APPUNTARE – “Mind Mapping” di un libro

This slideshow requires JavaScript.

Nome azione: appuntare Declinazione specifica: ”Mind mapping” di un libro

Individuare a quale categoria appartiene l’azione

c) Azioni contestuali alla lettura:

2)Descrivere l’azione come se si stesse narrando uno storybord (500 parole max)

scegliere un libro>sfogliarlo per capire come è organizzato>fare una mappa mentale di ciò che si conosce già di quella materia per consentire associazioni mentali>fare una panoramica dell’indice, titoli principali, conclusioni, sommari, illustrazioni e grafici per definire i rami principali della mappa>leggere i paragrafi e completare i rami secondari della mappa tralasciando le aree più problematiche>revisionare il testo tornando sui punti problematici e completando le aree mancanti della mappa.

3) indicare tre aggettivi che caratterizzano l’azione

interattiva-personale-efficiente

4) Individuare le seguenti caratteristiche.

L’azione

  1. Coinvolge 1, 2 o più persone? (dettagliare 200 battute)

Coinvolge una persona.

  1. Richiede un oggetto per compierla? Quale? Come si usa?

Gli oggetti richiesti sono un supporto cartaceo su cui disegnare la mappa con più penne di diversi colori.

  1. Si svolge in pubblico o in privato?

Si svolge in privato.

  1. Quanto tempo richiede?

Il tempo richiesto è circa il doppio della normale lettura del libro.

  1. È una azione site specifica? In quale contesto si svolge?

L’azioni non ha un luogo preciso in cui viene compiuta.

  1. Richiede una competenza specifica? Quale?

Si, richiede la conoscenza della pratica del Mind Mapping, inventata negl’anni 90 da Tony Buzan. Tecnica che sostituisce e migliora notevolmente il tradizionale metodo lineare di prendere appunti.

  1. È un’azione legale o illegale?

Legale.

  1. Come la lettura o il supporto (libro/rivista…) entrano in relazione con l’azione? La coadiuvano, la influenzano, la condizionano, la limitano, la ostacolano… etc. ? (dettagliare 200 battute)

Il libro può facilitare o meno la stesura della mappa a seconda seconda della sua organizzazione: più questa è chiara è logica più sarà facile “mappare” il libro. La lettura deve suguire i passi descritti in precedenza per poter individuare inticipatamente i rami principali della mappa.

  1. Quali sono gli aspetti positivi di questa azione? E quelli negativi?

Aspetti positivi

Il metodo del Mind Mapping di un libro aiuta notevolmente a capirne, elaborarne e ricordarne in maniera efficace i contenuti.

Aspetti negativi

La tecnica richiede tempo ed esercizio per essere imparata. Non sempre è applicabile con facilità, soprattutto con libri con capitoli molto lunghi e stesi in maniera non razionale.

  1. E’ un azione finalizzata ad un risultato? Quale?

Il fine è quello di capire, elaborare, ricordare ed ampliare il pensiero dell’autore del libro.

  1. E’ un azione che implica un coinvolgimento emotivo?

La mappa mentale utilizza colori, parole e codici che sono strettamente personali e che toccano la sfera emotiva della personalità per imprimere le informazioni nella memoria e stimolare la creatività.

  1. L’azione modifica il supporto? In modo reversibile o irreversibile?

L’azione non modifica il supporto.

inserito da: Alvise Rizzo

gruppo: CAYETTY, 14

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s