Spiaggia – Scogli, Costa Brindisina

Nome contesto: Spiaggia

Tipologia: Spiaggia con scoglio

Declinazione specifica: Costa Brindisina

Individuare a quale categoria appartiene il contesto:

CATEGORIA c) contesti impropri 

1) Almeno 3 immagini

 

This slideshow requires JavaScript.

2) Descrivere il contesto nelle sue variabili ambientali (spaziali, dimensionali, di luce), di organizzazione   (500 parole max)

La costa di Santa Cesarea Terme si presenta agli occhi di chi la guarda come impervia e frastagliata, costituita per la maggior parte da scoglio puro. Piccole insenature tra gli scogli creano un paesaggio mozzafiato. Addentrarsi non è un’azione così semplice, bisogna conoscere un minimo la zona, ma i risultati sono sempre soddisfacenti. Ci si arriva in auto e una volta arrivati bisogna proseguire tra gli scogli fino ad arrivare alla riva del mare. Il profumo di mare e natura pungente che si può sentire qui è unico e impareggiabile.

 

3) indicare tre aggettivi che caratterizzano il contesto

Romatico – Impervio – Scomodo – Mozzafiato

4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche del contesto.

1.    Dove è localizzato?

E’ la costa Brindisina

2.    E’ un luogo fisso o mobile?

E’ un luogo fisso

3.    E’ pubblico o privato/domestico?

E’ un luogo pubblico

4.    All’aperto o al chiuso/interno?

E’ all’aperto

5.    E’ accessibile in modo libero o codificato? (dettagliare 200 battute)

E’ accessibile in modo libero, anche se per arrivare in certi tratti bisogna essere della zona e avere una certa conoscenza del percorso da compiere.

6.    E’ uno luogo specializzato funzionalmente in termini univoci (mono funzione-uso) o dagli usi multipli (funzioni-uso primarie e secondarie) o non specificati (funzioni-uso accessorie, potenziali o improprie)? (dettagliare 200 battute)

Non è attrezzato per niente. Si è soli con la natura. Perciò si possono compiere le più svariate azioni poiché non ha un uso primario, ha molteplici usi primari, potenziali e impropri.

7.    Quali sono i tempi di accessibilità dello spazio/contesto? (dettagliare 200 battute)

E’ accessibile 24 ore su 24 anche se frequentarlo di notte si rivela un po’ pericoloso se non si è adeguatamente attrezzati.

8.    E’ uno spazio strutturato/codificato o non strutturato/informale? (dettagliare 200 battute)

E’ uno spazio informale

9.    E’ attrezzato o equipaggiato rispetto alla sua eventuale funzione/i? Con che elementi (naturali o) dotazioni e dispositivi? (dettagliare 200 battute)

L’unica dotazione che madre natura ha disposto è lo scoglio, dopo ciò nulla.

10. Lo spazio viene fruito individualmente o in più persone? Quante? (dettagliare 200 battute)

Lo spazio è fruito contemporaneamente da più persone, ma avendo un accesso più complicato rispetto quello della spiaggia con sabbia, ha un affluenza minore di persone, quindi su ogni piccola insenatura non se ne vedono mai più di una ventina.

11. Quali sono i ruoli dei vari attori all’interno dello spazio (codificati, non codificati)? Che azioni svolgono? (dettagliare 200 battute)

I ruoli degli attori non sono codificati e le azioni che compiono vanno da stare sdraiati a prendere il sole o a leggere, giocare a carte o quant’altro, fare tuffi nel mare dallo scoglio, fumare, bere, mangiare, ascoltare musica, disegnare, scrivere, pescare e quant’altro.

12. Quali azioni relative al libro/lettura vi si possono svolgere (trasportare, leggere, comprare)? (dettagliare 200 battute)

In questo contesto il libro lo devi portare da casa e fondamentalmente si deve avere cura di custodirlo, perché un’onda alta potrebbe arrivare sullo scoglio se la giornata è ventosa e bagnare tutto, inoltre lo si legge, o sdraiati per terra o seduti sul bordo dello scoglio con il mare e l’orizzonte di fronte a chi legge.

13. Qual è l’azione principale relativa al libro/lettura che vi si svolge (o per la quale è pensato, progettato, strutturato…)?

L’azione principale è leggere e conservare come meglio si può il libro.

14. Quali altre azioni (non relative al libro/lettura) vi si possono svolgere? (dettagliare 200 battute)

Altre azioni che si possono svolgere sono tante e sono quelle precedentemente elencate. Assolutamente è impensabile di giocare a racchettoni o a pallone. Per il resto si può fare di tutto.

15. Come si muovono/comportano le persone all’interno dello spazio? (liberamente, secondo procedure/percorsi/azioni/obiettivi.. etc) (dettagliare 200 battute)

Le persone in questo contesto si comportano in totale libertà. L’unica cosa a cui devono fare attenzione e a non farsi del male camminando sulla superficie dello scoglio.

16. Quali sono le modalità temporali di utilizzo dello spazio (durata, momento della giornata etc)? (dettagliare 200 battute)

Lo spazio è utilizzato sempre. La notte, anche l’inverno è frequentato da pescatori, in giornata da persone comprese in una fascia d’età dai sette ai cinquantenni sia la mattina che durante il pomeriggio. Naturalmente la frequenza è maggiore durante l’estate poiché ci si può fare il bagno, ma l’inverno è frequentato da coppiette o solitari che cercano un posto romantico per stare un po’ in po’ in pace, per leggere, scrivere, disegnare, oppure scambiarsi dolci effusioni.

17. Gli attori possono modificare lo spazio? Come? Con che ruoli?

Temporaneamente? Permanentemente? Attraverso quali azioni, dotazioni etc? (dettagliare 200 battute)

Gli attori solitamente non modificano questi spazi. L’unica cosa che ci si porta in questi contesti è un asciugamano per distendersi o un materassino, accompagnati da qualcosa da mangiare se si ha intenzione di restare l’intera giornata.

18. Quali sono gli aspetti positivi (relativi al libro/lettura e non) di questo contesto? E quelli negativi?

Leggere in questo contesto è veramente un’esperienza bellissima. Si è immersi nella poesia del luogo e nella poesia del libro creando forti sinergie. Aspetti negativi sono però che leggere in questo contesto è scomodo in quanto lo scoglio è duro, quindi starci steso o seduto anche per mezz’ora continuata può divenire quasi doloroso. Inoltre lo scoglio può essere umido se a ridosso del mare, col rischio di rovinare pericolosamente in libro.

19. Come questo contesto potrebbero essere migliorato, reso più idoneo, più funzionale, più efficace ad usi relativi al libro/lettura?

Si potrebbe pensare di creare qualcosa di supporto all’utente per farlo stare più comodo e asciutto durante la lettura.

20. … altro?

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s