Baita presso una stazione sciistica

Scheda CONTESTI

Nome contesto: Baita presso una stazione sciistica

Tipologia: Caffè/Bar

Declinazione specifica: baita a Montecampione (1800 mt s.l.m.)

Individuare a quale categoria appartiene il contesto:

Contesti

b) contesti neutri

1) Almeno 3 immagini

This slideshow requires JavaScript.

2) Descrivere il contesto nelle sue variabili ambientali (spaziali, dimensionali, di luce), di organizzazione

Solo gli sciatori più esperti possono raggiungere queste baite, esse sono circondate totalmente dalla natura e destinate come rifugio e non come negozio turistico. Solo certi periodi dell’anno, in piena estate, si sopportano le temperature esterne al rifugio, altrimenti il bar è dotato di lampade a fungo alogene che riscaldano un ambiente prettamente coperto. L’interno è un ambiente molto rustico e spartano dotato di panche e tavoli in legno dove gli sciatori possono cibarsi mentre leggono riviste (si solito specializzate) o giornali. Al di fuori vi è una zona semi-coperta per chi volesse concedersi un break immerso nella natura circostante; inoltre vi è un posto determinato al deposito degli sci, snowboard, scarponi e accessori vari.

3) indicare tre aggettivi che caratterizzano il contesto

paesaggistico, mutevole (sbalzo termico con l’esterno), sperduto, romantico.

4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche del contesto.

1. Dove è localizzato?

È il rifugio più alto che gli sciatori possono arrivare, è nei pressi di alta montagna.

2. E’ un luogo fisso o mobile?

Fisso.

3. E’ pubblico o privato/domestico?

Pubblico, dove gli sciatori più esperti possono andare.

4. All’aperto o al chiuso/interno?

Può essere sia al chiuso che all’aperto.

5. E’ accessibile in modo libero o codificato?

Codificato, solo chi scia ed ha lo skipass può accedervi.

6. E’ un luogo specializzato funzionalmente in termini univoci (mono funzione-uso) o dagli usi multipli (funzioni-uso primarie e secondarie) o non specificati (funzioni-uso accessorie, potenziali o improprie)?

Questo luogo ha molteplici funzioni, quella primaria è di accogliere sportivi che vogliono fare una pausa. Da qui nasce il bisogno di soddisfare lo sciatore offrendo un posto in cui bere, concedergli uno snack, leggere, riposare.

7. Quali sono i tempi di accessibilità dello spazio/contesto?

L’accessibilità al luogo è determinata in base agli orari di apertura e chiusura dell’impianto sciistico, spesso quando sorge e tramonta il sole.

8. E’ uno spazio strutturato/codificato o non strutturato/informale?

Lo spazio è informale in quanto si possono svolgere qualsiasi tipo di azione come leggere, mangiare, parlare, ecc.

9. E’ attrezzato o equipaggiato rispetto alla sua eventuale funzione/i? Con che elementi (naturali) o dotazioni e dispositivi?

Di solito queste baite all’esterno possiedono dai particolari e specifici spazi per il deposito dell’attrezzatura con oggetti che consentono l’ordine e il facile ritrovamento del proprio equipaggiamento.

10. Lo spazio viene fruito individualmente o in più persone? Quante?

Lo spazio viene fruito in più persone proprio per dar modo di accogliere più sportivi possibili.

11. Quali sono i ruoli dei vari attori all’interno dello spazio (codificati, non codificati)? Che azioni svolgono?

Gli attori sono gli sportivi e i proprietari della baita. I primi svolgono le azioni di mangiare, bere, parlare tra gli amici, leggere o consultare la mappa, riposarsi, chiedere informazioni; i padroni del rifugio invece accolgono il cliente offrendogli d’aiuto, vendendo bevande, cibi mappe e un posto in cui riposarsi al caldo.

12. Quali azioni relative al libro/lettura vi si possono svolgere (trasportare, leggere, comprare)?

Comprare e vendere riviste specializzate o mappe della zona, leggere e decodificare informazione sulla mappa.

13. Qual è azione principale relativa al libro/lettura che vi si svolge (o per la quale è pensato, progettato, strutturato…)?

Leggere

14. Quali altre azioni (non relative al libro/lettura) vi si possono svolgere?

Mangiare, giocare (ex. a carte), parlare, risposarsi.

15. Come si muovono/comportano le persone all’interno dello spazio? (liberamente, secondo procedure/percorsi/azioni/obiettivi.. etc)

Le persone si muovono a secondo di trovare lo spazio più confortevole magari vicini ad un camino/stufa/lampada alogena, un tavolo più grande affinché ci stiano tutti, un posto meno rumoroso.

16. Quali sono le modalità temporali di utilizzo dello spazio (durata, momento della giornata etc)?

Possono variare a seconda di pochi minuti magari prendere un caffè o consultare velocemente la mappa, fino una o più ore per chi si vuole concedere una pausa più lunga.

17. Gli attori possono modificare lo spazio? Come? Con che ruoli? Temporaneamente? Permanentemente? Attraverso quali azioni, dotazioni etc?

Gli attori possono spostare panche e tavoli temporaneamente.

18. Quali sono gli aspetti positivi (relativi al libro/lettura e non) di questo contesto? E quelli negativi?

Aspetti positivi: richiesta d’aiuto per incomprensibilità (mappe), luogo piacevole e caldo per leggere, possibilità di bere qualcosa di caldo, rifugio meno affollato rispetto ad altri e meno caotico;

Aspetti negativi: possibile di furto dell’attrezzatura lasciata in appositi spazi incustoditi, impossibilità si sfogliare un libro a causa del freddo e per chi non volesse togliersi i guanti, impossibilità di codifica delle mappe.

19. Come questo contesto potrebbero essere migliorato, reso più idoneo, più funzionale, più efficace ad usi relativi al libro/lettura?

Assicurando l’equipaggiamento in posti custoditi, garantendo dai guanti speciali per sfogliare libri o mappe, un supporto per la codifica delle mappe.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s