Stare al parco sotto la pioggia

Nome contesto: Acqua
Tipologia: Sotto la pioggia
Declinazione specifica: Stare al parco sotto la pioggia

Individuare a quale categoria appartiene il contesto:

CATEGORIA c) contesti impropri

1) Almeno 3 immagini

2) Descrivere il contesto nelle sue variabili ambientali (spaziali, dimensionali, di luce), di organizzazione (500 parole max)
Si tratta di uno spazio verde abbastanza ampio, con la presenza di alberi, piante, panchine e aree gioco. Gode di illuminazione naturale e artificiale nella ore notturne.

3) indicare tre aggettivi che caratterizzano il contesto
Umido – stimolante – atipico
4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche del contesto.
1. Dove è localizzato?
Di solito è situato all’interno dei centri cittadini per creare delle aree verdi ma vi si trovano anche nelle zone periferiche della città.

2. E’ un luogo fisso o mobile?
È un luogo fisso.

3. E’ pubblico o privato/domestico?
Pubblico.

4. All’aperto o al chiuso/interno?
All’aperto.

5. E’ accessibile in modo libero o codificato? (dettagliare 200 battute)
Accessibile in modo assolutamente libero siccome non si tratta di un luogo al chiuso e privato.

6. E’ uno luogo specializzato funzionalmente in termini univoci (mono funzione-uso) o dagli usi multipli (funzioni-uso primarie e secondarie) o non specificati (funzioni-uso accessorie, potenziali o improprie)? (dettagliare 200 battute)
È un luogo ad usi multipli, si possono svolgere svariate funzioni al suo interno come: fare una passeggiata, portare i figli a giocare, fare una partita a pallone con gli amici, portare a spasso il cane, leggere, studiare, fare un giro in bici, prendere il sole, fare pausa pranzo dal lavoro,…

7. Quali sono i tempi di accessibilità dello spazio/contesto? (dettagliare 200 battute)
È accessibile a qualsiasi ora del giorno durante tutto l’anno.

8. E’ uno spazio strutturato/codificato o non strutturato/informale? (dettagliare 200 battute)
È uno spazio informale.

9. E’ attrezzato o equipaggiato rispetto alla sua eventuale funzione/i? Con che elementi (naturali o) dotazioni e dispositivi? (dettagliare 200 battute)
Sono presenti all’interno strutture per lo svago dei più piccoli ( altalene, scivoli,..), possono esserci i “percorsi salute”, fontane. Lo spazio e attraversato da vialetti che possono essere percorsi a piedi o in bicicletta, vi sono molte panchine sulle quali soffermarsi, cestini per la raccolta dei rifiuti e lampioni per consentire un’illuminazione nelle ore notturne.

10. Lo spazio viene fruito individualmente o in più persone? Quante? (dettagliare 200 battute)
È fruito da un numero elevato di persone durante tutto l’arco della giornata.

11. Quali sono i ruoli dei vari attori all’interno dello spazio (codificati, non codificati)? Che azioni svolgono? (dettagliare 200 battute)
Gli attori svolgono un numero svariato di azioni, chi porta a spasso il cane, chi prende il sole, chi fa giocare i figli, chi pratica jogging, chi legge un libro o un giornale, chi pranza nella pausa lavorativa,…

12. Quali azioni relative al libro/lettura vi si possono svolgere (trasportare, leggere, comprare)? (dettagliare 200 battute)
Leggere un libro, un quotidiano, studiare, ripararsi dalla pioggia.

13. Qual è azione principale relativa al libro/lettura che vi si svolge (o per la quale è pensato, progettato, strutturato…)?
Ripararsi la testa in caso di pioggia mentre si cerca di tornare verso casa.

14. Quali altre azioni (non relative al libro/lettura) vi si possono svolgere? (dettagliare 200 battute)

15. Come si muovono/comportano le persone all’interno dello spazio? (liberamente, secondo procedure/percorsi/azioni/obiettivi.. etc) (dettagliare 200 battute)
Si muovono liberamente senza alcuna restrizione, mantenedo sempre un comportamento civile verso le altre persone e rispettoso dell’ambiente, preoccupandosi di non lasciare rifiuti per terra.

16. Quali sono le modalità temporali di utilizzo dello spazio (durata, momento della giornata etc)? (dettagliare 200 battute)
In generale sono le ore diurne della giornata.

17. Gli attori possono modificare lo spazio? Come? Con che ruoli? Temporaneamente? Permanentemente? Attraverso quali azioni, dotazioni etc? (dettagliare 200 battute)
Possono modificare lo spazio temporaneamente organizzando concerti, feste, manifestazioni, eventi sportivi.

18. Quali sono gli aspetti positivi (relativi al libro/lettura e non) di questo contesto? E quelli negativi?
Aspetti positivi: leggere o studiare un libro in uno spazio rilassante e all’aperto.
Aspetti negativi: il supporto non serve molto a riparare dalla pioggia e nel farlo potrebbe rovinarsi.

19. Come questo contesto potrebbero essere migliorato, reso più idoneo, più funzionale, più efficace ad usi relativi al libro/lettura?
Si potrebbe installare all’interno del parco una sorta di edicola adibita al prestito di libri da leggere nel parco in una zona appositamente allestita. Oppure una sorta di cestito dove chiunque può lasciare un libro da condividere con chiunque desideri.

20. … altro?

This slideshow requires JavaScript.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s