Sottolineare – Sottolineare per studiare

This slideshow requires JavaScript.

Nome azione: sottolineare

Declinazione specifica: sottolineare per studiare

Individuare a quale categoria appartiene l’azione

  b) Azioni che si compiono con/sull’artefatto per la lettura:

1) Almeno 3 immagini

2) Descrivere l’azione come se si stesse narrando uno storybord (500 parole max)

Reperire tutto il materiale necessario allo studio (libri di testo, dispense, strumenti per sottolineare quali matita e righello o eventualmente penne, pastelli, pennarelli, evidenziatori a discrezione delle personali preferenze).

Sedersi alla postazione (scrivania) e disporre il materiale adeguatamente alle esigenze.

Leggere una prima volta per la comprensione del contenuto.

Individuare gli elementi chiave che devono essere memorizzati (nomi, date, definizioni o interi periodi) e sottolinearli.

Durante la lettura è possibile impugnare gli strumenti tenendoli semplicemente in mano oppure servendosene per aiutarsi a seguire il segno della lettura.

È possibile scegliere diversi colori per diverse tipologie di contenuto e adottare altri segni grafici per meglio evidenziare alcuni elementi, come circolettature, riquadri, doppie sottolineature o parentesi.

Si può eventualmente sottolineare più volte lo stesso testo stabilendo una gerarchia di importanza dei contenuti.

3) Indicare tre aggettivi che caratterizzano l’azione

Utile, metodico, personale

4) Individuare le seguenti caratteristiche

L’azione

a) Coinvolge 1, 2 o più persone? (dettagliare 200 battute)

L’azione è svolta individualmente ma gli esiti potrebbero coinvolgere i successivi lettori.

b) Richiede un oggetto per compierla? Quale? Come si usa?

Richiede l’uso necessario di almeno uno strumento che lasci la traccia della sottolineatura, ci si può eventualmente servire di strumenti che consentono di tracciare linee dritte come righelli ma anche segnalibri, fogli, o particolari artefatti da applicare allo strumento tracciante. Inoltre facendo scorrere quest’ultimo lungo spigoli che presentano rientranze e/o sporgenze regolari in successione uniforme è possibile ottenere tracce a motivo geometrico, spezzate, ondulate…

c) Si svolge in pubblico o in privato?

In dipendenza dal contesto in cui si studia l’azione può essere svolta in privato o in pubblico.

d) Quanto tempo richiede?

Il gesto della sottolineatura è immediato e accompagna il ritmo della lettura. La durata dell’intero processo dipende dalla lunghezza del testo da sottolineare e dalla quantità di informazioni che si desiderano selezionare per essere memorizzate.

e) È una azione site specifica? In quale contesto si svolge?

Vi sono dei luoghi abituali più consoni allo studio, che favoriscono la concentrazione e l’atto stesso del sottolineare (un piano su cui appoggiare il supporto cartaceo quale la scrivania o un tavolo in un’ambiente tranquillo e isolato) ma è possibile anche sottolineare stando seduti e appoggiando il libro sulle gambe. La condizione minima è che il libro sia stabile e vi sia almeno una mano libera per impugnare lo strumento e tracciare le linee.

f) Richiede una competenza specifica? Quale?

Ogni individuo è potenzialmente in grado di compiere il gesto della sottolineatura, ma per saper selezionare gli elementi più opportuni nel modo più efficace in relazione alle personali modalità di memorizzazione potrebbe occorrere un’abilità maturata con la formazione e l’esperienza.

g) È un’azione legale o illegale?

Si tratta di un’azione legale.

h) Come la lettura o il supporto (libro/rivista…) entrano in relazione  con l’azione? La coadiuvano,  la influenzano, la condizionano, la limitano,  la ostacolano… etc. ? (dettagliare 200 battute)

Il materiale del supporto cartaceo, il contenuto del testo e il pregio del volume influenzano le modalità di sottolineatura: potrebbero vincolarla od ostacolarla, come nel caso in cui su superfici patinate i segni dell’evidenziatore tardano ad asciugare e le tracce di matita sono difficoltose da lasciare.

Interlinea e carattere possono anche orientare la scelta dello strumento più adatto alla sottolineatura.

i) Quali sono gli aspetti positivi di questa azione? E quelli negativi?

L’aspetto positivo è il conseguimento dell’apprendimento, inoltre sarà sempre possibile consultare il testo o ripassare avendo a disposizione del materiale già selezionato e “caratterizzato”.

La trasformazione spesso irreversibile del supporto può però essere considerato un aspetto negativo, specialmente per i successivi possessori del libro.

Possono esserci problemi  di relazione supporto/strumento come nel caso delle sbavature di evidenziatore

j) Come questa azione potrebbe essere migliorata, resa più facile, più piacevole, più efficace?

L’irreversibilità di tale azione potrebbe essere risolta attraverso modalità che non intaccano direttamente la superficie del libro.

Sarebbe utile inoltre poter riporre gli strumenti in modo comodo e subito accessibile, soprattutto nel momento in cui non si ha a disposizione un piano di lavoro.

L’impiego di particolari materiali per le pagine potrebbe risolvere eventuali conflitti con lo strumento sottolineannte.

k) È un azione finalizzata ad un risultato? Quale?

Il risultato della sottolineatura è la creazione di riferimenti grafici in modo tale da isolare le parti più significative di uno scritto perché siano facilmente individuabili.

Sottolineare incrementa l’attenzione e lo sforzo di concentrazione, presuppone una rilettura e innesca dunque il processo di memorizzazione: grazie alla personalizzazione del testo esso viene più facilmente interiorizzato.

l) È un azione che implica un coinvolgimento emotivo?

Generalmente l’azione non implica un coinvolgimento emotivo (a meno che non sia il contenuto del testo a scatenarlo), ma potrebbero essere utilizzati dei riferimenti che fanno leva sull’emotività del soggetto per facilitare la memorizzazione.

m) L’azione modifica il supporto? In modo reversibile o irreversibile?

Il supporto risulta modificato irreversibilmente. Anche le tracce cancellabili di una matita lasciano solchi permanenti sul supporto; potrebbe essere stata utilizzata con una pressione pressoché minima ma i segni della cancellatura, sebbene impercettibilmente, intaccherebbero la superficie del libro.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s