Teatro – Ingresso dell’Auditorium di Milano fondazione Cariplo

This slideshow requires JavaScript.

Nome contesto: Teatro

Tipologia: Auditorium

Declinazione specifica: Ingresso dell’Auditorium di Milano fondazione Cariplo

Individuare a quale categoria appartiene il contesto:

CATEGORIA b) contesti neutri

1) Almeno 3 immagini

2) Descrivere il contesto nelle sue variabili ambientali (spaziali, dimensionali, di luce), di organizzazione   (500 parole max)

L’ingresso è situato al pian terreno di un grande edificio, affacciato su una piccola piazza alberata. Arioso, curato nelle finiture e con un’immagine molto pulita, chiara, luminosa. Dispone di ampie vetrine su tre lati del perimetro per far entrare luce, ma soprattutto per mostrare all’esterno ciò che accade dentro. Nelle ore serali l’ambiente è illuminato in modo diffuso da lampade a soffitto e a muro. I materiali utilizzati sono il marmo chiaro, il legno, il vetro. L’arredo è semplice, razionale, lineare, pulito. Tra gli elementi spiccano i banconi in legno, i tappeti rossi, gli espositori in ottone. L’ambiente è diviso in diverse aree in base alla funzione: ingresso, zona comfort, vendita biglietti, informazioni, vendita libretti, accesso al teatro.

3) Indicare tre aggettivi che caratterizzano il contesto

arioso – accogliente – trafficato

4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche del contesto

1. Dove è localizzato?

Largo Gustav Mahler, Milano. Zona centrale, in un contesto giovane e alternativo, ma allo stesso tempo storico (Navigli-Ticinese).

2. È un luogo fisso o mobile?

È un luogo fisso.

3. È pubblico o privato/domestico?

È un luogo privato, ma di esercizio pubblico.

4. All’aperto o al chiuso/interno?

È un contesto interno, ma molto affacciato sull’esterno.

5. È accessibile in modo libero o codificato? (dettagliare 200 battute)

L’accesso è libero. Infatti l’ingresso è un luogo di “transito” verso la sala, dove invece l’accesso è codificato tramite un biglietto. Può capitare che chi vi entra non sia né parte del personale, né uno spettatore o potenziale spettatore.

6. È un luogo specializzato funzionalmente in termini univoci (mono funzione-uso) o dagli usi multipli (funzioni-uso primarie e secondarie) o non specificati (funzioni-uso accessorie, potenziali o improprie)? (dettagliare 200 battute)

È un luogo dagli usi multipli: vi sono delle funzioni primarie, quali accoglienza degli spettatori, vendita/acquisto biglietti, ingresso nella sala; e delle funzioni secondarie, quali l’attesa, la vendita/acquisto di libretti, fornire agli spettatori materiale informativo, chiedere/fornire informazioni e assistenza. A queste funzioni si aggiungono degli usi accessori, in particolare all’attesa, quali la lettura, la conversazione, l’uso di passatempi, del telefono cellulare; e degli usi impropri, quali l’utilizzo dell’ambiente come luogo d’appuntamento o di attesa per poi dirigersi da un’altra parte.

7. Quali sono i tempi di accessibilità dello spazio/contesto? (dettagliare 200 battute)

L’auditorium ha un programma che prevede l’accesso tutte le sere della settimana. Gli addetti delle pulizie e manutenzione e i musicisti vi accedono il pomeriggio. Le maschere un’ora prima dello spettacolo concerto (20). Gli spettatori tra le 20 e le 21.

8. È uno spazio strutturato/codificato o non strutturato/informale? (dettagliare 200 battute)

È uno spazio strutturato. L’area è divisa in diverse aree in base alla funzione: ingresso, zona comfort, vendita biglietti, banco informazioni, vendita libretti, accesso al foyer. È uno spazio codificato: il personale presente nell’ambiente deve svolgere delle attività professionali precise, come anche il cliente in attese deve attenersi a delle regole comportamentali legate al buon senso in pubblico.

9. È attrezzato o equipaggiato rispetto alla sua eventuale funzione/i? Con che elementi (naturali o) dotazioni e dispositivi? (dettagliare 200 battute)

Ogni area dell’ambiente è attrezzata secondo la propria funzione: la zona comfort, dedicata all’attesa, è fornita di poltroncine e divani, tavolini, espositore di free press (ViviMilano), volantini, materiale informativo, brochure. È uno spazio fornito da ViviMilano. L’angolo biglietteria è dotato di bancone con casse e computer. L’angolo informazioni è dotato di bancone su cui è esposto materiale informativo. L’area per la vendita di libretti è dotato di tre piccoli banconi su cui viene esposto il materiale in vendita. Si può notare che i supporti su cui è esposto materiale informativo sono presenti in molti punti della sala. Nell’ambiente sono presenti diversi cestini.

10. Lo spazio viene fruito individualmente o in più persone? Quante? (dettagliare 200 battute)

Lo spazio viene fruito da un numero molto grande di persone. Nei momenti di punta (prima dell’inizio dello spettacole e alla fine) può essere attraversato da un flusso di circa 1260 persone circa (circa 100 persone alla volta) mentre nei momenti morti (durante lo spettacolo/concerto), l’ambiente è fruito solamente da maschere e vigili del fuoco (4-5 persone)

11. Quali sono i ruoli dei vari attori all’interno dello spazio (codificati, non codificati)? Che azioni svolgono? (dettagliare 200 battute)

I ruoli degli attori all’interno dello spazio sono codificati: gli spettatori transitano all’interno dell’ambiente con l’obiettivo di entrare in sala. Per fare questo devono comprare il biglietto. A queste azioni si può aggiungere l’attesa in coda, l’attesa dell’inizio dello spettacolo, l’attesa di altre persone, la richiesta di informazioni e assistenza, l’acquisto di libretto/libro, procurarsi il materiale informativo, il free press distribuito (Vivi Milano).

Il personale (maschere/biglietteria) ha l’obiettivo di vendere biglietti e accogliere gli spettatori. A queste azioni primarie forniscono informazioni e assistenza, distribuiscono materiale informativo gratuito, vendono libretti, mettono in ordine lo spazio quando vi è la necessità (materiale informativo sui tavoli e banconi espositivi,…). Il personale del teatro ha una divisa riconoscibile.

I vigili del fuoco devono essere presenti e osservano il luogo per entrare in azione in caso di necessità; sono riconoscibili dalla divisa.

Gli addetti alla pulizia e manutenzione svolgono mansioni di pulizia e manutenzione ordinaria e straordinaria, e hanno una divisa.

12. Quali azioni relative al libro/lettura vi si possono svolgere (trasportare, leggere, comprare)? (dettagliare 200 battute)

In questo contesto ci sono delle azioni legate al libro/lettura che possono compiere i clienti e altre svolte dal personale. I clienti possono prelevare il materiale informativo e i free press; comprare i libretti; portarsi libri propri da casa; leggere durante l’attesa durante la coda o nella zona comfort; trasportare le letture fino alla sala; leggere locandine di eventi e del programma. Un’azione che può essere svolta riguarda il buttare nei cestini il materiale prelevato. Tuttavia risulta poco comune, perché i clienti scelgono consapevolmente di appropriarsi del materiale e preferiscono conservarlo.

Le maschere possono esporre e mettere in ordine il materiale informativo, i free press e i libretti; vendere i libretti; distribuire materiale informativo, leggere per trascorrere il tempo nei momenti di non attività (durante il concerto). La maggior parte del corpo maschere è composto da studenti universitari: spesso le letture che affrontano nei momenti di non attività sono libri di testo e appunti.

13. Qual è azione principale relativa al libro/lettura che vi si svolge (o per la quale è pensato, progettato, strutturato…)?

L’azione principale relativo al libro/lettura che si svolge in questo ambiente è il prelievo di materiale gratuito, e secondariamente la lettura di esso.

14. Quali altre azioni (non relative al libro/lettura) vi si possono svolgere? (dettagliare 200 battute)

Sia gli spettatori che le maschere (nei momenti di non attività) vi possono svolgere una serie di azioni accessorie all’attesa: conversare; usare il telefono cellulare; svolgere passatempi (parole crociate, sudoku…). I clienti possono chiedere informazioni e assistenza, pagare il biglietto; registrarsi ad un abbonamento. Il personale dell’auditorium può sorvegliare l’ambiente; mettere in ordine l’arredo; attrezzature e materiale; fornire assistenza e informazioni; esporre materiale gratuito e in vendita; vendere libretti; distribuire materiale informativo. Gli addetti alla pulizia e manutenzione svolgono operazioni ordinarie e straordinarie di pulizia e manutenzione (pulire pavimenti e arredi, riparare impianti…). I vigili del fuoco sorvegliano l’ambiente ed entrano in azione in caso di necessità.

15. Come si muovono/comportano le persone all’interno dello spazio? (liberamente, secondo procedure/percorsi/azioni/obiettivi.. etc) (dettagliare 200 battute)

Gli spettatori si muovono secondo delle procedure precise: entrano all’ingresso dall’esterno, raggiungono la biglietteria per acquistare il biglietto, entrano in sala mostrando il biglietto alle maschere. Tra queste fasi primarie ci sono tutte le altre azioni secondarie e accessorie che possono essere eseguite senza un ordine preciso.

Il personale del teatro e i vigili del fuoco sono assegnato ad una posizione e mansione e generalmente non si muove da quella.

Gli addetti alla pulizia e manutenzione svolgono le proprie azioni ordinarie secondo percorsi precisi dettati dall’abitudine e dall’esperienza, e azioni straordinarie quando necessarie e richieste, andando ad agire secondo un obiettivo preciso.

16. Quali sono le modalità temporali di utilizzo dello spazio (durata, momento della giornata etc)? (dettagliare 200 battute)

Gli addetti delle pulizie e manutenzione e i musicisti vi accedono e vi lavorano nel pomeriggio.

Il personale del teatro e i vigili del fuoco vi lavorano ogni sera dalle 20 (un’ora prima dello spettacolo concerto) fino alle 23 circa (20-30 minuti dopo lo spettacolo).

Gli spettatori lo utilizzano in due momenti: tra le 20 e le 21 (prima dello spettacolo/concerto). L’uso può essere immediato (pochi minuti), ma anche molto lungo (1 ora), a seconda di diverse variabili (coda, attesa di qualcuno,…); dopo lo spettacolo/concerto (22.30 circa). L’uso è molto breve (pochi minuti), perché non vengono compiute azioni (se non l’eventuale acquisto di libretti o prelievo di materiale)

17. Gli attori possono modificare lo spazio? Come? Con che ruoli? Temporaneamente? Permanentemente? Attraverso quali azioni, dotazioni etc? (dettagliare 200 battute)

Il personale può spostare alcuni mobili secondo certe esigenze: banconi per esposizione e  vendita materiale, cestini, sedute, espositori; riordinare materiale informativo. Gli spettatori possono spostare/prelevare il materiale informativo, e spostare alcuni arredi, come ad esempio le sedute.

18. Quali sono gli aspetti positivi (relativi al libro/lettura e non) di questo contesto? E quelli negativi?

Aspetti positivi: vi è uno spazio dedicati all’attesa; il personale disponibile e presente; l’ambiente è ben illuminato, ampio, pulito; lo spazio per le attese (per attività legate o no all’auditorium) è confortevole

Aspetti negativi: il numero di sedute è esiguo; gli utenti senza borsa fanno fatica poi a trasportare la quantità di materiale distribuito o acquistato.

19. Come questo contesto potrebbe essere migliorato, reso più idoneo, più funzionale, più efficace ad usi relativi al libro/lettura?

Il contesto potrebbe essere migliorato dal punto di vista dell’attesa con un maggior numero di sedute per l’attesa; potrebbero essere fornite delle letture sulle quali sia indicato il tempo richiesto per la lettura in termini di tempo e di persone in coda davanti a sé; oppure ci potrebbe essere la possibilità di portarsi a casa la lettura che si sta leggendo durante l’attesa, continuandola a casa, a patto di lasciarne una di proprio possesso all’auditorium, in modo da creare una sorta di scambio e condivisione, cosa che renderebbe l’assortimento delle letture vario e sempre rinnovato; dal punto di vista del trasporto di materiale potrebbero essere distribuiti dei sacchetti o pacchetti per il trasporto di materiale in sala.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s