Sala lettura: Biblù

Nome contesto: Sala lettura

Tipologia: Biblioteca, ludoteca e sala lettura per bambini

Declinazione specifica: Biblù

Individuare a quale categoria appartiene il contesto:

CATEGORIA        a) contesti propri

1) Almeno 3 immagini 

This slideshow requires JavaScript.

2) Descrivere il contesto nelle sue variabili ambientali (spaziali, dimensionali, di luce), di organizzazione   (500 parole max)

Biblù è un vecchio autobus che è stato riverniciato e riadattato per essere utilizzato come una biblioteca per bambini. Al suo interno ci sono scaffali pieni di libri, tavolini, seggioline, cuscini, giocattoli. È suddiviso in zone destinate alla lettura e al gioco dei bambini del reparto pediatrico dell’ospedale di Ferrara, dove Biblù è parcheggiato per la maggior parte dell’anno.

3) indicare tre aggettivi che caratterizzano il contesto

Allegro – Colorato – Divertente

4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche del contesto.

1. Dove è localizzato? 

Per la maggior parte dell’anno è parcheggiato nel parco interno all’ospedale S.Anna di Ferrara, di fronte al reparto di pediatria. A volte si sposta per recarsi davanti alle scuole, o in occasione di manifestazioni cittadine.

2. E’ un luogo fisso o mobile?

Mobile.

3. E’ pubblico o privato/domestico?

Pubblico.

4. All’aperto o al chiuso/interno?

La sala lettura è situata all’interno dell’autobus, che è parcheggiato all’aperto, in un parco.

5. E’ accessibile in modo libero o codificato? (dettagliare 200 battute)

È accessibile in modo libero, durante gli orari di apertura.

6. E’ un luogo specializzato funzionalmente in termini univoci (mono funzione-uso) o dagli usi multipli (funzioni-uso primarie e secondarie) o non specificati (funzioni-uso accessorie, potenziali o improprie)? (dettagliare 200 battute)

È un luogo destinato ad usi multipli, in aree dedicate alle funzioni di biblioteca, ludoteca e sala lettura.

7. Quali sono i tempi di accessibilità dello spazio/contesto? (dettagliare 200 battute)

Biblù è aperto lunedì, mercoledì e giovedì dalle 15.30 alle 18.30, e martedì e venerdì dalle 9.00 alle 12.00.

8. E’ uno spazio strutturato/codificato o non strutturato/informale? (dettagliare 200 battute)

È uno spazio strutturato e codificato, pensato per essere utilizzato da dei bambini per le loro attività di gioco e lettura.

9. E’ attrezzato o equipaggiato rispetto alla sua eventuale funzione/i? Con che elementi (naturali o) dotazioni e dispositivi? (dettagliare 200 battute)

L’autobus è stato riadattato per la sua nuova funzione con un arredamento a prova di bambino: con scaffali girevoli, tavolini, seggiolone, cuscini, tappeti, ecc.

10. Lo spazio viene fruito individualmente o in più persone? Quante? (dettagliare 200 battute)

Lo spazio viene fruito da più persone, tra bambini, genitori e volontari. Non è molto capiente, ma d’estate vengono portate delle seggioline anche fuori per poter leggere all’aperto

11. Quali sono i ruoli dei vari attori all’interno dello spazio (codificati, non codificati)? Che azioni svolgono? (dettagliare 200 battute)

I volontari che sorvegliano e intrattengono i bambini, portando libri anche anche all’interno dell’ospedale per chi non può muoversi dal letto, hanno un ruolo codificato. I bambini e gli altri visitatori hanno invece un ruolo non codificato, possono prendere libri in prestito, giocare, leggere,…

12. Quali azioni relative al libro/lettura vi si possono svolgere (trasportare, leggere, comprare)? (dettagliare 200 battute)

Trasportare i libri, conservarli, renderli disponibili, leggere,  fare letture ad alta voce ai bambini.

13. Qual è azione principale relativa al libro/lettura che vi si svolge (o per la quale è pensato, progettato, strutturato…)?

La raccolta di libri e la loro distribuzione.

14. Quali altre azioni (non relative al libro/lettura) vi si possono svolgere? (dettagliare 200 battute)

Giocare, disegnare, intrattenere i bambini,…

15. Come si muovono/comportano le persone all’interno dello spazio? (liberamente, secondo procedure/percorsi/azioni/obiettivi.. etc) (dettagliare 200 battute)

Liberamente.

16. Quali sono le modalità temporali di utilizzo dello spazio (durata, momento della giornata etc)? (dettagliare 200 battute)

Sia di mattina che di pomeriggio, per qualche minuto o anche per qualche ora, a seconda delle preferenze.

17. Gli attori possono modificare lo spazio? Come? Con che ruoli? Temporaneamente? Permanentemente? Attraverso quali azioni, dotazioni etc? (dettagliare 200 battute)

I volontari che gestiscono Biblù possono riallestire l’autobus spostando, aggiungendo, o togliendo materiale sia in maniera reversibile che irreversibile.

18. Quali sono gli aspetti positivi (relativi al libro/lettura e non) di questo contesto? E quelli negativi?

Positivi:

È un contesto adattissimo all’utente a cui è destinato, che sono i bambini: oltre ai libri per tutte le età, sono a loro disposizione anche giocattoli e pupazzi. Il fatto che sia mobile lo rende fruibile da molte più persone.

Negativi:

Lo spazio all’interno è molto ristretto, non è possibile fare entrare tanti bambini nello stesso momento. Anche la disposizione del materiale deve essere organizzata nel miglior modo possibile per organizzare lo spazio (es. gli scaffali girevoli).

19. Come questo contesto potrebbero essere migliorato, reso più idoneo, più funzionale, più efficace ad usi relativi al libro/lettura?

Se fosse più ampio sarebbe senza dubbio più confortevole, sia per leggere che per giocare, e potrebbe contenere molti più libri. Per aumentare lo spazio a disposizione senza eliminare la caratteristica di essere mobile, si potrebbero utilizzare più bus insieme.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s