Platea a teatro- Teatro degli Arcimboldi

Nome contesto: teatro

Tipologia: teatro degli Arcimboldi

Declinazione specifica: platea

Individuare a quale categoria appartiene il contesto: contesto neutro

This slideshow requires JavaScript.

2)La struttura presenta una superficie complessiva di 18.400 metri quadri, divisi in 7.400 per il pubblico e 11.000 per la produzione. Alta 15 metri, la hall ha una forma curva ed accoglie i servizi di reception, guardaroba, bookshop, caffetteria e due foyer di accesso alle balconate. La sua articolazione è arricchita da una serie di colonne che sostengono la copertura inclinata e vetrata. La complessa struttura è oggi la seconda in ordine di grandezza in Europa e la più grande in Italia.

Al suo interno sono collocati molti servizi, tra cui gli uffici, i camerini, una doppia sala di prove per l’orchestra e per il ballo, nonché luoghi di ristoro. La biglietteria è collocata sul lato nord della piazza, nell’edificio basso con porticato, che ospita anche un ristorante.

La platea, che si sviluppa su due livelli e due gallerie centrali, è inserita in una sala rivestita in pannelli di legno tinti di rosso. La superficie della sala è antistante al palcoscenico, dove sono disposte le poltrone per il pubblico. Le poltrone sono composte da poggiatesta, braccioli e sedile ribaltabile per gravità. Una serie di pannelli laterali, orientabili e a spessori variabili, fungono da deflettori acustici e schermi di illuminazione. La maggiore fonte luminosa proviene dal palcoscenico mentre le luci in sala sono quasi sempre assenti o soffuse.
3) Imponente, accogliente, innovativo

4.1) I il Teatro “segna” l’area Bicocca a Milano, all’interno della quale si inserisce, ponendosi come elemento morfologico che si distacca dall’impianto urbano regolare, assumendo l’orientamento degli insediamenti preindustriali.

4.2) É un luogo fisso

4.3) È un luogo pubblico

4.4) È un luogo al chiuso

4.5) È accessibile in modo codificato
4.6) La platea è il luogo di accoglimento del pubblico assieme alle balconate, gradinate e palchi.

4.7) I tempi di accessibilità sono serali e il programma degli spettacoli viene stilato ad inizio stagione

4.8) È uno spazio strutturato/codificato

4.9) la struttura si caratterizza per un impianto lineare e una composizione fatta di elementi geometrici semplici, delineando un disegno essenziale ma compatto. La platea, che si sviluppa su due livelli e due gallerie centrali, è inserita in una sala rivestita in pannelli di legno tinti di rosso. Una serie di pannelli laterali, orientabili e a spessori variabili, fungono da deflettori acustici e schermi di illuminazione. Sul soffitto, il gesso presenta una complessa articolazione e un disegno realizzato in funzione della migliore resa acustica.

4.10) Può ospitare 2.346 spettatori, sistemati sulle poltrone

4.11) Gli attori svolgono l’azione di spettatori

4.12) ) Un display è sistemato sullo schienale di ogni poltrona che, acceso, permette allo spettatore di seguire il libretto e l’ eventuale traduzione.

4.13) La lettura del libretto e l’eventuale traduzione

4.14) Seguire lo spettacolo messo in scena

4.15) La piazza sulla quale si affaccia la struttura vede confluire verso di sé i percorsi provenienti dal parcheggio, dalla stazione ferroviaria e dalla metropolitana. All’interno della struttura, le persone si muovono seguendo procedure e percorsi per sedersi prima dello spettacolo e per raggiungere l’uscita una volta terminato.

4.16) La durata dell’utilizzo dello spazio da parte degli utenti è di alcune ore, gli spettacoli hanno luogo prevalentemente nelle ore serali

4.17) Gli attori non possono modificare lo spazio

4.18) Gli aspetti positivi sono legati alla possibilità di avere il display con il libretto in una posizione frontale che permette allo spettatore di non distogliere completamente lo sguardo dallo spettacolo. L’aspetto negativo riguarda l’ atipicità degli ausili non accolti da tutti con entusiasmo essendo inseriti un contesto fortemente conservatore.

4.19) Il contesto potrebbe essere migliorato eliminando un congegno per la lettura poco idoneo alla tipologia di ambiente, per sostituirlo con una luce circoscritta o un oggetto luminoso inglobati o presenti nella poltrona che aiuti e permetta la comoda lettura del libretto senza disturbare gli spettatori circostanti

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s