Bere: Bere un the seduti in poltrona e leggendo un libro

Nome azione: Bere   Declinazione specifica:  Bere un the seduti in poltrona e leggendo un libro

Individuare a quale categoria appartiene l’azione

    c) Azioni contestuali alla lettura: 

This slideshow requires JavaScript.

 2)Descrivere l’azione come se si stesse narrando uno storyboard (500 parole max)

  1. Prendere la tazza in cui si é versato il the
  2. Recarsi alla poltrona e sedersi
  3. Tenendo la tazza con una mano, prendere il libro con la mano libera
  4. Trovare un sostegno su cui poggiare il libro per la lettura: possono essere le proprie gambe, il bracciolo, …
  5. Se non si dispone di un piano d’appoggio vicino (es. un tavolino) aiutarsi con il bracciolo della poltrona
  6. Mentre con una mano si tiene il manico della tazza, aprire il libro alla pagina interessata con la mano libera, sfogliandolo con le dita e tenendolo fermo con il palmo
  7. Durante la lettura, tenere il libro aperto aiutandosi con il palmo della mano, o appoggiandovi la tazza al centro tenendola con le due mani

3) indicare tre aggettivi che caratterizzano l’azione

Domestica – Rilassante – Intima

3) Individuare le seguenti caratteristiche.

L’azione

a)     Coinvolge 1, 2 o più persone? (dettagliare 200 battute)

L’azione coinvolge una sola persona. È una azione che comporta un raccoglimento, il distacco da ciò che sta attorno per ritagliarsi uno spazio intimo, di relax, in solitudine.

b)    Richiede un oggetto per compierla? Quale? Come si usa?

L’azione non richiede l’utilizzo di uno strumento particolare. Per bere il the, è preferibile utilizzare una tazza con il manico in modo da favorire la presa anche con una mano sola, ed evitare le scottature.

c)     Si svolge in pubblico o in privato?

L’azione si svolge in privato, tra le mura domestiche.

d)    Quanto tempo richiede?

Trattandosi di un momento di relax, è più corretto parlare di tempo a disposizione piuttosto che di tempo necessario a svolgere l’azione. Di per sé, per bere una tazza di the, sono sufficienti pochi minuti. La durata dell’azione é quindi a discrezione dell’utente che la svolge.

e)     È una azione site specifica? In quale contesto si svolge?

Non si tratta di un’azione site specifica. Solitamente ha luogo tra le mura domestiche, ma è possibile ricreare una situazione del tutto analoga in un bar che disponga di poltrone e di un’atmosfera adeguatamente intima (es. in un locale Starbucks).

f)      Richiede una competenza specifica? Quale?

L’azione non richiede alcuna competenza specifica.

g)     È un’azione legale o illegale?

Legale.

h)    Come la lettura o il supporto (libro/rivista…) entrano in relazione  con l’azione? La coadiuvano,  la influenzano, la condizionano, la limitano,  la ostacolano… etc. ? (dettagliare 200 battute)

La lettura influenza il modo di eseguire l’azione, perché costringe l’utente ad utilizzare una mano sola per svolgere l’azione di bere e una per leggere. Normalmente per leggere si utilizzano entrambe le mani: almeno una per sorreggere il libro e una per girare le pagine. In questo caso una delle due mani é impegnata necessariamente a tenere la tazza di the, mentre con l’altra si cerca contemporaneamente di tenere il libro aperto e voltare le pagine.

i)       Quali sono gli aspetti positivi di questa azione? E quelli negativi?

Positivi:

La tipologia di seduta aiuta perfettamente a creare una situazione di intimità, accogliendo l’utente in uno spazio piccolo e confortevole, distaccato da tutto il resto.

Negativi:

È difficile riuscire a maneggiare contemporaneamente la tazza e il libro senza aiutarsi appoggiandosi al bracciolo della poltrona (che però è curvo e richiede ugualmente una mano per tenere la tazza). Per voltare pagina e mantenere il libro aperto bisogna aiutarsi anche con la mano occupata, rischiando di rovesciare il the sul libro.

j)       Come questa azione potrebbe essere migliorata, resa più facile, più piacevole, più efficace?

Si potrebbe intervenire sul supporto, per fare in modo che si riescano a girare le pagine e a tenere il libro con una mano sola. Sarebbe utile anche progettare un sistema di appoggio che possa sorreggere al contempo la tazza ed il libro, in modo poter avere le mani libere.

k)     E’ un azione finalizzata ad un risultato? Quale?

No.

l)       E’ un azione che implica un coinvolgimento emotivo?

È un’azione che favorisce il raccoglimento in se stessi, l’isolamento da ciò che ci circonda, il coinvolgimento nella lettura.

m)  L’azione modifica il supporto? In modo reversibile o irreversibile?

L’azione non modifica in alcun modo il supporto, salvo qualche incidente spiacevole: se cercando di girare pagina rovescio la tazza di the sul libro lo rovino in maniera irreversibile.

Carolina Becatti, Gruppo 2

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s