Caffè letterario – Il bistrot del tempo ritrovato

Scheda CONTESTI

Nome contesto: Caffè/Bar

Tipologia: Caffè letterario

Declinazione specifica: Caffetteria

Individuare a quale categoria appartiene il contesto:

CATEGORIA Contesto proprio

  1. Almeno 3 immagini

This slideshow requires JavaScript.

  1. Descrivere il contesto nelle sue variabili ambientali (spaziali, dimensionali, di luce), di organizzazione(500 parole max).Uno spazio di circa 90 mq ospita il “bistrot del tempo ritrovato”. Entrando ci si imbatte nel bancone bar, dove la barista stile anni 50 serve caffè e cappuccini. Il caffè e diviso in due spazi, la caffetteria posizionata all’entrata del locale e l’angolo lettura situato nella sala adiacente. La luce deriva dalle lampade cilindriche in vetro pendenti dal soffitto in corrispondenza del bancone e a ridosso delle vetrate, più altre lampade che poggiano a terra sparse per il caffè, ma la luce artificiale, si miscela con quella naturale che entra di giorno dalla vetrata che caratterizza tutto il lato esposto verso la strada dove, sulla zona pedonale, sono presenti 5 tavolini e 3 ombrelloni.
  1. indicare tre aggettivi che caratterizzano il contestoRilassante, accogliente, tradizionale.

4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche del contesto.

  1. Dove è localizzatoIl caffè letterario è situato in prossimità di zona tortona, una delle aree della città più sensibili alle tematiche culturali.Il locale si affaccia su di una strada a doppio scorrimento molto trafficata.
  2. E’ un luogo fisso o mobile?E’ un luogo fisso.
  3. E’ pubblico o privato/domestico?E’ un luogo pubblico.
  4. All’aperto o al chiuso/interno?Lo spazio è strutturata principalmente al chiuso,tuttavia esiste una piccola zona esterna situata sul passaggio pedonale che si affaccia sulla strada, dove vi sono presenti 5 tavolini con ombrelloni.
  5. E’ accessibile in modo libero o codificato? (dettagliare 200 battute)Essendo un luogo pubblico è accessibile liberamente, non vi è nessuna codifica di nessun genere (selezione all’ingresso posizioni prestabilite).
  6. E’ uno luogo specializzato funzionalmente in termini univoci (mono funzione-uso) o dagli usi multipli (funzioni-uso primarie e secondarie) o non specificati (funzioni-uso accessorie, potenziali o improprie)? (dettagliare 200 battute).Il caffè è concepito principalmente con lo scopo di offrire il servizio bar ma non è specializzato in modo univoco infatti offre sia un servizio di book shop che vanta una discreta quantità di testi selezionati secondo criteri di qualità e per sezioni, sia un luogo dove degustare caffè o cocktail leggendo o semplicemente rilassandosi sulle poltrone.
  7. Quali sono i tempi di accessibilità dello spazio/contesto? (dettagliare 200 battute)Normalmente i tempi di accessibilità sono regolati dagli orari di apertura e di chiusura. Dal lunedì al sabato, dalle 6:30-20:00, la domenica dalle 7:30-19:00.
  8. E’ uno spazio strutturato/codificato o non strutturato/informale? (dettagliare 200 battute)E’ uno spazio codificato in quanto presenta la classica tipologia del bar quindi studiato per offrire un servizio specifico ma informale allo stesso tempo, infatti pur offrendo un servizio di book shop, i clienti avvertono una piacevole sensazione, completamente differente dal negozio strutturato esclusivamente per la vendita.
  9. E’ attrezzato o equipaggiato rispetto alla sua eventuale funzione/i? Con che elementi (naturali o) dotazioni e dispositivi? (dettagliare 200 battute)Il caffè è strutturato principalmente per la funzione di bar. L’ arredo della caffetteria è composto da 5 tavolini in legno coronati da un pianale in vetro e sedie in plastica arancione che si poggiano su di un parquet chiaro. Le lampade anch’esse in vetro a forma cilindrica cadono dal soffitto creando una luce rilassante, le due librerie messe hai lati di una porta ospitano libri di cultura generale, mensole in legno decorano la parte alta, dove trovano spazio libri e vini pregiati, sulle porte sono riportati frammenti di opere di scrittori famosi e i loro volti incorniciati sul muro alle spalle del bancone. La sala lettura è formata invece da una serie di librerie in legno,una su tutta la parete e due angolari e da una serie fatte in cartone formate da un unica colonna. L’utilizzo del cartone lo si ritrova nel tavolo centrale in mezzo alla stanza, capace di ospitare sei persone, e in uno sgabello isolato. Ci sono anche in questa sala i tavolini in legno con pianale in vetro e le relative sedie in plastica arancione, una piccola isola creata da poltrone in pelle nere, un tavolino e una lampada da salotto che si affaccia sulla strada. Entrando nella stanza si nota un pianoforte e dei piccoli quadretti posizionati sul muro.
  10. Lo spazio viene fruito individualmente o in più persone? Quante? (dettagliare 200 battute)Non è uno spazio fruibile solo per una persona ma è concepito con la possibilità di accoglierne 30-40 circa.
  11. Quali sono i ruoli dei vari attori all’interno dello spazio (codificati, non codificati)? Che azioni svolgono? (dettagliare 200 battute)Gli attori che popolano questo spazio sono i baristi e i clienti. I primi hanno un ruolo codificato, sono chiamati a svolgere un determinato servizio attenendosi a delle norme (di gestione, sanitarie etc…). I clienti invece hanno un ruolo non codificato ma sono gli attori principali in quanto consumano e popolano l’ambiente.
  12. Quali azioni relative al libro/lettura vi si possono svolgere (trasportare, leggere, comprare)? (dettagliare 200 battute)Nel caffè è possibile comperare i libri esposti o leggersi il proprio libro seduto ad un tavolino.E’ possibile inoltre consultare liberamente riviste di critica letteraria poste nella parte bassa della libreria a muro nella sala lettura.
  13. Qual è azione principale relativa al libro/lettura che vi si svolge (o per la quale è pensato, progettato, strutturato…)?Lo spazio è stato concepito come un punto d’incontro tra il bistrot e il book shop, l’azione principale relativa al libro è la vendita.
  14. Quali altre azioni (non relative al libro/lettura) vi si possono svolgere? (dettagliare 200 battute)All’interno del caffè è possibile usufruire dei servizi tradizionali di un bar, come la colazione il pranzo e l’aperitivo.
  15. Come si muovono/comportano le persone all’interno dello spazio? (liberamente, secondo procedure/percorsi/azioni/obiettivi.. etc) (dettagliare 200 battute)Le persone all’interno di questo spazio non si muovono in un percorso strutturato ma liberamente, essendo un bar, le azioni principali sono quelle di recarsi al bancone o sedersi ad un tavolo, tuttavia la presenza delle librerie invogliano il cliente a scrutarle con minuziosità per scovare un bel libro.
  16. Quali sono le modalità temporali di utilizzo dello spazio (durata, momento della giornata etc)? (dettagliare 200 battute)Il caffè è accessibile durante gli orari di apertura.Può essere fruito in qualsiasi momento della giornata, la durata è compresa tra i 5 e i 30 minuti circa.
  17. Gli attori possono modificare lo spazio? Come? Con che ruoli? Temporaneamente? Permanentemente? Attraverso quali azioni, dotazioni etc? (dettagliare 200 battute)Non è possibile da parte degli attori (clienti) modificare gli spazi in modo permanente.I baristi, posso invece cambiare la disposizioni degli arredi.
  18. Quali sono gli aspetti positivi (relativi al libro/lettura e non) di questo contesto? E quelli negativi?Uno degli aspetti positivi è il servizio di prenotazione, anche online, sia per libri in visione sia per quelli non presenti in negozio, ed effettua ricerche e selezioni ad hoc su richiesta, oltre all’atmosfera che si respira e il grande tavolo centrale che permette di lavorare in gruppo e scambiarsi opinioni. Mentre i tavolini e le sedie possono essere catalogati come aspetti negativi in quanto pensati solo come tavolini da bar e non come zone in cui sia possibile soffermarsi a leggere.

     

  19. Come questo contesto potrebbero essere migliorato, reso più idoneo, più funzionale, più efficace ad usi relativi al libro/lettura?L’idea ibrida con cui nasce questo bistro, unire bar e libreria, non trova riscontro materialmente nei suoi arredi, che non rispecchiano questo concetto. Per rendere più funzionale questo locale al fine di rispecchiarne l’identità è necessario agire in questi termini, intervenire sugli arredi e introdurre un servizio di noleggio del libro.
Advertisements

One thought on “Caffè letterario – Il bistrot del tempo ritrovato

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s