luogo pubblico – Piazzetta per la Difesa delle Donne

Nome contesto: piazza campus universitario

Tipologia: luogo pubblico

Declinazione specifica: Piazzetta Difesa Per le Donne, Milano zona Bicocca

Individuare a quale categoria appartiene il contesto:

CATEGORIA b) contesti neutri

This slideshow requires JavaScript.

2) Descrivere il contesto nelle sue variabili ambientali (spaziali, dimensionali, di luce), di organizzazione  

La piazza analizzata è situata tra due edifici dell’università Bicocca di Milano. Essa è accessibile per mezzo di scale poiché è situata ad un livello inferiore al terreno. La piazza è caratterizzata dalle presenza di otto gazebi, ognuno dei quali ricopre due tavoli. Questi sono caratterizzati da un piano di tavole in legno sostenute da una struttura in ferro, così come le panchine ad essi adiacenti. L’intero sistema è fissato al suolo per mezzo di viti. Oltre a tavoli e panchine ogni gazebo sottende quattro fioriere ornamentali, altre piante e fioriere sono distribuite nella piazza in modo regolare. A separare le coppie di gazebi vicino vi sono otto cestini.

Vari lampioni cilindrici illuminano la piazza di notte. Di giorno invece è presente la luce naturale; un sistema di apertura manuale delle tende dei gazebi, come quello presenti nei camper, è utilizzato dagli utenti per creare dell’ombra sui tavoli/ sedute.

3) indicare tre aggettivi che caratterizzano il contesto

polivalente- pubblico-ricreativo

4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche del contesto.

  1. Dove è localizzato?Piazza per la Difesa delle Donne, Milano zona Bicocca.
  2. E’ un luogo fisso o mobile?Fisso.

     

  3. E’ pubblico o privato/domestico?Pubblico.

     

  4. All’aperto o al chiuso/interno?All’aperto.

     

  5. E’ accessibile in modo libero o codificato?È accessibile in modo libero.
  6. E’ uno luogo specializzato funzionalmente in termini univoci (mono funzione-uso) o dagli usi multipli (funzioni-uso primarie e secondarie) o non specificati (funzioni-uso accessorie, potenziali o improprie)?Il luogo non è specializzato funzionalmente. La grandezza dei tavoli fa intendere un utilizzo del luogo come centro di aggregazione, sia per i pasti/pause che per studiare a gruppi.
  7. Quali sono i tempi di accessibilità dello spazio/contesto?La piazza è luogo pubblico accessibile a qualsiasi ora.
  1. E’ uno spazio strutturato/codificato o non strutturato/informale?Lo spazio è informale. Non vi sono particolari codici da seguire.
  2. E’ attrezzato o equipaggiato rispetto alla sua eventuale funzione/i? Con che elementi (naturali o) dotazioni e dispositivi?È equipaggiato in modo da poter essere utilizzato per funzioni varie e libere durante l’arco della giornata: tavoli, sedute, gazebi, cestini, lampioni e fioriere sono ciò che arreda la piazza.
  3. Lo spazio viene fruito individualmente o in più persone? Quante?Lo spazio viene fruito in più persone. Ogni tavolo può ospitare fino a sei persone, quindi 48 persone in totale nella piazza posso stare sedute. Lo spazio rimandente, in mezzo e attorno ai tavoli, è comunque considerevole e può ospitare molte altre persone in piedi.
  4. Quali sono i ruoli dei vari attori all’interno dello spazio (codificati, non codificati)? Che azioni svolgono?Gli attori all’interno dello spazio sono quasi totalmente coloro che studiano e lavorano all’interno dell’università, ad eccetto del servizio di manutenzione e degli sporadici residenti o visitatori che giungono sul luogo. Studenti, ricercatori, in parte professori e personale sono quindi i principali fruitori della piazza. Il loro ruolo è di utilizzare gli spazi senza modificare la disposizione dell’arredo e senza sporcare.
  5. Quali azioni relative al libro/lettura vi si possono svolgere (trasportare, leggere, comprare)?I tavoli con le relative sedute sono utilizzati per leggere, scrivere e studiare principalmente da supporti cartacei dal momento che non è disponibile corrente elettrica. È possibile inoltre leggere alcuni manifesti di eventi, scolastici e non, e annunci di affitti di case, affissi nel luogo.

     

  6. Qual è azione principale relativa al libro/lettura che vi si svolge (o per la quale è pensato, progettato, strutturato…)?I tavoli presenti, e le tende parasole, oltre ad alte varie funzioni lasciano intendere un utilizzo per la letture.
  7. Quali altre azioni (non relative al libro/lettura) vi si possono svolgere? (dettagliare 200 battute)è possibile utilizzare lo spazio per consumare dei pasti, conversare, fumare e quant’altro sia inerente al fare una pausa.

     

  8. Come si muovono/comportano le persone all’interno dello spazio? (liberamente, secondo procedure/percorsi/azioni/obiettivi.. etc)Non vi sono particolari percorsi o procedure da svolgere nel luogo. Lo spazio lascia libera interpretazione ai fruitori.
  1. Quali sono le modalità temporali di utilizzo dello spazio (durata, momento della giornata etc)?Per la sua posizione e funzione lo spazio viene utilizzato solamente in orario universitario, quindi è molto difficile trovarvi qualcuno tra le 19 e le 8.30, e durante il week end.
  2. Gli attori possono modificare lo spazio? Come? Con che ruoli? Temporaneamente? Permanentemente? Attraverso quali azioni, dotazioni etc?L’unico elemento modificabile, in modo temporaneo, dello spazio sono le tende parasole poste sopra i tavoli.
  3. Quali sono gli aspetti positivi (relativi al libro/lettura e non) di questo contesto? E quelli negativi?Aspetti positivi

    la distanza tra i tavoli e la loro media capacità rendono il luogo adatto non solo ai rapporti interpersonali ma anche alla lettura o allo studio autonomo in caso non vi siano affollamento. Le tende parasole sono utile ad evitare fastidiosi riflessi sui supporti e rendono il posto fruibile anche durante le ore piu calde della giornata.

    Aspetti negativi

    Non è possibile utilizzare supporti digitali per leggere, se non per poco tempo, poiché non è possibile accedere alla corrente elettrica. L’accesso al luogo e l ‘utilizzo dei tavoli varia in funzione delle condizioni climatiche. È scomodo appoggiare penne o altri oggetti relativi a studio/lettura per la presenza di spazi tra le tavole di legno che compongono i piani dei tavoli.

     

  4. Come questo contesto potrebbero essere migliorato, reso più idoneo, più funzionale, più efficace ad usi relativi al libro/lettura?Il luogo potrebbe essere utilizzato come luogo di scambio o condivisione di testi. Il fenomeno degli annunci e delle avvissioni di manifesti potrebbe essere favorito con appositi spazi dedicati.
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s