CONSERVARE – negli scatoloni


Scheda AZIONI

Nome azione: CONSERVARE

Declinazione specifica: conservare negli scatoloni (lunga durata)

Individuare a quale categoria appartiene l’azione

c) Azioni contestuali alla lettura:

1)Almeno 3 immagini

This slideshow requires JavaScript.

2)Descrivere l’azione come se si stesse narrando uno storybord (500 parole max)

si prendono dei libri che si vuole conservare, ma che non richiedono di essere consultati frequentemente > si prendono uno o più scatoloni > li si inserisce > si trasportano nel posto prescelto

3) indicare tre aggettivi che caratterizzano l’azione

organizzativa, semi-definitiva, faticosa (in particolare spostare gli scatoloni)

 

3) Individuare le seguenti caratteristiche.

L’azione

  1. Coinvolge 1, 2 o più persone? (dettagliare 200 battute)

Può coinvolgere una o più persone a seconda della quantità di libri

  1. Richiede un oggetto per compierla? Quale? Come si usa?

Richiede degli scatoloni che verranno riempiti.

  1. Si svolge in pubblico o in privato?

Si svolge generalmente in privato; può avvenire anche in pubblico (raccolta libri).

  1. Quanto tempo richiede?

Dipende dalla quantità di libri, comunque in genere richiede una cospicua quantità di tempo.

  1. È una azione site specifica? In quale contesto si svolge?

Generalmente l’azione di inscatolare viene svolta in casa; in seguito, i contenitori vengono trasportati in altri luoghi (cantina, box, depositi).

  1. Richiede una competenza specifica? Quale?

Non richiede competenze specifiche, se non quella di saper organizzare la disposizione dei libri all’interno degli scatoloni e di riuscire a trasportarli.

  1. È un’azione legale o illegale?

Legale.

  1. Come la lettura o il supporto (libro/rivista…) entrano in relazione con l’azione? La coadiuvano, la influenzano, la condizionano, la limitano, la ostacolano… etc. ? (dettagliare 200 battute)

Il supporto è oggetto dell’azione, la influenza a seconda delle proprie caratteristiche dimensionali e di peso, e a seconda dell’utilizzo che se ne vuole fare.

  1. Quali sono gli aspetti positivi di questa azione? E quelli negativi?

Gli aspetti positivi sono che si possono conservare libri il cui utilizzo non è frequente ma che hanno comunque un certo valore personale; quelli negativi sono che l’operazione richiede dispendio di energie da parte dell’utente e richiede fatica nel sollevare i libri, inscatolarli e trasportarli.

  1. Come questa azione potrebbe essere migliorata, resa più facile, più piacevole, più efficace?

Gli spunti di intervento potrebbero puntare sul rendere più gradevole l’aspetto dei tradizionali scatoloni (che in genere vengono conservati in cantina), sul facilitarne la trasportabilità e sull’occupare il minor spazio possibile.

  1. E’ un azione finalizzata ad un risultato? Quale?

Conservare i libri che non vengono utilizzati spesso ma che non si vuole buttare, riducendo il loro ingombro all’interno delle abitazioni.

  1. E’ un azione che implica un coinvolgimento emotivo?

Potrebbero riaffiorare ricordi nel riporre libri e nel momento in cui li si ritira fuori.

  1. L’azione modifica il supporto? In modo reversibile o irreversibile?

In genere non modifica il supporto; può avvenire che si impolveri (reversibile) o che si rovini durante l’inscatolamento (irreversibile).

GRUPPO 8-NP2

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s