Sorreggere un libro camminando

Nome azione: SORREGGERE

Declinazione specifica: sorreggere un libro mentre cammino in seminario

Individuare a quale categoria appartiene l’azione

a)Azioni implicite alla lettura    

This slideshow requires JavaScript.

2)Descrivere l’azione come se si stesse narrando uno storybord (500 parole max)

Questa azione viene eseguita in due momenti della giornata:

– verso le 16.45 si è soliti fare il momento di meditazione leggendo un libro spirituale, mentre si passeggia respirando la fresca brezza pomeridiana.

– verso le 18.00 ci si dirige in cappella e, preso con se il diurnale, ci si aspetta fuori dalla cappella (nel quadriportico) e si comincia a camminare, con serena calme nel quadriportico e aperto il proprio libro si comincia a recitare il vespero (ciascuno legge a voce alta delle parti, secondo un previo accordo).

3) Indicare tre aggettivi che caratterizzano l’azione

SPIRITUALE – PACIFICANTE – A LARGO RESPIRO ( COMUNIONALE: sei in comunione con tutti quelli che pregano).

4) Individuare le seguenti caratteristiche.

L’azione

a)     Coinvolge 1, 2 o più persone? (dettagliare 200 battute)

È una azione che può coinvolgere 1/2 o al massimo 3 persone, poiché è possibile che non tutti i presenti posseggano il diurnale in quel momento, quindi una persona può condividere il momento della lettura con al massimo altri 2.

b)     Richiede un oggetto per compierla? Quale? Come si usa?

Richiede necessariamente il libro e le mani, poiché devono sostenere il libro mentre si legge, e devono svoltare pagina. Inoltre sono fondamentali i piedi per la camminata. Il diurnale o un libro.

c)      Si svolge in pubblico o in privato?

Si svolge in luogo pubblico, o meglio comunitario, all’interno del quadriportico del seminario.

d)     Quanto tempo richiede?

Il tempo può èssere più o meno prolungato; tuttavia possiamo distinguere: la normale lettura di un libro (quindi il tempo si aggira sui 30 minuti) oppure la recita del vespro (con una tempistica di circa 10-15 minuti).

e)     È una azione site specifica? In quale contesto si svolge?

Normalmente si svolge nel quadriportico del seminario, o nel parco/giardino (questo è più raro poiché generalmente se si va nel parco ci si siede su una panchina o nell’erba); l’orario in cui ciò avviene si aggira tra le 16.45 e le 17.15 per quanto riguarda la lettura personale di un testo (di solito un libro spirituale) mentre l’orario in cui vengono detti i vespri si aggira tra le 18.00 e le 19.00.

f)       Richiede una competenza specifica? Quale?

Il lettore deve possedere delle competenze; poiché deve sapere come funziona il diurnale (non è così facile, poiché bisogna spesso girare più e più pagine).

g)     È un’azione legale o illegale?

È una azione legale; potrebbe risultare illegale in alcuni stati di religione islamica o in cui vi è l’ateismo di stato sia radicale (es: Cina) che moderato (es: in Francia non è concessa questa azione nei luoghi pubblici- è vietato fare mostra di simboli/gesti religiosi in un contesto pubblico).

h)     Come la lettura o il supporto (libro/rivista…) entrano in relazione  con l’azione? La coadiuvano,  la influenzano, la condizionano, la limitano,  la ostacolano… etc. ? (dettagliare 200 battute)

Generalmente si è soliti sorreggere il diurnale con una mano sola, mente l’altra viene utilizzata per girare le pagine; che devono essere girate molto spesso perché: le pagine sono piccole e perché il testo non è continuativo, ma si deve ricercare in diversi punti del libro. Si è soliti porgere il diurnale ad una persona accanto che risulta esserne sprovvista.

i)       Quali sono gli aspetti positivi di questa azione? E quelli negativi?

Aspetti negativi: il quadriportico risulta essere spesso in alcuni punti ventoso e le pagine del diurnale, molto leggere, si girano facilmente; inoltre a causa dalla camminata e delle imperfezioni della pavimentazione, non si riesce bene a mettere a fuoco il testo (che “balla”), nel caso che uno legga dal diurnale dell’altro (nel caso ne sia sprovvisto) o nel caso che uno porti gli occhiali.

Aspetti positivi: è un’attività socievole e rilassante.

j)        Come questa azione potrebbe essere migliorata, resa più facile, più piacevole, più efficace?

L’azione in questione sarebbe resa più piacevole se fosse possibile avere un supporto, che si po’ trasformare in un copri libro, che riduca il traballio della scritta durante la camminata e che mediante un facile strumento consenta di girare più agilmente le pagine e le tenga ferme nonostante il forte vento.

k)      E’ un azione finalizzata ad un risultato? Quale?

Camminare dicendo i vespri è piacevole perché ti permette di condividere la preghiera con qualche altro fratello. Inoltre ti fa prendere una boccata d’aria ed è più rilassante.

l)        E’ un azione che implica un coinvolgimento emotivo?

Certamente questa è una azione che implica un coinvolgimento emotivo. In primo luogo si tratta di preghiera, quindi si deve essere presente sia con lo spirito sia con la testa. Inoltre è una azione che condividi con persone a cui vuoi bene.

m)    L’azione modifica il supporto? In modo reversibile o irreversibile?

L’azione modifica il supporto ma non in modo irreversibile: i numerosi segna-libri vengono spostati (questa azione a volte causa lo strappo di parti delle sottili pagine del diurnale).

Inoltre l’utilizzo frequente va ad usurare il libro, in particolare se si hanno delle mani soggette a sudorazione.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s