Piscina: Tribune della piscina Comunale di Cologno Monzese

Nome contesto: Piscina

Tipologia: Struttura pubblica

Declinazione specifica: Tribune della Piscina Comunale di Cologno Monzese

Individuare a quale categoria appartiene il contesto:

CATEGORIA          b) contesti neutri

1) Almeno 3 immagini

This slideshow requires JavaScript.

2) Descrivere il contesto nelle sue variabili ambientali (spaziali, dimensionali, di luce), di organizzazione   (500 parole max)

Le tribune sono situate all’interno dell’impianto sportivo, nella zona vasche, a lato della vasca più grande. Si tratta di una struttura a gradoni sopraelevata, lunga circa 25 metri, che può ospitare circa 200 persone. Questi gradoni – in cemento, rivestiti da piastrelle – fungono al contempo da posti a sedere e da scalinata per raggiungere i posti più in alto.

Alle tribune si accede tramite un ingresso separato, e agli spettatori è impedito l’accesso alle vasche grazie a una ringhiera posta in fondo alla scalinata dalla quale è possibile affacciarsi per vedere meglio cosa succede in piscina.

3) indicare tre aggettivi che caratterizzano il contesto

Sportivo – Umido – Affollato

4) Individuare e descrivere le seguenti caratteristiche del contesto.

 1.   Dove è localizzato?

All’interno della Piscina Comunale di Cologno Monzese, in una zona periferica a nord della città.

2.   È un luogo fisso o mobile?

Fisso

3.   È pubblico o privato/domestico?

È un luogo pubblico.

4.   All’aperto o al chiuso/interno?

Le tribune si trovano all’interno dell’impianto sportivo, al coperto

5.    E’ accessibile in modo libero o codificato? (dettagliare 200 battute)

Alle tribune si può accedere in modo libero.

6.    E’ un luogo specializzato funzionalmente in termini univoci (mono funzione-uso) o dagli usi multipli (funzioni-uso primarie e secondarie) o non specificati (funzioni-uso accessorie, potenziali o improprie)? (dettagliare 200 battute)

È un luogo destinato ad ospitare il pubblico che assiste ai corsi di nuoto. Vi si possono svolgere funzioni secondarie, soprattutto per ingannare l’attesa e far passare il tempo più velocemente.

7.      Quali sono i tempi di accessibilità dello spazio/contesto? (dettagliare 200 battute)

Vi si può accedere solo durante l’orario di apertura della piscina: lunedì e giovedì, dalle 7.00 alle 14.30; martedì, mercoledì e venerdì, dalle 7.00 alle 22.00; sabato, dalle 9.00 alle 21.00; domenica, dalle 9.00 alle 19.00.

8.      E’ uno spazio strutturato/codificato o non strutturato/informale? (dettagliare 200 battute)

È uno spazio codificato, situato in una zona specifica ed adatto alla funzione a cui è destinato: ospitare gli spettatori.   Al suo interno, però, gli utenti si possono muovere liberamente e svolgere le azioni che preferiscono.

9.      E’ attrezzato o equipaggiato rispetto alla sua eventuale funzione/i? Con che elementi (naturali o) dotazioni e dispositivi? (dettagliare 200 battute)

È attrezzato con posti a sedere (anche se non ci sono sedute specifiche) per ospitare il pubblico, disposti verticalmente per consentire una buona visuale della vasca da ogni posizione.

10.    Lo spazio viene fruito individualmente o in più persone? Quante? (dettagliare 200 battute)

Lo spazio viene fruito da più persone. Le tribune possono ospitare 200 persone circa.

11.    Quali sono i ruoli dei vari attori all’interno dello spazio (codificati, non codificati)? Che azioni svolgono? (dettagliare 200 battute)

Il ruolo degli spettatori non è codificato, all’interno dello spazio possono svolgere azioni secondarie differenti. Altri attori, che si occupano della pulizia  e della manutenzione delle tribune, hanno invece un ruolo codificato.

12.    Quali azioni relative al libro/lettura vi si possono svolgere (trasportare, leggere, comprare)? (dettagliare 200 battute)

Leggere, studiare, sedersi su un libro per essere un po’ più alti, sedersi su un giornale per non sporcarsi (scalinata e sedute sono la stessa cosa).

13.    Qual è azione principale relativa al libro/lettura che vi si svolge (o per la quale è pensato, progettato, strutturato…)?

Leggere, per ingannare l’attesa.

14.    Quali altre azioni (non relative al libro/lettura) vi si possono svolgere? (dettagliare 200 battute)

Ascoltare la musica, mangiare, bere, telefonare, lavorare al pc, lavorare a maglia, chiacchierare, dormire, pulire, giocare, ecc.

15.    Come si muovono/comportano le persone all’interno dello spazio? (liberamente, secondo procedure/percorsi/azioni/obiettivi.. etc) (dettagliare 200 battute)

Liberamente, ma lo spazio è limitato. Ognuno può scegliere come passare il tempo: l’obiettivo è sempre ingannare l’attesa.

16.    Quali sono le modalità temporali di utilizzo dello spazio (durata, momento della giornata etc)? (dettagliare 200 battute)

Le modalità temporali di utilizzo sono vincolate dagli orari della piscina e dei corsi: anche per il nuoto libero bisogna rispettare delle fasce orarie prestabilite. Le lezioni di nuoto generalmente hanno luogo nel pomeriggio, dopo la scuola, o la sera per gli adulti. La durata varia a seconda della tipologia dell’allenamento, da una a qualche ora.

17.    Gli attori possono modificare lo spazio? Come? Con che ruoli? Temporaneamente? Permanentemente? Attraverso quali azioni, dotazioni etc? (dettagliare 200 battute)

Gli attori non possono modificare lo spazio in maniera irreversibile, tranne che con atti di vandalismo estremi… Gli addetti alla manutenzione e alle pulizie possono apportare modifiche reversibili.

18.    Quali sono gli aspetti positivi (relativi al libro/lettura e non) di questo contesto? E quelli negativi?

Positivi:

La disposizione in verticale permette di avere una buona visuale delle vasche, da ogni posto.

Negativi:

L’ambiente è umido, fastidioso per chi non è in acqua con addosso solo un costume. I posti  a sedere sono in realtà i gradoni della scalinata, quindi ci si siede dove gli altri camminano, e non si ha nemmeno uno schienale per appoggiarsi.

19.    Come questo contesto potrebbero essere migliorato, reso più idoneo, più funzionale, più efficace ad usi relativi al libro/lettura?

Migliorando innanzitutto i posti a sedere, dotandoli di sedute più comode, sulle quali non si cammini. Si potrebbero anche dotare di un supporto per appoggiare il libro, e mettere a disposizione di chi non se li è portati da casa libri e riviste.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s