In strada, camminando – Sul marciapiede con cane

Scheda CONTESTI
Nome contesto: MARCIAPIEDE
Tipologia: IN STRADA, CAMMINANDO
Declinazione specifica: SUL MARCIAPIEDE, CAMMINANDO CON IL CANE,
SULLA STATALE VARESINA
Contesto: IMPROPRIO

This slideshow requires JavaScript.


2) Descrivere il contesto nelle sue variabili ambientali (spaziali, dimensionali, di luce), di organizzazione   (500 parole max)
Il marciapiede in esame si trova su una strada provinciale abbastanza trafficata, in un paese prima piccolo che recentemente ha subito un forte sviluppo commerciale. È abbastanza largo e permette a due persone di incrociarsi facilmente. La pendenza è quella corretta, nel senso che se piove, l’acqua non forma pozzanghere ma scorre via facilmente.
È una struttura nuova, cosi come l’asfalto della carreggiata e gli edifici circostanti. Ampia presenza di tombini, di aiuole “spartitraffico” e di vegetazione, di cestini per la pattumiera, strisce pedonali, cartelloni pubblicitari e segnali stradali. È una zona illuminata naturalmente di giorno e artificialmente di notte (o in condizioni atmosferiche sfavorevoli) dalla presenza di lampioni su un lato della strada.
Il luogo presenta numerosi parcheggi, strutture commerciali, cantieri, spazi residenziali: perciò traffico pedonale e motorizzato per fini lavorativi o di svago. Rilevante presenza di rumore ed emissioni.
3) indicare tre aggettivi che caratterizzano il contesto
rumoroso – differenziato – frequentato
 4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche del contesto.
Dove è localizzato?
Il marciapiede in esame si trova a Marchirolo (Varese) su una strada provinciale abbastanza trafficata, in un paese prima piccolo che recentemente ha subito un forte sviluppo commerciale.
E’ un luogo fisso o mobile?
È un luogo fisso.
E’ pubblico o privato/domestico?
È un luogo pubblico.
All’aperto o al chiuso/interno?
Si trova all’aperto, soggetto agli agenti atmosferici.
E’ accessibile in modo libero o codificato? (dettagliare 200 battute)
È accessibile in modo libero, anche se esistono delle regole e norme comportamentali che ne limitano l’utilizzo in quanto luogo pubblico e pericoloso (trafficato): i bambini devono essere accompagnati dai genitori, non è possibile mettere in pericolo i conducenti delle autovetture con azioni avventate, bisogna attraversare sui marciapiedi, gettare le cartacce negli appositi contenitori, raccogliere gli escrementi dei cani, parcheggiare negli spazi assegnati, non danneggiare l’arredo urbano ecc… Il rispetto e il buon senso nonché un regolamento rendono accessibile e utilizzabile da tutti questo contesto.
E’ un luogo specializzato funzionalmente in termini univoci (mono funzione-uso) o dagli usi multipli (funzioni-uso primarie e secondarie) o non specificati (funzioni-uso accessorie, potenziali o improprie)? (dettagliare 200 battute)
È un luogo multifunzionale: sui marciapiedi la gente si incontra, chiacchiera, aspetta il pullman, mangia il gelato; principalmente però lo usa come “mezzo” per raggiungere un luogo o tornare a casa (a piedi) coprendo lunghe o brevi distanze. Può essere usato per scopi “intermedi” quali passeggiare o portare a spasso il cane, il bimbo con il passeggino, quando non si ha tempo o possibilità di raggiungere un parco ad esempio. Difficilmente però il marciapiede viene usato come luogo di relax, in quanto abbastanza caotico e rumoroso.
Quali sono i tempi di accessibilità dello spazio/contesto? (dettagliare 200 battute)
I tempi di accessibilità dipendono dalla distanza del luogo nel quale ci troviamo inizialmente (limite spaziale), dall’orario in cui decidiamo di usufruire di questo spazio (limite temporale) o dalle condizioni meteorologiche (limite meteo). È sconsigliato infatti, soprattutto alla fascia debole della popolazione, usufruire di questo spazio nelle ore notturne a causa di possibili aggressioni. È difficile anche camminare sul marciapiede in condizioni di gelo o di forti piogge. Il tempo di accessibilità usuale si distribuisce comunque nell’arco di tutta la giornata con picchi durante le ore di punta.
E’ uno spazio strutturato/codificato o non strutturato/informale? (dettagliare 200 battute)
È uno spazio strutturato ma non codificato: presenta infatti strutture adibite alla fruizione-base dello spazio stesso (cestini, illuminazione, segnaletica) ma è prettamente informale: oltre allo spostarsi, le persone improvvisano svariati comportamenti sul marciapiede (attendono, si riposano, leggono, mangiano…)
E’ attrezzato o equipaggiato rispetto alla sua eventuale funzione/i? Con che elementi (naturali o) dotazioni e dispositivi? (dettagliare 200 battute)
È attrezzato e costruito abbastanza bene per la funzione base che deve svolgere (lo spostamento a piedi delle persone): è largo, la pendenza è giusta (l’acqua scorre via) e per il momento l’asfalto non presenta buche. Ha qualche alberello, dei cespugli spartitraffico, cestini per la pattumiera, segnali stradali, illuminazione.
Lo spazio viene fruito individualmente o in più persone? Quante? (dettagliare 200 battute)
Lo spazio viene fruito sia individualmente che collettivamente; il numero degli utilizzatori può variare notevolmente nel corso della giornata o nel periodo stagionale (il singolo che torna a casa dal lavoro o la gita scolastica che vi transita). Solitamente l’utilizzo collettivo è incentrato nella parte media della giornata, nelle ore di punta, quando le condizioni atmosferiche sono miti.
Quali sono i ruoli dei vari attori all’interno dello spazio (codificati, non codificati)? Che azioni svolgono? (dettagliare 200 battute)
I diversi attori che transitano sul marciapiede in questione compiono differenti azioni, codificate o non: ragazzi che escono la sera, che mangiano il gelato nel pomeriggio, che tornano da scuola, signore che tornano a casa con la spesa, lavoratori che si fermano a fare colazione al bar la mattina o l’aperitivo di sera, persone che portano fuori il cane, che parcheggiano per usufruire di uno spazio commerciale, che transitano per andare a lavorare, che si incontrano per caso e scambiano due parole, che leggono il giornale camminando, che aspettano un mezzo di trasporto…
Quali azioni relative al libro/lettura vi si possono svolgere (trasportare, leggere, comprare)? (dettagliare 200 battute)
Camminando sul marciapiede è possibile leggere un libro, un giornale, una rivista o degli appunti; generalmente però il nostro livello di concentrazione sulla lettura è basso in quanto abbiamo una serie di fattori esterni disturbanti. È possibile ovviamente trasportare un libro, sfogliarlo, guardarlo.
Qual è azione principale relativa al libro/lettura che vi si svolge (o per la quale è pensato, progettato, strutturato…)?
Il marciapiede è un luogo improprio per leggere, per questo motivo non è strutturato per tale fine; tuttavia, il “camminare leggendo”, è un comportamento ormai rilevato che va codificandosi. Più frequente è il “leggere sostando” mentre si effettua una pausa a breve termine nel nostro contesto.
Quali altre azioni (non relative al libro/lettura) vi si possono svolgere? (dettagliare 200 battute)
Utilizzarlo la sera per “uscire” a piedi con gli amici, come luogo di ritrovo “ci vediamo sotto casa tua”, mangiare il gelato preso alla gelateria presente, raggiungere un luogo (pizzeria, scuola, casa, supermarket…) portare fuori il cane, parcheggiarci le macchine, aspettare un mezzo di trasporto…
Come si muovono/comportano le persone all’interno dello spazio? (liberamente, secondo procedure/percorsi/azioni/obiettivi.. etc) (dettagliare 200 battute)
Le persone si muovono sul marciapiede abbastanza liberamente, tuttavia rispettano dei codici: della strada, del comportamento. Viene messo in gioco anche un “codice inconscio” che si manifesta ad es. mantenendo una certa distanza dalla persona che ti cammina davanti o da un soggetto dall’apparenza “poco raccomandabile” o dai cani di taglia grossa; l’incrociarsi a destra, il non passare sopra ai tombini se non necessario.
Quali sono le modalità temporali di utilizzo dello spazio (durata, momento della giornata etc)? (dettagliare 200 battute)
Solitamente l’utilizzo del marciapiede è incentrato nella parte media della giornata (utilizzo più “free”), e nelle ore di punta (mattino e sera) da studenti e lavoratori, e quando le condizioni atmosferiche sono miti. La durata dell’utilizzo può variare dallo scopo del perché ci si trova, ma generalmente è limitato al tempo necessario (non è un luogo di sosta particolarmente piacevole).
Gli attori possono modificare lo spazio? Come? Con che ruoli? Temporaneamente? Permanentemente? Attraverso quali azioni, dotazioni etc? (dettagliare 200 battute)
Gli attori possono modificare lo spazio principalmente danneggiandolo: possono sporcarlo gettando cartacce e non raccogliendo gli escrementi dei cani, deturparlo imbrattando i cartelli, calpestando l’erba delle aiuole o danneggiando i cestini per la pattumiera. I danni solitamente si protraggono nel tempo in quanto il Comune non investe volentieri in interventi riparatori.
Quali sono gli aspetti positivi (relativi al libro/lettura e non) di questo contesto? E quelli negativi?
Aspetti positivi: leggere mentre si transita sul marciapiede con una meta fa passare più piacevolmente il tempo dello spostamento. Favorisce lo spostamento a piedi anziché coi mezzi motorizzati.
Aspetti negativi: è un luogo di lettura molto complesso e pericoloso dove il libro stesso può distrarci troppo mettendoci in pericolo (pali, macchine, altri pedoni, escrementi…)
Come questo contesto potrebbero essere migliorato, reso più idoneo, più funzionale, più efficace ad usi relativi al libro/lettura?
Si potrebbero inserire nel contesto delle strutture più specifiche ed affini alla lettura, al relax e al passeggio, luoghi per sostare, vegetazione più folta o barriere per bloccare la vista e il rumore del traffico; isolare meglio il marciapiede insomma per consentire anche una maggiore sicurezza e riparo dalle macchine. Proteggere alcune zone, dove possibile, dagli agenti atmosferici (pioggia). Migliorare l’illuminazione e la sicurezza per le ore serali. Risaltare maggiormente la segnaletica stradale.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s