Contesto a scelta – Cimitero Monumentale di Milano

This slideshow requires JavaScript.

Nome contesto: Cimitero

TipologiaCimitero Monumentale

Declinazione specifica: Cimitero Monumentale di Milano, parte visitabile

Individuare a quale categoria appartiene il contesto:

CATEGORIA b) contesti neutri

2) Descrivere il contesto nelle sue variabili ambientali (spaziali, dimensionali, di luce), di organizzazione   (500 parole max)

Il cimitero monumentale di Milano è un luogo complesso; funge allo stesso tempo da cimitero e da museo a cielo aperto, le lapidi dei personaggi illustri della città rappresentano la memoria storica di Milano e creano un itinerario culturale in un contesto solitamente atipico.

Lo spazio è organizzato in modo regolare ed è suddiviso geometricamente in settori secondo lo schema urbanistico ortogonale romano. L’area racchiusa e protetta dalle mura è molto ampia; al suo interno si creano contesti diversi tra loro (viali alberati, spiazzi aperti, gallerie coperte, …). In virtù della diversità dei contesti che offre, lo spazio ben si adatta a varie attività: da luogo di ricordo e compianto si passa ad un luogo di ritrovo e di svago (la grande area pedonale e alberata rappresenta uno degli ultimi baluardi a misura d’uomo in zona Garibaldi/isola). La presenza di panchine, muretti di contenimento (sfruttati anch’essi come sedute) e zone ombreggiate, rendono idealmente il cimitero monumetale uno dei luoghi più adatti alla lettura.

3) Indicare tre aggettivi che caratterizzano il contesto

Quieto – ampio – protetto

4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche del contesto

1. Dove è localizzato?

Il cimitero si trova nella zona Garibaldi di Milano. L’ingresso è situato in p.le Cimitero Monumentale.

2. È un luogo fisso o mobile?

È un luogo fisso.

3. È pubblico o privato/domestico?

Si tratta in larga parte di un luogo pubblico. Sorgono sull’area diverse cappelle private non accessibili al pubblico.

4. All’aperto o al chiuso/interno?

Nell’area del cimitero convivono sia spazi aperti che luoghi coperti, sia all’interno che all’esterno.

5. È accessibile in modo libero o codificato? (dettagliare 200 battute)

L’accesso è libero (seppur regolamentato da orari di apertura e chiusura). Ciononostante alcuni luoghi all’interno del cimitero sono privati (cappelle private) e non accessibili al pubblico. È possibile richiedere dei permessi speciali per accedere ad orari non prestabiliti.

6. È un luogo specializzato funzionalmente in termini univoci (mono funzione-uso) o dagli usi multipli (funzioni-uso primarie e secondarie) o non specificati (funzioni-uso accessorie, potenziali o improprie)? (dettagliare 200 battute)

Il luogo è finalizzato alla sepoltura e al ricordo dei morti, specialmente quelli illustri, ciononostante il monumentale col tempo ha assunto altre funzioni e tipi di fruizione che sono entrate a far parte dell’essenza stessa del posto. Leggere e passare il tempo all’interno del cimitero è diventata pratica comune, così come non è raro trovare fotografi e videoamatori alla ricerca di soggetti e ispirazioni.

7. Quali sono i tempi di accessibilità dello spazio/contesto? (dettagliare 200 battute)

L’accesso è garantito ogni giorno dalle 8.00 alle 18.00.

8. È uno spazio strutturato/codificato o non strutturato/informale? (dettagliare 200 battute)

È uno spazio strutturato. Rispetto ad altri cimiteri il comportamento è più libero e meno codificato in quanto non si tratta di un cimitero tout court.

9. È attrezzato o equipaggiato rispetto alla sua eventuale funzione/i? Con che elementi (naturali o) dotazioni e dispositivi? (dettagliare 200 battute)

Lo spazio è attrezzato per rispondere alle esigenze di ricordo/tumulazione/celebrazione. Ci sono appositi strumenti per la cura e la manutenzione del verde, così come luoghi appartati per compiangere il defunto.

10. Lo spazio viene fruito individualmente o in più persone? Quante? (dettagliare 200 battute)

Può essere fruito da una o più persone indifferenziatamente.

11. Quali sono i ruoli dei vari attori all’interno dello spazio (codificati, non codificati)? Che azioni svolgono? (dettagliare 200 battute)

Le persone che vi accedono non hanno ruoli specifici, possono essere turisti, parenti del defunto, fan di un personaggio celebre, studiosi di architettura, fotografi, …

Il personale è codificato e le mansioni vengono svolte a rotazione. I compiti sono: sorveglianza, manutenzione, servizio informazioni, guida turistica.

12. Quali azioni relative al libro/lettura vi si possono svolgere (trasportare, leggere, comprare)? (dettagliare 200 battute)

All’interno del cimitero monumentale è possibile leggere e trasportare libri. All’ingresso è possibile prelevare gratuitamente delle mappe informative su percorsi e hot-spot del cimitero.

Essendo uno spazio non adibito alla lettura esso non è attrezzato ed equipaggiato per rispondere a questa necessità. Sono però numerose le panchine e i luoghi in cui è possibile sostare, eventualmente anche sulle sculture/lapidi.

13. Qual è azione principale relativa al libro/lettura che vi si svolge (o per la quale è pensato, progettato, strutturato…)?

L’azione più comune relativa al libro è la lettura, sia essa della guida al monumentale o del volantino informativo, che può avvenire sia camminando che da seduti sulle panchine. C’è poi chi legge il libro portato da casa, sfruttando le caratteritiche del posto. Anche la lettura delle incisioni su lapidi e sculture è in qualche modo una delle azioni principali svolte all’interno del cimitero.

14. Quali altre azioni (non relative al libro/lettura) vi si possono svolgere? (dettagliare 200 battute)

Lo spazio è talmente vasto e variegato che le azioni possibili da intraprendere al suo interno sono molteplici. Le uniche regole vigenti sono quelle del buon gusto e di rispetto per chi si trova lì per motivi ‘religiosi’. Negli ultimi anni il monumentale ha fatto da set a diversi film e servizi di moda, ciò implica che si siano svolte al suo interno servizi di catering, trucco, … (perfino una sparatoria ed il risveglio di un sepolto-vivo secondo il personale). Alcuni metallari tedeschi incontrati al monumentale hanno dichiarato di essere alla ricerca del simbolo dell’occultismo per intraprendere un breve rito.

15. Come si muovono/comportano le persone all’interno dello spazio? (liberamente, secondo procedure/percorsi/azioni/obiettivi.. etc) (dettagliare 200 battute)

Lo spazio è strutturato secondo percorsi che permettono di raggiungere tutte le aree del cimitero. È a discrezione del visitatore scegliere se seguire o meno questi percorsi o girovagare liberamente. Il fine per cui ci si trova in cimitero influisce sul comportamento adottato; chi cerca riposo e pace si muoverà casualmente alla ricerca di una zona tranquilla e protetta, chi cerca la tomba del coniuge per innaffiare e sistemare i fiori intraprenderà il percorso più breve per arrivare a destinazione. Lo spazio, per come è strutturato, garantisce ampia libertà di movimento.

16. Quali sono le modalità temporali di utilizzo dello spazio (durata, momento della giornata etc)? (dettagliare 200 battute)

La durata della visita, scandita dagli orari di apertura e chiusura, e il momento della giornata, dipendono da variabili non controllabili legati al fine per cui ci si trova al cimitero monumentale.

17. Gli attori possono modificare lo spazio? Come? Con che ruoli? Temporaneamente? Permanentemente? Attraverso quali azioni, dotazioni etc? (dettagliare 200 battute)

Gli attori possono modificare lo spazio temporaneamente e permanentemente mediante l’acquisto di un loculo o di una cappella o la costruzione di un monumento funebre. L’entità della modifica è strettamente legata alle disponibilità economiche del soggetto e alla fantasia dell’architetto/scultore a cui è stato commissionato il lavoro.

18. Quali sono gli aspetti positivi (relativi al libro/lettura e non) di questo contesto? E quelli negativi?

Il cimitero monumentale è uno dei luoghi più adatti alla lettura. Può essere inteso come un parco, protetto e distaccato dalla frenesia e dal trambusto della vita cittadina, ma le sue caratteristiche lo rendono un luogo ancora più adatto. Innanzitutto l’afflusso è minore, rendendolo una spazio tranquillo e raccolto, poi mancano bambini schiamazzanti e cani molesti che potrebbero turbare la lettura. La presenza di alberi e di zone protette garantiscono la lettura anche nei mesi più caldi o in giorni di pioggia.

Tra gli aspetti negativi va sicuramente evidenziato l’orario di chiusura, che non permette di sfruttare appieno il luogo durante il periodo estivo/primaverile (quando il sole tramonta più tardi e alle 18 sembra di essere ancora a metà pomeriggio) e la mancanza di sedute consone nelle parti coperte del cimitero (la lettura diventa difficoltosa nelle giornate di pioggia perchè mancano spazi adibiti a questo scopo e sedersi sulla tomba di Manzoni apparirebbe un tantino irrispettoso).

19. Come questo contesto potrebbero essere migliorato, reso più idoneo, più funzionale, più efficace ad usi relativi al libro/lettura?

Il luogo potrebbe essere dotato di sedute pensate appositamente per la lettura, situate nei punti più scenografici del cimitero. Si potrebbe creare una piattaforma di interscambio di libri all’ingresso, in modo da trasformare la visita in un’occasione culturale inaspettata.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s