Fiera: Salone del mobile 2011

Nome contesto: fiera

Tipologia: salone del mobile

Declinazione specifica: salone del mobile 2011

CATEGORIA

b) contesti neutri

1) Almeno 3 immagini

This slideshow requires JavaScript.

2) Descrivere il contesto nelle sue variabili ambientali (spaziali, dimensionali, di luce), di organizzazione (500 parole max)

Il complesso progettato da Massimiliano Fuksas inaugurato nel 2005 di cui dispone Fieramilano è composto da 8 padiglioni, ciascuno con una superficie di 37.000 mq per un totale di 345.000 metri quadrati lordi espositivi coperti. Di questi 8 padiglioni, 6 si estendono su di un unico livello, mentre 2 si dispongono su due piani. Ogni padiglione è autonomo, gode di una superficie estremamente ampia che comprende proprie reception, punti di ristorazione, sale convegno, aree per uffici ed è adattabile alle più svariate esigenze espositive potendo essere ulteriormente suddiviso in due o quattro aree espositive. L’ambiente è illuminato principalmente da luce artificiale.

3) indicare tre aggettivi che caratterizzano il contesto

multisensoriale – futuristico – adattabile

4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche del contesto.

  1. Dove è localizzato?Si trova in zona Rho fiera: Strada Statale del Sempione, 28 Rho (MI). 
  2. E’ un luogo fisso o mobile?I padiglioni per l’esposizione sono fissi, l’evento in sé è mobile in quanto è temporaneo. 
  3. E’ pubblico o privato/domestico?È un luogo pubblico. 
  4. All’aperto o al chiuso/interno?È un luogo chiuso. 
  5. E’ accessibile in modo libero o codificato? (dettagliare 200 battute).Si accede con biglietto d’ingresso che può essere acquistato all’interno del sito in prevendita, a partire da qualche mese prima dell’inizio dell’evento. Gli operatori sprovvisti di tessera di ingresso potranno acquistarla a partire dal primo giorno della manifestazione presso le reception abilitate previa dimostrazione della propria appartenenza al settore con biglietto da visita o certificato di iscrizione della società alla camera di commercio o altro documento equivalente. Per il pubblico e gli studenti non sono previsti registrazione e servizio di prevendita, la tessera di ingresso deve essere acquistata il giorno della visita presso le reception abilitate.  
  6. E’ uno luogo specializzato funzionalmente in termini univoci (mono funzione-uso) o dagli usi multipli (funzioni-uso primarie e secondarie) o non specificati (funzioni-uso accessorie, potenziali o improprie)? (dettagliare 200 battute)È un luogo dagli usi multipli: la funzione primaria di esposizione permette alle aziende di pubblicizzare e diffondere il proprio operato mentre il pubblico si informa sulle nuove realtà nel campo dell’arredamento e complementi. Ogni azienda è libera di organizzare il proprio spazio e di offrire servizi, gadget e depliants informativi al pubblico interessato. Alcuni spazi sono destinati al riposo e al ristoro e sono presenti servizi igienici. 
  7. Quali sono i tempi di accessibilità dello spazio/contesto? (dettagliare 200 battute)L’evento è durato dal 12 al 17 aprile 2011. Gli orari di accessibilità sono stati dalle ore 9.30 alle ore 18.30 con ingresso riservato agli operatori del settore. Solo domenica 17 aprile l’ingresso è stato aperto al pubblico.  
  8. E’ uno spazio strutturato/codificato o non strutturato/informale? (dettagliare 200 battute)È uno spazio non codificato, che ben si presta ad essere adattato in modo differente a seconda della manifestazione che deve ospitare. 
  9. E’ attrezzato o equipaggiato rispetto alla sua eventuale funzione/i? Con che elementi (naturali o) dotazioni e dispositivi? (dettagliare 200 battute)È uno spazio molto ampio che permette di essere strutturato e gestito per ogni manifestazione in modo differente attraverso pannelli, assi, tappeti e tessuti per separare gli spazi, strutture decorative e impianti per la diffusione di luce e musica. Ogni stand cerca di creare un ambiente che abbia una propria identità e si contrapponga al non luogo all’interno del quale è immerso. 
  10. Lo spazio viene fruito individualmente o in più persone? Quante? (dettagliare 200 battute)Lo spazio viene fruito in più persone: durante l’edizione 2011 ci sono state 321.320 presenze in totale, 282.483 operatori del settore (di cui il 63% proveniente dall’estero), nonché 32.870 visitatori domenicali. 
  11. Quali sono i ruoli dei vari attori all’interno dello spazio (codificati, non codificati)? Che azioni svolgono? (dettagliare 200 battute)Espositori: sono coloro che gestiscono gli stand, possono essere imprenditori, venditori, designer. Il loro ruolo è quello di dare visibilità ai propri prodotti e tecnologie.Visitatori: gli interessati per varie ragioni al tema della manifestazione. Possono essere studenti, acquirenti, operatori del settore che intendono informarsi o collaborare con le aziende che espongono.

    Agenti di sicurezza: si accertano che venga mantenuto l’ordine e intervengono nel caso questo venisse e mancare.

    Personale delle pulizie: in una manifestazione con cosi tanta affluenza c’è bisogno che l’ambiente venga mantenuto il più pulito possibile.

    Personale addetto alla ristorazione: negli spazi adibiti alla ristorazione, gli addetti si occupano di servire la clientela con cibi e bevande.

     

  12. Quali azioni relative al libro/lettura vi si possono svolgere (trasportare, leggere, comprare)? (dettagliare 200 battute)La prima azione che si effettua rispetto al tema della lettura è quella di munirsi, al momento dell’acquisto del biglietto, di una mappa dei padiglioni che consenta di orientarsi al meglio essendo lo spazio molto ampio e dispersivo. All’interno di ogni stand si possono trovare indicazioni sui prodotti trasmesse attraverso targhette, cartelloni, dépliant, ecc. Una buona parte di materiale può essere raccolta, conservata e trasportata per la durata della permanenza alla fiera con il fine di poter essere visualizzata con calma in un momento successivo o eventualmente gettata nel cestino. 
  13. Qual è azione principale relativa al libro/lettura che vi si svolge (o per la quale è pensato, progettato, strutturato…)?L’azione principale svolta all’interno dell’ambiente della fiera è quella di distribuzione e raccolta di materiale informativo come cartoline, dépliant, brochure e cataloghi e trasporto con sé durante lo svolgimento della visita. Per via di questa pratica molti stand si sono organizzati distribuendo borse in tela o in plastica o addirittura contenitori in cartone muniti di ruote che possano agevolare il raccoglimento di materiale e facilitarne il trasporto, unendo alla comodità offerta la possibilità fare pubblicità a se stessi. 
  14. Quali altre azioni (non relative al libro/lettura) vi si possono svolgere? (dettagliare 200 battute)Si può passeggiare, quando è permesso si possono toccare i prodotti esposti, si possono prendere appunti, fare schizzi, si può sostare in apposite aree, consumare cibi e bevande. Fare foto e video è vietato anche se nella pratica è un’attività molto diffusa. 
  15. Come si muovono/comportano le persone all’interno dello spazio? (liberamente, secondo procedure/percorsi/azioni/obiettivi.. etc) (dettagliare 200 battute)Le persone all’interno dello spazio si muovono in modo libero, ognuno decide che percorsi effettuare, se ritornare a visitare degli stand interessanti o se saltare delle zone o dei padiglioni. 
  16. Quali sono le modalità temporali di utilizzo dello spazio (durata, momento della giornata etc)? (dettagliare 200 battute)Lo spazio è visitato durante gli orari di apertura, cioè dalle 9.30 alle ore 18.30 dei giorni in cui si svolge la manifestazione. Generalmente si accede dalle prime ore di apertura fino alla sera. 
  17. Gli attori possono modificare lo spazio? Come? Con che ruoli? Temporaneamente? Permanentemente? Attraverso quali azioni, dotazioni etc? (dettagliare 200 battute)Lo spazio viene strutturato e allestito prima dell’apertura della fiera al pubblico e viene smontato un volta conclusa quest’ultima. 
  18. Quali sono gli aspetti positivi (relativi al libro/lettura e non) di questo contesto? E quelli negativi?Positivi: si può entrare in contatto con realtà stimolanti del design parlando direttamente con professionisti del settore; distribuzione di gadget come borse per poter raccogliere e trasportare il materiale interessante.Negativi: l’ambiente può risultare caotico e risulta difficile orientarsi; il peso del materiale raccolto e trasportato è oneroso e ingombrante, produzione elevata di rifiuti cartacei.

     

  19. Come questo contesto potrebbero essere migliorato, reso più idoneo, più funzionale, più efficace ad usi relativi al libro/lettura?Questo contesto può essere migliorato informatizzando i cataloghi, agendo sui supporti cartacei in modo che possano essere riutilizzati in altro modo: dépliant/gadget.Creato da: Gruppo 11 – Cartabianca
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s