STUDIO TV – CHE TEMPO CHE FA

Scheda CONTESTI

Nome contesto: studio televisivo

Tipologia: studio televisivo per Talk Show d’attualità

Declinazione specifica: studio di “Che tempo che fa”

Individuare a quale categoria appartiene il contesto:

CATEGORIA   b) contesti neutri  

 

This slideshow requires JavaScript.

2) Descrivere il contesto nelle sue variabili ambientali (spaziali, dimensionali, di luce), di organizzazione   (500 parole max)

Il contesto dello studio televisivo di questo programma è un luogo dalle grandi dimensioni (600mq) in cui coesistono differenti figure e attori. Lo studio è suddiviso principalmente in tre aree: la zona del pubblico (platea); zona di ripresa (macchinisti, autori, registi); zona palco (scenografia e area inquadrata).
La zona del pubblico è disposta ad anfiteatro a gradoni e può accogliere circa 200 persone; la zona di ripresa è l’area in cui si muovono gli addetti ai lavori, generalmente coloro che non vengono ripresi. Le postazione fisse e mobili delle telecamere fanno parte di quest’area. Infine la zona inquadrata è semplice e arredata solamente con una scrivania e una poltrona per l’ospite montate su una pedana.
Per quanto riguarda le luci e l’illuminazione, questo studio è dotato di proiettori Stark, schermi che proiettano in tutto lo studio delle nuvole in movimento e uno schermo a 360° ciclorama; inoltre lo studio è provvisto di un impianto di diffusione audio all’avanguardia.

3) indicare tre aggettivi che caratterizzano il contesto

minimale, evocativo, mutevole

4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche del contesto.

  1. Dove è localizzato?
    Lo studio di “Che tempo che fa”, noto talk show italiano, appartiene agli studi Rai di Milano, nello specifico lo studio TV3 Rai Corso Sempione.
  2. E’ un luogo fisso o mobile?
    Il contesto è fisso, si tratta di uno studio di 600 mq alto 8,5 metri, si producono ben 4 programmi ogni settimana.
  3. E’ pubblico o privato/domestico?
    Il contesto è privato ed appartiene a Rai
  4. All’aperto o al chiuso/interno?
    Si tratta di un contesto chiuso
  5. E’ accessibile in modo libero o codificato? (dettagliare 200 battute)
    Accessibile come pubblico in modo codificato; se si vuole assistere direttamente alla presentazione bisogna iscriversi per partecipare come pubblico del programma, altrimenti è accessibile virtualmente anche da casa propria basta sintonizzarsi su Rai 3 per assistere in diretta alla performance.
  6. E’ uno luogo specializzato funzionalmente in termini univoci (mono funzione-uso) o dagli usi multipli (funzioni-uso primarie e secondarie) o non specificati (funzioni-uso accessorie, potenziali o improprie)? (dettagliare 200 battute)
    funzione primaria è quindi quella della trasmissione in diretta del talk show nel quale vengono inseriti ogni volta ospiti nuovi e dibattiti sempre differenti sulle tematiche correnti. Il contesto ha vari utilizzi: soprattutto ha la funzione di permettere dibattiti sull’attualità ma anche quello della presentazione di libri scritti da ospiti del programma
  7. Quali sono i tempi di accessibilità dello spazio/contesto? (dettagliare 200 battute)
    Per accedere fisicamente al contesto bisogna essere parte del team di registrazione, essere un ospite del programma o far parte del pubblico. Il pubblico può rimanere in studio per la sola durata del programma
  8. E’ uno spazio strutturato/codificato o non strutturato/informale? (dettagliare 200 battute)
    Lo spazio è codificato e strutturato; è presente una zona dedicata esclusivamente al pubblico che non può alzarsi o muoversi, c’è una zona dedicata al backstage con tutte le apparecchiature, le telecamere e i registi, infine lo stage dove si svolge l’azione. Ognuno ha il proprio posto
  9. E’ attrezzato o equipaggiato rispetto alla sua eventuale funzione/i? Con che elementi (naturali o) dotazioni e dispositivi? (dettagliare 200 battute)
    Lo studio televisivo è equipaggiato con telecamere e attrezzature necessarie a svolgere la funzione di ripresa. Microfoni, luci, sound ed effetti visivi sono coordinati dalla regia di Duccio Forzano.
  10. Lo spazio viene fruito individualmente o in più persone? Quante? (dettagliare 200 battute)
    Lo spazio viene fruito da più persone: lo studio si presenta con delle gradinate capaci di accogliere circa 200 persone.
  11. Quali sono i ruoli dei vari attori all’interno dello spazio (codificati, non codificati)? Che azioni svolgono? (dettagliare 200 battute)
    Gli attori di uno studio televisivo sono molteplici: il conduttore, che presenta gli ospiti ed è l’anima del dibattito; il regista che è colui che ha le redini del programma (Duccio Forzano), ne detta i tempi e coordina il tutto; i cameramen che inquadrano l’azione; i vari ospiti che parlano delle proprie esperienze, ed in alcuni casi presentano il proprio libro.
    Per quanto riguarda il backstage sono presenti molteplici figure quali tecnici video, audio, tecnici del suono che non sono quantificabili con un numero esatto. Parte fondamentale del programma è anche il pubblico che assiste animato dal personale di sala.
  12. Quali azioni relative al libro/lettura vi si possono svolgere (trasportare, leggere, comprare)? (dettagliare 200 battute)
    Nel contesto dello studio televisivo si possono leggere libri, presentarli al pubblico, citare pezzi di libri o consigliare alla lettura.
  13. Qual è azione principale relativa al libro/lettura che vi si svolge (o per la quale è pensato, progettato, strutturato…)?
    L’azione principale è quella del dibattito e della presentazione del libro da parte dell’autore. Lo studio televisivo non ha una parte dedicata esclusivamente alla presentazione dei libri, ma  avviene al centro dello studio dov’è posta la scrivania del conduttore, luogo fulcro del programma.
  14. Quali altre azioni (non relative al libro/lettura) vi si possono svolgere? (dettagliare 200 battute)
    L’azione non relative alla lettura che viene svolta è la conduzione del programma e quindi tutto ciò che è dietro alla produzione dello stesso.
  15. Come si muovono/comportano le persone all’interno dello spazio? (liberamente, secondo procedure/percorsi/azioni/obiettivi.. etc) (dettagliare 200 battute)
    Ognuno all’interno dello studio televisivo ha un proprio ruolo e un range d’azione; le persone non possono comportarsi in maniera inusuale o caotica, deve essere tenuto un comportamento consono al luogo di lavoro; il pubblico deve seguire le indicazioni degli animatori di sala.
  16. Quali sono le modalità temporali di utilizzo dello spazio (durata, momento della giornata etc)? (dettagliare 200 battute)
    Lo studio da noi considerato viene utilizzato per quattro differenti programmi ogni settimana; il programma “Che tempo che fa” va in onda in diretta quindi la tempistica è fondamentale. Va in onda in diretta il sabato e la domenica dalle 20:10 alle 21:30.
  17. Gli attori possono modificare lo spazio? Come? Con che ruoli? Temporaneamente? Permanentemente? Attraverso quali azioni, dotazioni etc? (dettagliare 200 battute)
    Gli sceneggiatori e gli autori possono modificare lo spazio, talvolta sono modifiche temporanee della scena come ad esempio l’installazione di leggii, o l’aggiunta di sedie.
  18. Quali sono gli aspetti positivi (relativi al libro/lettura e non) di questo contesto? E quelli negativi?
    positivi: possibilità di avere un grande pubblico che assiste alla presentazione del libro (quello televisivo)
    l’allestimento dello spazio è mutevole e adattabile a varie situazioni e programmi.
    negativi: non c’è un vero momento di interazione del pubblico
  19. Come questo contesto potrebbero essere migliorato, reso più idoneo, più funzionale, più efficace ad usi relativi al libro/lettura?
    Riteniamo che lo scopo precipuo del programma sia quello di conduzione di un talk show e la parte relativa alla presentazione dei libri è adeguata
  20. … altro?

Fonte d’informazione:
http://www.chetempochefa.rai.it/dl/portali/site/page/Page-72d4d3e5-a5e7-4f5d-b4ce-da70ead94dac.html
http://www.soundlite.info/soundelite69/docs/CheTempoCheFa.pdf

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s