accessibilità dello spazio/contesto? (dettagliare 200 battute)

Non vi sono tempi o limiti di accessibilità dello spazio.

  1. E’ uno spazio strutturato/codificato o non strutturato/informale? (dettagliare 200 battute)

E’ uno spazio non strutturato ed informale.

  1. E’ attrezzato o equipaggiato rispetto alla sua eventuale funzione/i? Con che elementi (naturali o) dotazioni e dispositivi? (dettagliare 200 battute)

Lo spazio in questione è equipaggiato in maniera completa per la sua funzione specifica, ma anche per leggere, essendo molto luminoso.

  1. Lo spazio viene fruito individualmente o in più persone? Quante? (dettagliare 200 battute)

Il numero di persone che fruiscono dello spazio nello stesso momento è dipendente da cosa si è andati a svolgere o eventualmente dal livello di pudicizia degli occupanti. E’ tuttavia sconsigliato l’accesso contemporaneo di più di 3 persone per motivi di spazio.

  1. Quali sono i ruoli dei vari attori all’interno dello spazio (codificati, non codificati)? Che azioni svolgono? (dettagliare 200 battute)

Nel bagno in questione ogni attore svolge azioni strettamente personali che non necessitano di spiegazioni.

  1. Quali azioni relative al libro/lettura vi si possono svolgere (trasportare, leggere, comprare)? (dettagliare 200 battute)

In bagno è possibile leggere contemporaneamente al dedicarsi alle più banali e comuni impellenze che in tale contesto vengono portate a compimento. E’ pratica comune tenere addirittura in bagno vari libri e/o riviste per non esserne sprovvisti nel momento del bisogno.

  1. Qual è azione principale relativa al libro/lettura che vi si svolge (o per la quale è pensato, progettato, strutturato…)?

Sebbene il bagno non sia pensato specificatamente per la lettura, questa è l’azione più praticata nello spazio, oltre a quelle direttamente collegate al contesto.

  1. Quali altre azioni (non relative al libro/lettura) vi si possono svolgere? (dettagliare 200 battute)

Ci si può detergere, lavare, preparare, profumare, depilare, bere e tutto ciò che è balzato in mente alla lettura della domanda e che per ovvi motivi non  sarà qui elencato.

  1. Come si muovono/comportano le persone all’interno dello spazio? (liberamente, secondo procedure/percorsi/azioni/obiettivi.. etc) (dettagliare 200 battute)

Le persone si muovono liberamente all’interno dello spazio secondo gli obiettivi preposti.

  1. Quali sono le modalità temporali di utilizzo dello spazio (durata, momento della giornata etc)? (dettagliare 200 battute)

Non vi sono limiti o modalità temporali esclusive di utilizzo.

  1. Gli attori possono modificare lo spazio? Come? Con che ruoli? Temporaneamente? Permanentemente? Attraverso quali azioni, dotazioni etc? (dettagliare 200 battute)

Gli attori possono modificare lo spazio sia temporaneamente (in base alle più banali necessità spaziali e/o funzionali) che permanentemente (è necessaria l’approvazione del proprietario dell’appartamento).

  1. Quali sono gli aspetti positivi (relativi al libro/lettura e non) di questo contesto? E quelli negativi?

Il più evidente aspetto positivo del leggere in questo contesto è la sovrapposizione di un’azione utile e piacevole ad altre che, piacevoli o meno, sono semplicemente necessarie . Un possibile aspetto negativo sta nel fatto di non essere nel contesto sensorialmente più appagante e stimolante per la lettura.

  1. Come questo contesto potrebbero essere migliorato, reso più idoneo, più funzionale, più efficace ad usi relativi al libro/lettura?

Il contesto potrebbe essere reso più agevole prevedendo e progettando elementi di arredo che oltre ai bisogni funzionali ovvi ed essenziali di un bagno domestico prevedano anche strumenti atti alla lettura.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s