Infopoint

Scheda CONTESTI

Nome contesto: Infopoint

Tipologia: Ufficio pubblico

Declinazione specifica: Infopoint di Milano, largo Cairoli

Individuare a quale categoria appartiene il contesto:
b)contesti neutri

1) Almeno 3 immagini

This slideshow requires JavaScript.

2) Descrivere il contesto nelle sue variabili ambientali (spaziali, dimensionali, di luce), di organizzazione   (500 parole max)
L’ufficio informazioni si trova in un punto facilmente accessibile e raggiungibile con i mezzi pubblici e fa parte di un complesso di edifici storici che incornicia piazza Cairoli in pieno centro a Milano. Il centro informazioni è composto da due stanze: una principale dove si svolgono tutte le attività relative all’ufficio informativo e una saletta più piccola, separata dalla prima con una parete semi-trasparente, destinata al direttore che gestisce e organizza la struttura e può dare informazione ai turisti. La stanza principale è grande e attrezzata variamente: vi sono scrivanie per i dipendenti, munite di telefono e computer, tavolini e la libreria addossati al muro e alcune sedie, il tutto a disposizione del pubblico. Il mobilio è cosparso di libri, brochure, volantini e piantine di Milano cosi come le pareti. Inoltre, su tutti i muri sono appesi manifesti di opere liriche, balletti, piantine della città e mostre d’arte, alcuni di questi sorretti da esili supporti e altri semplicemente incollati con nastro adesivo. La sala più piccola presenta un arredamento molto simile, con la particolarità di uno schermo dietro la scrivania. L’illuminazione è prodotta sia dalla luce naturale, in quanto la facciata dell’ufficio è interamente in vetro, sia da luce artificiale (lampade a soffitto, a parete, a muro, da terra e poste sulle scrivanie).

3) indicare tre aggettivi che caratterizzano il contesto

disordinato – non curato – essenziale

4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche del contesto.

  1. Dove è localizzato?
    Il centro informazioni è localizzato nel centro di Milano, poco distante dalla fermata della metropolitana “Cairoli – Castello”.
  2. E’ un luogo fisso o mobile?
    E’ un luogo fisso.
  3. E’ pubblico o privato/domestico?
    E’ un luogo pubblico.
  4. All’aperto o al chiuso/interno?
    E’ al chiuso/interno.
  5. E’ accessibile in modo libero o codificato? (dettagliare 200 battute)
    E’ accessibile in modo libero in quanto è una struttura per turisti e non. La porta d’ingresso è sempre aperta e non vi è alcun elemento che vieti l’accesso.
  6. E’ uno luogo specializzato funzionalmente in termini univoci (mono funzione-uso) o dagli usi multipli (funzioni-uso primarie e secondarie) o non specificati (funzioni-uso accessorie, potenziali o improprie)? (dettagliare 200 battute)
    E’ un luogo specializzato in quanto la sua unica funzione è quella di dare informazioni ai turisti riguardo la città, i monumenti e gli eventi.
  7. Quali sono i tempi di accessibilità dello spazio/contesto? (dettagliare 200 battute)
    Lo spazio è accessibile tutti i giorni: dal lunedì al venerdì nelle ore 9 – 18, mentre il sabato nelle ore 9 – 13 e 14 – 18 e la domenica e i festivi solo mezza giornata (9 – 13).
  8. E’ uno spazio strutturato/codificato o non strutturato/informale? (dettagliare 200 battute)

    Lo spazio è strutturato in quanto presenta elementi d’arredamento tipici di un ufficio (scrivanie dei dipendenti) e la disposizione è studiata in modo da poter accogliere i turisti con una presentazione del materiale di lettura e la possibilità di fruire di poltroncine e di tavolini.

  9. E’ attrezzato o equipaggiato rispetto alla sua eventuale funzione/i? Con che elementi (naturali o) dotazioni e dispositivi? (dettagliare 200 battute)
    E’ attrezzato con scrivanie per il personale dove si trovano i computer, alcuni volantini e i centralini; vi sono anche due tavoli muniti di sedie per la lettura a cui è accostata una piccola libreria/espositore; infine vi sono degli schermi dove scorrono alcune informazioni utili. All’esterno dell’ambiente vi è un tavolino dove è appoggiato del materiale informativo.
  10. Lo spazio viene fruito individualmente o in più persone? Quante? (dettagliare 200 battute)
    Lo spazio viene fruito da molteplici persone, anche contemporaneamente. Vi sono tre postazioni per i dipendenti e le sedute poste all’ingresso per un totale di circa quindici persone tra impiegati, turisti seduti, mentre solo 3 persone possono stare sedute nella saletta adiacente..
  11. Quali sono i ruoli dei vari attori all’interno dello spazio (codificati, non codificati)? Che azioni svolgono? (dettagliare 200 battute).
    I ruoli sono codificati formalmente perché i tre dipendenti hanno il compito di comunicare con il cliente per dargli informazioni e consigli mentre il direttore, disponendo di uno spazio più riservato, si occupa di gestire e organizzare l’intera struttura (sebbene a volte anch’esso interagisca con il pubblico). I turisti accedono al luogo solo per acquisire informazioni e utilizzare il materiale cartaceo attraverso i dipendenti.
  12. Quali azioni relative al libro/lettura vi si possono svolgere (trasportare, leggere, comprare)? (dettagliare 200 battute)
    Si possono svolgere azioni legate alla lettura e all’esposizione. La lettura può essere svolta autonomamente dal cliente nella zona dei tavolini visionando una mappa, guida turistica o leggendo il materiale distribuito nell’info-point. Il materiale viene esposto tramite una piccola libreria e diversi piani d’appoggio.
  13. Qual è l’azione principale relativa al libro/lettura che vi si svolge (o per la quale è pensato, progettato, strutturato…)?
    Non vi è un’unica azione principale, ma le due azioni le quali sono il fine stesso del centro e sono correlate fra loro. La prima è l’esposizione di libri, brochure o opuscoli informativi che verranno proposti al cliente dal personale del centro, mentre la seconda è la lettura e la consultazione diretta degli stessi da parte del lettore.
  14. Quali altre azioni (non relative al libro/lettura) vi si possono svolgere? (dettagliare 200 battute)
    Si può discorrere con il personale, ricevere informazioni verbalmente oppure visionare lo schermo informativo(azione pur sempre legata alla lettura).
  15. Come si muovono/comportano le persone all’interno dello spazio? (liberamente, secondo procedure/percorsi/azioni/obiettivi.. etc) (dettagliare 200 battute)
    Le persone si possono muovere liberamente senza alcuna costrizione. La sala è organizzata in modo da accogliere la gente all’ingresso e in un secondo momento dirigersi verso le scrivanie degli impiegati senza limitare i movimenti o l’accesso con una carrozzina, valigie o bicicletta.
  16. Quali sono le modalità temporali di utilizzo dello spazio (durata, momento della giornata etc)? (dettagliare 200 battute)
    Le modalità d’utilizzo non richiedono tempi lunghi di fruizione, in quanto le informazioni vengono date in maniera veloce, correlate da opuscoli consultabili anche al di fuori dell’edificio. Calcoliamo un tempo di una decina di minuti, senza alcun limite di tempo se non il rispetto degli orari di apertura dello stesso info-point.
  17. Gli attori possono modificare lo spazio? Come? Con che ruoli? Temporaneamente? Permanentemente? Attraverso quali azioni, dotazioni etc? (dettagliare 200 battute)
    Gli attori possono modificare lo spazio in maniera reversibile spostando le sedie oppure i tavoli, dotati di rotelle, oppure disponendo in maniera casuale i volantini e i libri esposti. Il resto del mobilio è fisso o molto pesante, dunque difficile da spostare.
  18. Quali sono gli aspetti positivi (relativi al libro/lettura e non) di questo contesto? E quelli negativi?
    Aspetti positivi: ambiente ampio, personale disponibile, varietà di documenti, libri, brochure a disposizione; si può accedere in gruppi numerosi oppure con biciclette/carrozzine.
    Aspetti negativi: il centro non è segnalato con cartelli lungo la strada, manca cura nell’aspetto comunicativo del luogo, secondo la cromoterapia il giallo è un colore che può essere fastidioso, le brochure e gli opuscoli sono disposti casualmente sui tavoli e possono mescolarsi tra loro, scarsa attenzione nei confronti degli stranieri (vedi insegna del luogo).
  19. Come questo contesto potrebbero essere migliorato, reso più idoneo, più funzionale, più efficace ad usi relativi al libro/lettura?
    Fornire delle strutture per mantenere ordinatamente i flayer e le brochure e dare la possibilità di usufruirne a più persone, proporre un servizio che regala una borsa/zaino per trasportare il materiale raccolto e sulla quale viene stampata-visualizzata la mappa della città coi siti più turistici, riorganizzazione del materiale cartaceo secondo criteri tematici e per lingua, sistemare la struttura dell’ambiente in modo da creare un percorso consigliato di utilizzo da parte dell’utente, creare degli elementi a favore degli utenti con disabilità.
  20. … altro?

    Andrebbe riprogettato l’aspetto della comunicazione verso la città attraverso una migliore segnaletica e il posizionamento degli info-point nelle mappe di Milano e sui siti turistici in modo da incrementare la fruizione da parte dell’utente stesso.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s