Cinema all’aperto_2

Scheda CONTESTI

Nome contesto: intrattenimento

Tipologia: Cinema all’aperto

Declinazione specifica: Rassegna cinematografica “Cinestate”

Individuare a quale categoria appartiene il contesto:

 

CATEGORIA:                                     b) contesti neutri

 

1) Almeno 3 immagini

This slideshow requires JavaScript.

2) Descrivere il contesto nelle sue variabili ambientali (spaziali, dimensionali, di luce), di organizzazione   (500 parole max)

La manifestazione si svolge all’interno del cortile dell’associazione Caritas. Lo spazio è abbastanza ampio da poterci montare tutte le attrezzature necessarie allo svolgimento della rassegna, dalle sedute spartane alla postazione dei  tecnici.

L’illuminazione è artificiale (anche se all’aperto), in quanto le proiezioni avvengono dopo il tramonto.

3) indicare tre aggettivi che caratterizzano il contesto

Spartano- estivo- suggestivo.

4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche del contesto.

1.    Dove è localizzato?

Cortile interno associazione Caritas, Acquaviva delle Fonti (Bari).

2.    E’ un luogo fisso o mobile?

É un luogo fisso.

3.    E’ pubblico o privato/domestico?

E’ un luogo privato.

4.    All’aperto o al chiuso/interno?

E’ all’aperto

5.    E’ accessibile in modo libero o codificato? (dettagliare 200 battute)

L’accesso allo spettacolo avviene solo dopo aver pagato la somma di 5 €, dopodiché la scelta dei posti è libera.

6.    E’ uno luogo specializzato funzionalmente in termini univoci (mono funzione-uso) o dagli usi multipli (funzioni-uso primarie e secondarie) o non specificati (funzioni-uso accessorie, potenziali o improprie)? (dettagliare 200 battute)

Senza contare la manifestazione, il contesto non ha una funzione specifica: è uno spazio che normalmente funge da punto d’incontro, attesa, parcheggio; per la manifestazione lo spazio viene occupato dalle attrezzature, perdendo le funzioni originarie.

7.    Quali sono i tempi di accessibilità dello spazio/contesto? (dettagliare 200 battute)

Il tempo di accessibilità dipende dall’orario di apertura e chiusura dei cancelli.

8.    E’ uno spazio strutturato/codificato o non strutturato/informale? (dettagliare 200 battute)

Solitamente lo spazio non è strutturato; durante il periodo della manifestazione lo spazio viene codificato attraverso il montaggio e la disposizione di pannelli, sedute, bachi biglietteria e snack bar.

9.    E’ attrezzato o equipaggiato rispetto alla sua eventuale funzione/i? Con che elementi (naturali o) dotazioni e dispositivi? (dettagliare 200 battute)

Lo spazio viene trasformato in cinema all’aperto temporaneamente, montando un pannello sul quale sono proiettate le immagini; molte file di sedute disposte a schiera codificano l’area in cui gli spettatori prendono posto per la visione del film, uno snack-bar permette di comprare cibi e o bevande; il banco biglietteria/informazioni (posto all’ingresso) identifica la zona informazione/pagamento.

10.   Lo spazio viene fruito individualmente o in più persone? Quante? (dettagliare 200 battute)

Lo spazio è stato allestito in modo tale da poter ospitare un gran numero di persone.

11.    Quali sono i ruoli dei vari attori all’interno dello spazio (codificati, non codificati)? Che azioni svolgono? (dettagliare 200 battute)

Gli attori possono essere di due tipi: spettatori e organizzatori. Gli organizzatori sono coloro che gestiscono la rassegna curando le proiezioni (macchinista e tecnico audio), vendendo i biglietti e distribuendo volantini, cibi e bevande, oltre ai controllori della sala (registratori, videocamere, cellulari sono proibiti). Gli spettatori pagano il biglietto all’ingresso, guardano il film, consumano cibi e bevande, si informano sullo svolgimento della rassegna controllando l’opuscolo.

12.    Quali azioni relative al libro/lettura vi si possono svolgere (trasportare, leggere, comprare)? (dettagliare 200 battute)

All’interno dello spazio è possibile distribuire, posare, piegare, buttare, leggere, sfogliare i volantini, oppure munirsi di un libro o di una rivista da leggere nei tempi morti.

13.    Qual è l’ azione principale relativa al libro/lettura che vi si svolge (o per la quale è pensato, progettato, strutturato…)?

Le azioni principali sono distribuire e leggere i volantini informativi della rassegna cinematografica. Il contesto non è propriamente volto alla lettura, ma alla visione della pellicola.

14.    Quali altre azioni (non relative al libro/lettura) vi si possono svolgere? (dettagliare 200 battute)

Altre azioni possibili da svolgere sono guardare il film, parlare coi vicini, mangiare/bere, comprare, vendere.

15.    Come si muovono/comportano le persone all’interno dello spazio? (liberamente, secondo procedure/percorsi/azioni/obiettivi.. etc) (dettagliare 200 battute)

Gli spettatori seguono il percorso principale che li porta dall’ingresso (biglietteria) fino al posto desiderato (o disponibile).

Da qui possono recarsi allo snack-bar, alla toilette.

16.    Quali sono le modalità temporali di utilizzo dello spazio (durata, momento della giornata etc)? (dettagliare 200 battute)

La durata di utilizzo dello spazio va dall’apertura e chiusura dei cancelli dell’associazione, in questo caso i clienti restano per tutto il tempo della proiezione, che avviene sempre durante le ore di buio e non dura più di qualche ora.

17.    Gli attori possono modificare lo spazio? Come? Con che ruoli? Temporaneamente?

Lo spazio, anche se temporaneamente allestito, deve mantenere l’organizzazione principale, anche perchè devono essere rispettate le norme di evacuazione e deve essere garantita una buona proiezione del film.

18.    Quali sono gli aspetti positivi (relativi al libro/lettura e non) di questo contesto? E quelli negativi?

In generale l’ambiente non è favorevole alla lettura (illuminazione), anche se oltre ad offrire intrattenimento in modo diverso dal solito, fornisce informazioni riguardo lo svolgimento della manifestazione distribuzione di volantini.

19.    Come questo contesto potrebbero essere migliorato, reso più idoneo, più funzionale, più efficace ad usi relativi al libro/lettura?

Potrebbe essere utile uno strumento di illuminazione che non dia troppo fastidio agli altri spettatori.

 

Creato da: gruppo 11 – Carta bianca

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s