Caffè letterario

Nome contesto: Caffè Letterario
Tipologia: Multicenter Mondadori
Declinazione specifica: Area caffè

Individuare a quale categoria appartiene il contesto:

CATEGORIA b) contesti neutri

2) Descrivere il contesto nelle sue variabili ambientali (spaziali, dimensionali, di luce), di organizzazione (500 parole max)
Il caffè letterario può variariare di grandezza e struttura: quello preso in considerazione presenta un ampio spazio per l’acquisto di giornali, riviste e libri affiancato da un altro spazio in cui abbiamo la possibilità di consumare e di svolgere le letture che preferiamo. Presenta anche un secondo piano in cui possiamo svolgere le stesse azioni. I locali presentano sia una luce naturale, data dalle grandi finestre, e una artificiale che facilita la lettura.
3) indicare tre aggettivi che caratterizzano il contesto
-Rilassante -autocompiacente -interessante

4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche del contesto.
1. Dove è localizzato?
In diverse parti della città.
2. E’ un luogo fisso o mobile?
E’ un luogo fisso.
3. E’ pubblico o privato/domestico?
E’ pubblico.
4. All’aperto o al chiuso/interno?
Solitamente si trova all’interno.
5. E’ accessibile in modo libero o codificato? (dettagliare 200 battute)
E’ assolutamente acessibile in modo libero.
6. E’ uno luogo specializzato funzionalmente in termini univoci (mono funzione-uso) o dagli usi multipli (funzioni-uso primarie e secondarie) o non specificati (funzioni-uso accessorie, potenziali o improprie)? (dettagliare 200 battute)
E’ un luogo dagli usi multipli tra cui la lettura, la consumazione ma anche la discussione.
7. Quali sono i tempi di accessibilità dello spazio/contesto? (dettagliare 200 battute)
I tempi di accessibilità sono molto veloci, resi possibili dai grandi spazi e quindi dalla capienza.
8. E’ uno spazio strutturato/codificato o non strutturato/informale? (dettagliare 200 battute)
E’ uno spazio ben strutturato suddiviso in varie aree diversificate per interessi (divisione in aree per suddividere le riviste dalla loro specializzazione, o divisione rispetto alla tipologia di libro ecc….) e per servizi.
9. E’ attrezzato o equipaggiato rispetto alla sua eventuale funzione/i? Con che elementi (naturali o) dotazioni e dispositivi? (dettagliare 200 battute)
E’ attrezzato per la sua funzione.
10. Lo spazio viene fruito individualmente o in più persone? Quante? (dettagliare 200 battute)
Lo spazio viene fruito da più persone e viene occupato da quanti posti a sedere conta per la consumazione (come un classico bar)
11. Quali sono i ruoli dei vari attori all’interno dello spazio (codificati, non codificati)? Che azioni svolgono? (dettagliare 200 battute)
All’interno dello spazio gli attori consultano riviste, leggono libri, studiano manuali ecc… e inoltre possono servirsi del bar per una consumazione.
12. Quali azioni relative al libro/lettura vi si possono svolgere (trasportare, leggere, comprare)? (dettagliare 200 battute)
Si possono svolgere moltissime azioni riferite alla lettura infatti possiamo comprare un libro o una rivista, portarla con noi, leggerla, prestarla, consultarla prima di decider di comprarla.
13. Qual è azione principale relativa al libro/lettura che vi si svolge (o per la quale è pensato, progettato, strutturato…)?
E’ progettato esattamente per la lettura e per la discussione.
14. Quali altre azioni (non relative al libro/lettura) vi si possono svolgere? (dettagliare 200 battute)
Possiamo consumare sia qualcosa da bere che da mangiare, possiamo incontrarci con delle persone senza l’ “obbligo” di leggere.
15. Come si muovono/comportano le persone all’interno dello spazio? (liberamente, secondo procedure/percorsi/azioni/obiettivi.. etc) (dettagliare 200 battute)
C’è una percorso consigliato ma non obbligato; infatti nell’entrata principale troviamo subito una zona dedicate all’acquisto di libri e riviste per poi arrivare alle zone bar.
16. Quali sono le modalità temporali di utilizzo dello spazio (durata, momento della giornata etc)? (dettagliare 200 battute)
Non ci sono delle modalità temporali ben precise, a parte rispettare gli orari di aperture e chiusura.
17. Gli attori possono modificare lo spazio? Come? Con che ruoli? Temporaneamente? Permanentemente? Attraverso quali azioni, dotazioni etc? (dettagliare 200 battute)
Gli attori non possono modificare lo spazio.
18. Quali sono gli aspetti positivi (relativi al libro/lettura e non) di questo contesto? E quelli negativi?
Aspetti positivi:
Possibilità di incontro, di rilassarsi, di confrontarsi.
Secondo me non ci sono aspetti positivi

19. Come questo contesto potrebbero essere migliorato, reso più idoneo, più funzionale, più efficace ad usi relativi al libro/lettura?
Secondo me il contenuto potrebbe essere migliorato integrando contenuti multimediali.

This slideshow requires JavaScript.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s