Parrucchiere_Postazione taglio

Nome contesto: Parrucchiere

Tipologia: Estetica/cura del corpo

Declinazione specifica: Postazione taglio/piega/colore dal parrucchiere

Individuare a quale categoria appartiene il contesto:

CATEGORIA b) contesti neutri

1) Almeno 3 immagini

This slideshow requires JavaScript.


2) Descrivere il contesto nelle sue variabili ambientali (spaziali, dimensionali, di luce), di organizzazione   (500 parole max)

Il salone è illuminato perlopiù con luci artificiali al neon e ad incandescenza, ma trae luce anche da una finestra posta sulla parete destra di fianco alle postazioni. Lo spazio è suddiviso in 3 postazioni, ognuna dotata di specchio illuminato e sedie girevoli, poste sulla parete frontale rispetto all’entrata, Sulla parete destra vi è un’ulteriore postazione fra le due finestre. Due postazioni sono dotate di caschi e di fianco ad ognuna è presente un phon. Gli specchi sono corredati di mensolina portaoggetti e di poggiapiedi. Inoltre vi sono anche tre carrelli mobili con i materiali di cui si serve la parrucchiera mentre lavora.

3) indicare tre aggettivi che caratterizzano il contesto

Tecnologico – professionale – razionale

4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche del contesto.

  1. Dove è localizzato? È localizzato a Ferrara, in una via non molto trafficata, al piano terra di un condominio, dentro ad un salone di parrucchiere.
  2. E’ un luogo fisso o mobile? È un luogo fisso.
  3. E’ pubblico o privato/domestico?  È un luogo privato, gestito dalla titolare.
  4. All’aperto o al chiuso/interno? È al chiuso, all’interno di un salone.
  5. E’ accessibile in modo libero o codificato? (dettagliare 200 battute) La zona taglio/piega/colore è accessibile in modo codificato, ovvero su appuntamento nel momento in cui la parrucchiera chiede ai clienti di accomodarsi.
  6. E’ uno luogo specializzato funzionalmente in termini univoci (mono funzione-uso) o dagli usi multipli (funzioni-uso primarie e secondarie) o non specificati (funzioni-uso accessorie, potenziali o improprie)? (dettagliare 200 battute) È un luogo specializzato funzionalmente, deputato a varie funzioni: taglio dei capelli, piega, colore/colpi, permanente, etc…e sono tutte funzioni primarie del contesto. Come funzione secondaria potrebbe esserci quella dell’attesa, in caso il divanetto sia occupato e il cliente venga fatto accomodare lì un momento.
  7. Quali sono i tempi di accessibilità dello spazio/contesto? (dettagliare 200 battute) I tempi di accessibilità dello spazio/contesto sono in orario di apertura, in genere dalle 8.00 alle 17.00, dal martedì al sabato.
  8. E’ uno spazio strutturato/codificato o non strutturato/informale? (dettagliare 200 battute) È uno spazio strutturato, infatti ogni postazione ha diverse funzioni, ma sempre nell’ambito professionale del lavoro della parrucchiera. Le azioni da compiere e le modalità sono di immediata comprensione per gli attori coinvolti.
  9. E’ attrezzato o equipaggiato rispetto alla sua eventuale funzione/i? Con che elementi (naturali o) dotazioni e dispositivi? (dettagliare 200 battute) È attrezzato per la sue funzioni con tutte le dotazioni professionali di cui la parrucchiera può avere necessità per svolgere il suo mestiere (phon, mensola per i prodotti da usare per quella determinata cliente, caschi, carrelli, asciugamani, mantelline, etc..).
  10. Lo spazio viene fruito individualmente o in più persone? Quante? (dettagliare 200 battute) Lo spazio può essere fruito da due persone in contemporanea, cliente e parrucchiera.
  11. Quali sono i ruoli dei vari attori all’interno dello spazio (codificati, non codificati)? Che azioni svolgono? (dettagliare 200 battute) I ruoli sono decisamente codificati: la parrucchiera esercita il suo mestiere secondo le richieste della cliente, stando in piedi dietro alla seduta, posizione ottimale per svolgere l’azione. La cliente sta seduta e attende che la parrucchiera finisca il lavoro, magari chiacchierando o esprimendo le sue perplessità.
  12. Quali azioni relative al libro/lettura vi si possono svolgere (trasportare, leggere, comprare)? (dettagliare 200 battute) Durante il lavoro della parrucchiera vero e proprio non è molto facile leggere perché vi è la necessità di tenere la testa nelle posizioni imposte, quindi leggere può essere d’intralcio al lavoro. Tuttavia non è escluso che il cliente possa tenere un libro o una rivista fra le mani e leggerla durante il tempo di posa del colore, per esempio.
  13. Qual è azione principale relativa al libro/lettura che vi si svolge (o per la quale è pensato, progettato, strutturato…)? La postazione non è pensata per essere conforme alla lettura, ma già il fatto che siano presenti una seduta ed una mensola rende possibile leggere o appoggiare momentaneamente il libro.
  14. Quali altre azioni (non relative al libro/lettura) vi si possono svolgere? (dettagliare 200 battute) Le azioni ulteriori che vi si possono svolgere potrebbero essere fare conversazione, ascoltare musica, bere, mangiare, lavorare a maglia, pensare, osservare, etc…, ovviamente se si sta attendendo, quindi se la posizione rilassata lo consente.
  15. Come si muovono/comportano le persone all’interno dello spazio? (liberamente, secondo procedure/percorsi/azioni/obiettivi.. etc) (dettagliare 200 battute) I clienti non fanno particolari movimenti, l’unica a muoversi è la parrucchiera, che si sposta intorno al cliente mentre fa svolge il suo lavoro, segue procedure ben precise e deve avere tutto ciò che le serve a portata di mano.
  16. Quali sono le modalità temporali di utilizzo dello spazio (durata, momento della giornata etc)? (dettagliare 200 battute) La durata di utilizzo dello spazio, per quanto riguarda la titolare e i dipendenti, è di tutto l’arco della giornata lavorativa; per quanto riguarda i clienti, invece, varia da mezz’ora a due o tre ore, a seconda del lavoro da compiere  .
  17. Gli attori possono modificare lo spazio? Come? Con che ruoli? Temporaneamente? Permanentemente? Attraverso quali azioni, dotazioni etc? (dettagliare 200 battute) Gli unici attori autorizzati, eventualmente, alla modifica dello spazio sono la titolare e i dipendenti, i quali potrebbero decidere di modificarlo permanentemente cambiando il mobilio e le attrezzature, o temporaneamente spostandolo e pulendolo.
  18. Quali sono gli aspetti positivi (relativi al libro/lettura e non) di questo contesto? E quelli negativi? Aspetti positivi I clienti dispongono di una mensola dove appoggiare la propria lettura. Aspetti negativi La postazione non è decisamente un ambiente congeniale alla lettura, non è studiato per questo. Il lettore risente di vari disturbi: il rumore di phon in sottofondo e le persone che chiacchierano, inoltre non ha modo di appoggiarsi durante la lettura, se non sulle proprie ginocchia.
  19. Come questo contesto potrebbe essere migliorato, reso più idoneo, più funzionale, più efficace ad usi relativi al libro/lettura? Si potrebbe pensare ad un elemento rimovibile da installare alla seduta al quale appoggiarsi durante la lettura, per esempio mentre si attende sotto il casco o si tiene in posa il colore.
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s